Biood raggiunge la top 30 con il Fatigue Warrior

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il deck di cui parleremo oggi, ci da l’opportunità di approfondire un fenomeno che sta interessando la scena competitiva della Locanda: i deck Control stanno cedendo il passo ai Fatigue. Se ad esempio il “classico” Control Warrior è caduto praticamente scomparso, biood raggiunge la top 30 con il Fatigue Warrior, un deck molto più passivo nel gameplay.

La lista è costituita principalmente da molte carte con lo scopo di nullificare le minacce avversarie per protrarre il gioco più possibile fino, appunto, alla fase di Fatica. Il potere eroe del Guerriero ci consentirà di vincere facilmente le partite arrivati in quello stadio di gioco essendo l’unico a poter far superare la soglia dei 30 hp all’eroe, il “difficile” sarà arrivarci. Come anticipato il deck punta a eliminare le risorse altrui sfruttando armi e rimozioni (sia singole che ad area) che nel complesso rappresentano il 63% del deck… Il resto del mazzo è costituito dai Curabot Antico (preferito allo Sputafango perché non suscettibile al Silence e per l’effetto più immediato sul game-spiega l’autore) e da alcune carte tech: Harrison Jones e Barone Geddon su tutte. In un deck di questo tipo è ovviamente immancabile Elise Cercastelle per garantirci un deck più corposo di 2 carte oltre ad essere la principale alternativa di vittoria.

Con il meta attuale che prevede molti deck Face/Aggro e il Druido Midrange, lo spazio di manovra per il Control Warrior si è ristretto notevolmente ed è stata quindi fisiologica la transizione verso la tipologia Fatigue che permette di dedicare molti più slot alle rimozioni, un compito ancora più semplificato dal design unico della leggendaria della Lega degli Esploratori che permette -teoricamente- di dedicare 29 slot ai removal. La lista è sicuramente competitiva e qualora fosse amanti di Garrosh vi invitiamo ad usarla.

Clicca qui per visualizzare la lista Fatigue Warrior di biood!

 

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701