ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Argent Tournament: cos’è e perché cresce il sospetto sulla nuova espansione!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Dal giorno in cui alcune testate internazionali ricevettero la pergamena Blizzard è stato un continuo crescendo di speculazioni e di curiosità circa il tanto atteso annuncio del 22 Luglio che hanno portato una grande fetta di community di Hearthstone ad interessarsi sempre di più sulla storia di WoW al fine di risolvere i tanti enigmi che la Blizzard, ormai settimanalmente, lancia a mezzo news sui principali social del mondo.

Che il 22 Luglio venga annunciato un qualcosa di estremamente importante è ormai acclarato anche se, specie nelle ultime ore, in molti iniziano a chiedersi se la nuova Espansione porterà, oltre ad una serie di nuove carte, anche la tanto attesa modalità Torneo.
Legittimamente vi chiederete perché questa speculazione relativa alla modalità torneo è tornata a soffiare forte proprio nelle ultime ore ed in questo articolo cercheremo di analizzare quanto fin qui ha detto e, soprattutto, lasciato intendere mediante i suoi messaggi ricolmi di doppi sensi.

Il primo importante pezzo del puzzle è, ovviamente, la famosa pergamena recapitata a diverse testate di videogame; mandata direttamente da Blizzard, la pergamena riportava le seguenti parole:

Champions are gathering from around the world to witness the next exciting thing Hearthstone has in store. News travels far and wide in search of brave new faces ready to answer the call to arms — Are you one of them? Muster for battle and mark July 22 on your calendar. The next bit of news won’t come by carrier pigeon — thankfully, we have much better ways of communication now. Victory awaits.

Ora, analizzando ciò che il testo riporta, non può non attirare la nostra attenzione quel “Well Met” all’inizio della lettera (Well met è il saluto del paladino Uther su Hearthstone) e quel Muster for battle nel testo (ricordiamo che una delle carte del paladino si chiama proprio Muster for Battle): sembra abbastanza evidente che la Blizzard ci stia implicitamente parlando del Paladino o, comunque, possiamo ritenere abbastanza credibile che “un” Paladino sia il protagonista celato in questa lettera.

A distanza di pochissimi giorni dalla release di questa notizia l’assordante silenzio che seguì la pergamena venne spezzato: venne infatti pubblicato un celebre video in cui Kripp, arcinoto giocatore di Hearthstone ed addetto ai lavori estremamente vicino a Blizzard ed a tutta la scena internazionale di Hs, affermava che, molto probabilmente, la nuova espansione sarebbe stata a tema Argent Crusade.

Nel video (che trovate sotto) Kripp cercò di rispondere alla domanda “che tipo di content ci possiamo aspettare” affermando che, probabilmente, “non riavremo un’altra espansione tipo GvG perchè sarebbero troppe carte aggiunte al gioco; introdurre altre 100+ carte sarebbe quasi distruttivo per il gioco. I giocatori non hanno bisogno di tutte queste carte. Probabilmente introdurranno un altro tipo di carte ma non sarà nè come GvG nè un’espansione PvE e basta“.
Kripp pensa ad un nuovo tipo di espansione. Basandosi anche sulla Patch di ToC (di cui parleremo fra poco) pensa che potrebbero davvero mettere le basi per introdurre la nuova classe, i Dk (sebbene tale notizia sia stata smentita qualche giorno fa).

Come differenziarsi? Non con un nuovo play mode, Kripp pensa addirittura che il tanto atteso Tournament mode non sarà mai realtà ma che al limite sarà rivisto completamente il ranked system (che ritiene poco utile in termini di ricompense).
Kripp ritiene infine che la cosa più probabile sia introdurre elementi PvE continui, quasi come un Quest Mode o un Dungeon Mode, simile al sistema visto nella Rissa ma ampliato (regole speciali etc…).

Riassumendo Kripp dice : DK? Forse (poi smentita) ; Carte nuove? Si, ma non così tante come un’espansione; Nuovo sistema di gioco? Molto probabile!

