ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
ANALISI NUOVE CARTE – MANKRIK E MAESTRO DI SPADE SAMURO!

ANALISI NUOVE CARTE – MANKRIK E MAESTRO DI SPADE SAMURO!

Profilo di Goget
 WhatsApp

Analisi nuove carte – Finalmente arriviamo al momento tanto atteso! Oggi, dopo aver analizzato i gregari, passiamo infine a parlare di ben due leggendarie di Forgiati nelle Savane! Due membri illustri dell’Orda che saranno protagonisti nel prossimo meta di Hearthstone? Scopriamolo!

Alla rivelazione massiccia e corposa delle nuove carte manca ancora del tempo (oggi ne sapremo sicuramente qualcosa di più con l’annuncio del Set Principale). Ma col materiale che ci ha fornito mamma Blizzard possiamo iniziare a tirare le prime conclusioni.

orda

Dunque analizziamo insieme questi due servitori generici che, in un modo o nell’altro, faranno parlare di loro. Perché su HS si sa, è solo questione di tempo prima che una singola carta possa sconvolgere le sorti di un intero meta.

MANKRIK: Olgra! Olgra! In che cassetto hai messo le mie mutande?!

mankrik

Noi ci scherziamo su, ma la storia di Mankrik e sua moglie Olgra è davvero tragica. Ma non siamo su Wow, quindi parliamo della carta! Costo 3 mana per questa leggendaria dall’ottimo body 3/4, un tool interessante per i mazzi aggro e midrange di tutti i tipi. Ma stavolta, il grido di battaglia è davvero particolare, e anche se il suo incipit potrebbe far pensare a un meme, non è cosi. Il nostro amico infatti metterà nel deck una carta che, non appena verrà pescata, sarà lanciata (come i frammenti d’anima per esempio).

Al lancio di tale spell, verrà evocato nella nostra board un Mankrik 3/10 che come prima cosa andrà faccia contro l’eroe nemico. Io dico carta ottima, che lascia su board un bel pezzo con il suo potere e ha una sorta di “carica”, anche se casuale e diluita nel tempo. In un mazzo aggro e midrange ci sta tutta e aiuta a mettere pressione e fare danni (anche se non ingentissimi). Sicuramente un buon tool.

VOTO 4/5

MAESTRO DI SPADE SAMURO: dalla pubblicità dei Miracle Blade ad entrare nell’Orda è un attimo.

samuro

Primo leggendario generico che porta Frenesia sulla board. A 4 mana, metteremo in campo un deboluccio 1/6 (anche se bello corposo da rimuovere) con assalto. Tutto qui? Certo che no! Perché appena subirà il primo danno, Samuro infliggerà alla board nemica dei danni pari al proprio attacco.

Questa carta è la rimozione perfetta che mancava a classi come il Paladino e il Ladro. Pensate di poterla buffare in mano o sul campo (mi viene in mente, ad esempio, il suo utilizzo con Libram della Saggezza a valanga e con Veleno Nitrogenato).

Avrete un servitore che può impattare su board e rimuovere quella avversaria in classi che non hanno moltissimi modi per farlo. Questa carta si sposa alla perfezione con qualunque buff vi venga in mente per aumentare il suo attacco. Quindi direi che potremo vederla parecchio in giro e lamentarcene spesso quando ce la giocheranno contro.

VOTO 4/5

Per oggi è tutto! Ora attendiamo con ansia le rivelazioni sul Set Principale, così da avere tante altre carte da commentare. Alla prossima!

ARTICOLI CORRELATI ANALISI NUOVE CARTE:

Migliori mazzi post-patch di Hearthstone? Paladin in netta crescita

Migliori mazzi post-patch di Hearthstone? Paladin in netta crescita

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mazzi Hearthstone – Il nuovo aggiornamento é arrivato relativamente da poco, ma molta agitazione nel meta di Hearthstone si inizia già a vedere.

Nerf e buff hanno portato tanta creatività e voglia di riscatto per molte classi che hanno sofferto in questo ultimo mese. Dimenticatevi del meta di qualche giorno fa, perché sono altri i mazzi “del giorno”.

Approfittando di una delle ultime statistiche dei colleghi di HS Replay, vedremo i migliori mazzi del momento, piú usati e vincenti ovviamente.

Quello che sembra aver approfittato di piú della situazione é il Paladin che già con ottime basi ha premuto sull’acceleratore ed ha voglia di prendersi la testa del meta.

Soprattutto l’Handbuff Paladin, ma anche il Mech Paladin, ha trovato finalmente spazio per poter comandare su tutti, grazie alla solidità della sua board.

Chi ha ribaltato il proprio destino é il Thief Rogue che con i molti buff ha trovato molta piú consistenza.

Non é ben chiaro se sia solo un fuoco di paglia o se sia destinato a durare. Vedremo…

Chiudiamo la Top 5 di questa “classifica” con il Beast Hunter di cui vi abbiamo già parlato in questi giorni e del ritorno dell’inaspettato Quest Warrior.

Le liste

Quest Warrior  7860
Beast Hunter  6840
Mech Paladin  6840
Thief Rogue  10740
Handbuff Paladin  18120

Che ne pensate di questi mazzi di Hearthstone? Sopravvivranno alla scrematura del meta?

