Anche la scena Esport di Hearthstone è a rischio?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In questi ultimi giorni Blizzard ha chiesto a moltissimi giocatori di completare un particolare sondaggio composto da 35 domande interamente dedicato alla scena di Hearthstone.
Il sondaggio è stato inviato a moltissimi giocatori (il tutto dovrebbe essere partito dalla Corea) e le domande presenti nel modulo spaziavano da quelle più generali come il sesso e l’età, a quelle decisamente più specifiche per misurare il livello di soddisfazione dei vari avventori della Locanda.
Quanto sei soddisfatto del gioco“, “Quanto consiglieresti ad un tuo amico di giocare ad Hearthstone” o ancora “Valuta uno per uno tutti i contenuti presenti su Hearthstone in base al tuo grado di soddisfazione” sono 3 delle 35 domande specifiche poste da Blizzard che evidentemente vuole comprendere in modo più preciso quella che è la reale percezione di Hearthstone e dello stato in cui versa da parte della community.

Tra le domande però una più di tutte ha fatto scattare ogni tipo di allarme nella scena esportiva… Blizzard ad un certo punto infatti chiede: “se non ci fossero tornei sponsorizzati Blizzard, continuereste a giocare ad Hearthstone nei prossimi 30 giorni”?
Una domanda del genere, specialmente dopo i tagli scelti per la scena esport di Heroes of the Storm, non può che generare del legittimo “panico” tra gli esperti dato che in questo periodo non sembra essere soltanto Hearthstone in una fase di passaggio, ma è l’intera azienda Blizzard che sta navigando in acque molto mosse fin da quando Ben Brode ha pubblicato lo stato del suo addio da Blizzard.
Da allora una serie di eventi e fattori negativi hanno iniziato a martellare Mama Blizz con continue dimissioni, cambi di strategia e finanche cambi al vertice con l’ormai ex Presidente Mike Morhaime “costretto” a passare lo scettro, dopo anni ed anni di duro lavoro ad Irvine, a J. Allen Brack.
Quello che sta accadendo in Blizzard non è purtroppo ancora chiaro (ammesso e non concesso che un giorno lo diventi per tutti noi “spettatori” esterni…) ma le preoccupazioni della community appaiono assolutamente motivate e giustificate. Quello che sappiamo è che il 2019 dovrebbe avere un competitivo di Hearthstone rinnovato e cambiato (come annunciato da Blizzard stessa) ma molti utenti hanno fatto notare che anche HOTS, pur non essendo paragonabile il numero di giocatori attivi su HOTS da quelli su HS, aveva dei piani per il 2019 abbastanza definiti.

Non ci resta che aspettare quindi, con la speranza che tutta la situazione presente all’interno di Blizzard trovi una soluzione e non solo in riferimento alla specifica scena di Hearthstone.
Voi cosa ne pensate?

Sondaggio

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.