A questo punto, una grande parte di community (specie chi sapeva di cosa si stava parlando) ha iniziato a parlare di questa speculazione e di come potesse essere, specie dopo l’evento della pergamena, molto più probabile della discussa espansione “Pirati Vs Ninja“.

Ma cos’è l’Argent Crusade (o Crociata d’Argento)?

54898-call-of-the-crusade

Durante l’espansione Wrath of the lich King, la Blizzard dedicò un’importante patch ad un nuovo raid, successivo alla celebre Ulduar e precedente a quella Icecrown Citadel che avrebbe permesso a milioni di giocatori di sfidare, finalmente, il tanto amato/odiato Lich King.
La patch si chiamò Call of the Crusade ed aveva come protagonisti dei soldati facenti parte l’Argent Crusade (Crociata d’Argento in italiano) al servizio del famoso Tirion Fordring uno dei paladini più famosi e potenti di Azeroth (clicca qui per altri dettagli sulla sua storia).

Fu infatti proprio Tirion  a sancire la nascita della Crociata mediante la fusione fra l’Ordine della Mano d’Argento e l’Alba d’Argento, dando vita alla temibile e fortissima Crociata d’Argento, un’armata composta da chiunque volesse lottare per il bene del mondo di Azeroth; il paladino, una volta radunata l’armata, partì quindi per Nordania dove iniziò l’offensiva contro i servi non morti di Arthas.

Dal sito ufficiale:

La chiamata del Crociato

In preparazione per l’offensiva finale contro il Re dei Lich, la Crociata d’Argento, una lega di guerrieri consacrati dell’Ordine della Mano d’Argento e dell’Alba d’Argento, si riunì in una base nei pressi della Rocca della Corona di Ghiaccio per raccogliere risorse e trovare campioni per creare l’avanguardia del proprio esercito. Il Gran Signore Tirion Fordring organizzò un torneo per mettere alla prova i potenziali eroi di Orda e Alleanza, ma agenti del Flagello tentarono di sabotare l’evento. L’attacco dei non morti culminò con la comparsa del mostruoso Signore delle Cripte Anub’arak, che tentò di sterminare le truppe di Tirion prima che potessero organizzarsi.

La campagna pubblicitaria che sancì il via della patch di WoW Call of the Crusade fu ricolma di frasi inerenti a “chiamate alle armi“, “adunate di soldati“, “partire verso il nord, per difendere Azeroth” e frasi simili; le parole sulla pergamena ricalcano quasi perfettamente quello stile  e ci portano a pensare, ancora una volta, che la cosa sia estremamente voluta.
Inoltre, il fatto che sembra essere un Paladino ad aver scritto quel messaggio, non fa altro che aumentare un hype che assume sempre più i contorni di un vero e proprio incendio di portata mondiale.

In quella patch, come molti di voi ricorderanno, fondamentale fu il ruolo, oltre che della Crociata d’Argento, anche della quest denominata “Torneo d’Argento“, e del raid da 10 e da 25 denominato “Ordalia dei Campioni” che caratterizzarono la “chiamata alle armi” nella lontana regione del Nord e che prepararono i campioni dell’Orda e dell’Alleanza ad affrontare il Re dei Lich.

loadscreen-trial-of-the-crusader-full

Il messaggio della quest Argent Tournament (Torneo d’Argento):

Ti abbiamo <invitato/invitata> qui per mettere alla prova le tue capacità e il tuo valore contro gli altri che hanno coraggiosamente affrontato il Flagello. Abbiamo patito rivalità e divisioni, ma è giunta l’ora che gli eroi che combattono sotto i vari stendardi si saggino l’un l’altro in preparazione della guerra contro il nostro comune nemico.

L’Arcanista Taelis è il rappresentante del Patto d’Argento nel torneo, inserirà il tuo nome nella lista dei partecipanti e si occuperà del tuo addestramento. Cercalo nella grande tenda dell’Alleanza nella parte nordorientale dei campi.