Su cosa lavorerebbe Iksar? Nuovi formati, 2v2, Bo3 e molto altro

Su cosa lavorerebbe Iksar? Nuovi formati, 2v2, Bo3 e molto altro

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Iksar Hearthstone – Negli ultimi anni sappiamo quanto il team di Hearthstone sia sempre piú indaffarato a portare nuove esperienze sul gioco di casa Blizzard.

Ovviamente il lavoro é ancora lungo e ci sono ancora decine di feature che il pubblico vorrebbe (su tutte la modalità Torneo), ma i dev dimostrano costantemente la loro voglia di mettersi alla prova.

Uno sicuramente dei piú coinvolti é il noto Iksar che poche ore fa ha elencato alcune feature su cui vorrebbe spendere piú tempo nello sviluppare.

Elenco di “Hearthstone stuff” che Iksar implementerebbe

Social
  • 2v2
  • 1v1v1v1
  • duo BG
  • 4v4 BG
  • Gilde
  • Gilde contro Gilde
Formati
  • Formato dell’anno corrente
  • Formato con rotazione delle espansioni
  • Multi-deck (Bo3, Bo5)
Self-Expression
  • Creazione dell’Avatar
  • Profilo
  • Spazio di personalizzazione “out-of-game” (ndr. tutti quei tipi di personalizzazione quando non siamo in partita)

Iksar, peró, non si é limitato ad elencare tutta la roba che svilupperebbe, ma ha cercato anche di spiegare le sue idee per ogni cosa.

Social

Per le funzioni social il team vorrebbe creare nuove modalità ma che non richiedano l’aggiunta di nuovo contenuto. Il 2v2 dovrà essere implementato senza che ci sia il giocatore piú forte del team che detti le mosse per la squadra.

Per modalità con piú di 2 giocatori bisognerà troverà un soluzione per il mobile, come la diminuzione degli slot dei minion da 7 a 4-5. Per le Gilde, invece, si deve trovare il modo di creare un qualcosa in cui i giocatori possano aiutarsi, progredire insieme e farlo “in modo asincrono”

Formati

Nessuno dei formati al momento ha un senso di “freschezza” che non richieda vecchie carte o vecchie conoscenze del gioco. Quindi si vorrebbe implementare un formato che abbia un reset annuale o anche piú frequente

Il Formato con la rotazione delle espansioni é facile da implementare, ma la preoccupazione é sul numero dei giocatori che lo giocherebbe. Probabilmente proveranno questa via comunque, ma stanno cercando di farlo nel modo piú accessibile possibile.

La questione dei multi-deck, invece, ha piú strade: o si gioca proprio come una serie (ban della classe, conoscenza di lineup ecc..), ma ció richiederebbe un’ora per una sola serie, oppure si potrebbe giocare contro avversari diversi, quindi porto la mia lineup, ma la prima partita la faccio contro un avversario e poi la seconda contro un altro ancora ecc.. Quest’ultimo metodo permetterebbe di non dover finire la serie tutta in una volta.

Self-Expression

Per quanto riguarda la personalizzazione, il team sta facendo molto ultimamente, ma Iksar pensa che manchi qualcosa per la piena espressione di se stessi sul gioco, un qualcosa che renda unici su Hearthstone.

Che ne pensate di queste idee? Voi cosa implementereste?

Articoli Correlati:

Quanto conoscete Hearthstone? Mettetevi alla prova con Rarran

Quanto conoscete Hearthstone? Mettetevi alla prova con Rarran

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ormai Hearthstone ha la veneranda età di 8 anni e tantissima acqua ne è passata sotto i ponti. Molti giocatori sono novizi ed hanno provato il gioco davvero da poco, ma ci sono giocatori che da anni frequentano la Locanda di Warcraft.

Ed è qui che tra una partita e l’altra, tra una Battaglia ed un match di Mercenari, abbiamo visto passare centinaia di personaggi e decine di espansioni con le proprie avventure. Ed è qui che ci chiediamo: quanto conosciamo Hearthstone?

Rarran, content creator del gioco ha tentato di mettere alla prova uno dei volti più noti di tutto il panorama hearthstoniano. Parliamo del noto Regiskillbin che ogni giocatore da ogni parte del mondo ha visto almeno una volta.

Regiskillbin ha letteralmente passato i suoi anni sul gioco di Blizzard e sembrerebbe scontato mettere alla prova una personalità del genere, ma la sfida di Rarran, come potrete vedere in allegato, è davvero ardua.

Noi, insieme ai due content creator, possiamo provare a testare la nostra conoscenza di Hearthstone. In pratica Rarran sottopone a Regis tutta una serie di carte che il content creator americano dovrà riconoscere in carte vere o false.

Ma attenzione, non è così facile come sembra, le carte false potrebbero sembrare a tutti gli effetti vere, anche solo un piccolo dettaglio (come il logo dell’espansione o una parola dell’effetto) potrebbero invalidarne la veridicità.

Il video di Rarran e Regiskillbin

Allora? Voi quante ne avete indovinate? Siete dei veri esperti di Hearthstone? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: