Blitzchung ringrazia Blizzard ma sottolinea: “onestamente, 6 mesi di squalifica sono ancora troppi”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con un nuovo post pubblicato su twitter il celebre Blitzchung ha fatto sapere le sue idee, e le sue impressioni a caldo, riguardo i recenti aggiornamenti Blizzard dell’ormai nota “Questione Hong Kong“.

Il giocatore si è detto molto contento del mezzo passo indietro di Blizzard, manifestando soddisfazione verso la decisione di dargli regolarmente le vincite da lui ottenute in assoluta onestà, e certamente anche riguardo lo “sconto di pena” deciso dall’azienda statunitense, che ha sostanzialmente dimezzato la precedente condanna.

Dietrofront di Blizzard: ridotte le penalità per Blitzchung!

Blitzchung ha inoltre ribadito la totale consapevolezza della sua azione, il giocatore era infatti assolutamente conscio dei rischi a cui si stava esponendo anche se si è detto ancora poco convinto dell’entità della pena, ritenendo evidentemente anche i “6 mesi” di stop eccessivi per il tipo di infrazione che ha commesso (le sue parole esatte sono state: “To be honest, I think six months is still quite a lot to me.“).

Il giocatore potrà inoltre continuare a partecipare al resto del circuito competitivo, essendo il suo un ban esclusivamente diretto al campionato degli Hearthstone Grandmasters, anche se pure sul suo futuro non vi è molta chiarezza, con Blitzchung stesso che ha affermato di non essere del tutto sicuro circa il prosieguo della sua carriera.

Chi invece dovrà certamente riprendere le attività nella Locanda è invece Disguised Toast, celebre content creator di Hearthstone ormai da settimane impegnato in sessioni di giochi su TFT…il caro DT aveva infatti promesso a Blizzard che avrebbe ricominciato a streammare nella locanda se la questione Hong Kong si fosse risolta in modo pacifico.

Sicuramente c’è ancora tanto da fare, ma il ripristino dei premi già vinti, ed il dimezzamento del ban che Blizzard ha recentemente comunicato a Blitzchung non possono che essere considerati come un impegno mantenuto…ora caro Disguised…tocca a te!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.