Oltre a tutto quello che è stato fin qui detto, Blizzard ha scosso buona parte della community con un nuovo “messaggio cifrato” durante la serata di ieri…sul sito ufficiale infatti veniva pubblicata una nuova parte del Diario del Locandiere dal titolo “Un raduno sferragliante” nella quale viene scritto, riferendosi agli strani soldati entrati nella locanda, “tutti indossavano delle armature luccicanti, le più splendenti mai viste, compresi quelli che usavano la magia” (armature luccicanti…come si fa a non pensare ai cavalieri della Crociata d’Argento?) e, al termine della loro permanenza nella locanda, “hanno preso armi e bagagli e si sono rimessi in viaggio” (riferimento alla chiamata alle armi? i soldati sono in viaggio per rispondere ad un appello?).

Solo una normale espansione o un qualcosa che introduca nel gioco un profondo cambiamento al sistema del ranking?
Ci sarà una nuova modalità Pve o Pvp (se l’espansione sarà effettivamente a tema Argent Tournament potrebbe essere il noto Tournament)?
Ma soprattutto: la nuova espansione sarà effettivamente nella gelida terra di Northrend?

Cosa ne pensa la community italiana? Qual’è secondo voi l’ipotesi più probabile? L’aria gelida del Nord soffierà sulle porte della locanda?
Vi lasciamo ad una meraviglia che in molti di voi ricorderanno…alle Armi Eroi!!!

guida

Come ottimizzare il mulligan e il vostro turno di gioco? Il pro-player Meati ci ripropone la sua guida

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Guida HS – Hearthstone, ormai nei suoi quasi 8 anni di vita, ha visto un quantitativo di player inimmaginabile, moltissimi sono i giocatori che almeno una volta hanno provato a fare una partita al gioco di carte Blizzard. Ovviamente, però, ci sono tipologie di player diversi.

Infatti, come in ogni gioco di carte soprattutto online, esistono giocatori casual e giocatori professionisti/competitivi. Non sono in pochi però che vorrebbero passare dalla prima alla seconda categoria di player.

Ed è in questo caso che alcuni piccoli consigli e spunti sono utili per poter alzare la propria winrate o in generale migliorare il proprio gameplay. Per questo arriva in nostro aiuto il pro-player internazionale Meati che, sul suo profilo Twitter, ha riproposto una sua vecchia guida grafica al gioco.

Nella sua guida vengono trattati alcuni dei più importanti temi per un giocatori di Hearthstone: mulligan, strategia di gioco, ottimizzazione del turno ed infine riflessioni sulle partite appena svolte. Punti che se affrontati per bene rendono un giocatore a tutti gli effetti competitivo.

Mulligan

Per il mulligan Meati consiglia l’utilizzo di HS Replay che riporta tutte le statistiche per i vari archetipi. Il sito ha anche una versione premium, ma per il necessario basta la versione gratuita. Poi, ovviamente, ai numeri dobbiamo far combaciare la nostra esperienza che andrà via via aumentando giocando il mazzo in questione (anche per decidere il mulligan nei vari matchup).

Struttura del turno

Una veloce quanto precisa disamina è poi fatta nella strutturazione del turno. Cosa fare nelle varie situazioni, come ribaltare gli esiti e soprattutto in quanto tempo e come farlo, questi sono gli spunti per avere un mindset da campione.

Riflessioni post-partita

La guida si chiude, poi, con un consiglio importantissimo, ma poco seguito dai casual player: dedicare il tempo alle riflessioni. Il perché si è usciti vincitori o vinti dalla partita appena conclusa, tutto ciò è utile per vincere partite simili se ripetute in futuro.

