Blizzard chiarisce per quanto tempo saranno disponili le carte WILD in standard!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La lista delle “magnifiche 23” è stata finalmente mostrata durante la serata di ieri, permettendo a tutta la community di conoscere il nome delle carte selvagge scelte da Blizzard per un gran rientro nel formato competitivo.

Alcune carte come la celebre Sylvanas Ventolesto, il devastante Ragnaros o il divertentissimo N’zoth torneranno infatti disponibili nel formato Standard, e lo faranno per un numero limitato di tempo che inizierà il prossimo 8 Ottobre, insieme all’evento a tempo limitato di Halloween chiamato Doom in the Tomb (l’incubo nelle tombe in italiano).

Grazie ad un update pubblicato poche ore fa su Twitter, è stato inoltre possibile conoscere il numero esatto di giorni in cui saranno disponibili le carte selvagge nel formato Wild; il Community manager di Hearthstone Chris Attalus ha infatti affermato che Raggy e soci resteranno in standard per ben 2 mesi, permettendoci quindi di giocare con dei nuovi mazzi almeno fino al prossimo 8 di Dicembre.

Il post

Uno scossone certamente positivo per il meta, dato che servirà a tenere viva la curiosità dei giocatori almeno fino all’uscita della prossima espansione, prevista proprio per il prossimo Dicembre.

Cosa ne pensate community? Vi sono piaciuti i contenuti svelati ieri da Blizzard? La discussione è ovviamente aperta, e vi ricordiamo che per la lista completa con le carte in arrivo e tutte le altre informazioni dell’aggiornamento vi basterà visitare la news allegata poco sotto:

Arriva l’incubo nelle tombe con le carte WILD in standard: svelate anche delle nuove risse!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701