Questa è per Meati la guida più veloce e completa possibile per poter aumentare la propria winrate. Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo? Fateci sapere la vostra…

Il Control Warrior si aggiudica la Top #1 Legend. È tornato l’incubo degli aggro?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Dopo qualche giorno dall’arrivo della patch di Hearthstone, il meta sta cercando di ristabilirsi, magari nelle mani di nuovi padroni. Ed infatti molti mazzi “nuovi” stanno invadendo con effetto la Classificata del gioco.

Tra di questi compare, finalmente per tutti gli amanti dei deck lenti, un nuovo Control Warrior che sembrerebbe poter comandare il meta di diritto, insieme ad alcuni altri mazzi scampati alla tornata di nerf di questi giorni.

Questo Control Warrior è ricco di Armatura, con il nuovo core di carte improntate proprio su questo aspetto. Ovviamente gli aggro hanno difficoltà contro questo archetipo, mentre mazzi più value based, come altri Control, o gli OTK hanno vita più facile. Nonostante ciò questo deck sembra potersela giocare con tutti ed è per questo che in Asia ha guadagnato la Top 1 nelle mani di Ostinato.

Anche altri deck, però, stanno rubando la scena, soprattutto i mazzi del Druido, che vuole immediatamente prendere il posto del Rogue come classe migliore. Oggi vediamo un ottimo Ramp Druid anche lui nelle altissime vette del Legend.

Chiudiamo l’aggiornamento con una nuova lista di OTK Shaman techata proprio contro i grossi minion del Druid.

Le liste

Ramp Druid di CaelesLuna (Legend#4)  13080
Control Warrior di Ostinato (Legend#1)  18300
OTK Shaman di Wirer  12000

Che ne pensate di queste nuove liste? Le proverete? Fateci sapere la vostra…

La nuova patch cambia il funzionamento di Scambio in fase di pescata. Occhio ad usare il Garrota Rogue

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

La patch ha esordito due giorni fa ed ha portato con sé tanti nuovi contenuti per le varie modalità, ma ha portato anche dettagli aggiuntivi o nuovi anche difficili da notare. Questo é il caso della meccanica Scambio.

Scambio é la meccanica introdotta dall’espansione Uniti a Roccavento e prevede che una carta con questa keyword possa essere rimessa nel deck (al costo di 1 Mana) pescando un’altra carta al suo posto. Ció puó essere infinitamente possibile fino all’esaurirsi del Mana.

Nella nuova patch, peró, il funzionamento di fondo delle carte Scambio, quando rimesse nel mazzo, é leggermente cambiato. La maggior parte dei giocatori non se ne sarà accorto, ma alcuni (soprattutto i giocatori di Garrota Rogue) si saranno interrogati sulla vicenda.

Come appare adesso nelle patch notes e dalle parole di DeckTech, prima dell’aggiornamento il funzionamento della meccanica era il seguente: quando la carta veniva scambiata, prima veniva messa in fondo al mazzo, poi veniva pescata una carta al suo posto e poi il mazzo veniva mischiato.

Ora il suo funzionamento é il seguente: la carta con Scambio prima viene inserita in una posizione casuale del mazzo e poi viene pescata UN’ALTRA carta al suo posto. Come potrete leggere, per quanto il meccanismo sia diverso, a conti fatti cambia poco, ma per mazzi come il Garrota é importante.

Funzionamento con Garrota e carte simili

Con il vecchio funzionamento quando si scambiava una carta Scambio per pescare i Sanguinamenti, questi ultimi venivano prima pescati tutti insieme e poi il giocatore ripescava la carta Scambio che si trovava in fondo (dato che questa combo viene spesso fatta quando ci sono solo Sanguinamenti nel mazzo). Ora la carta Scambio potrebbe anche intrufolarsi tra un Sanguinamento e l’altro, andando di fatto a distruggere la combo.

Il cambio nelle Patch Notes

Non sappiamo se Blizzard ha fatto questo cambio per nerfare questo genere di deck, ma sicuramente mette a dura prova tutte le combo con le carte “Lancia quando Pescata“.

Che ne pensate di questo cambio? Fateci sapere la vostra…