ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Ammirate le armate di Roccavento! Parliamo di Varian Wrynn:

Profilo di Massimiliano Basile
 WhatsApp

Oggi parleremo di una delle carte in assoluto più discusse di quest’ultima espansione, il LEGGENDARIO servitore del Guerriero: Varian Wrynn (Clicca qui per conoscere la storia di questo personaggio).

Esso ha un body 7/7 a costo 10 con un Grido di Battaglia molto particolare che ci consentirà di pescare le prime 3 carte dal mazzo mettendo in gioco tutti i servitori fra essi.

E’ stata una carta che fin dallo spoiler ha fatto parlare di se, c’è chi ha considerato il suo costo proibitivo per un effetto troppo casuale, mentre qualcuno l’ha addirittura considerata la carta più forte di sempre. Ma chi ha ragione?

Con l’ingresso nel meta di nuovi importanti supporti per il Warrior Control come Giustiziera Cuorsincero e Urto questa carta ha avuto un ulteriore possibilità di affermarsi nel meta, ma cos’è davvero in grado di fare?

Il suo potenziale è senza dubbio molto elevato. Essa può giocare qualunque servitore direttamente dal nostro mazzo ignorando totalmente il suo costo di mana, ma perché ciò abbia davvero effetto sul gioco dovremo avere un deck ben fornito di creature a costo di mana elevato e con un buon impatto sul terreno.

Una decklist che soddisfa abbastanza bene questi requisiti potrebbe essere ad esempio quella dello streamer Superjj:

http://www.powned.it/mazzi-hs/superjjs-control-warrior/

Esso contiene, come la maggior parte dei Guerriero Control, circa 10 servitori a costo mana pari o superiore a 5, questo ci darà una grande possibilità  di poter giocare gratuitamente almeno uno di loro, il che renderebbe Varian una carta dal costo di mana più che conveniente.

Non è un azzardo per cui dire che egli è, da solo, in grado di ribaltare completamente le sorti di una partita.

varian wrynn

Ma ovviamente come ben sappiamo, non tutto è sempre rose e fiori.

Le critiche avanzate a questo memorabile servitore riguardano principalmente il fatto che il costo 10 non lascia mana utile a poter utilizzare le importantissime removal del Guerriero finalizzate al controllo del board nel turno in cui si giocherà Varian.

Gli unici modi per ovviare a questo problema sono:

– avere un’arma equipaggiata con almeno una carica.

– ridurre a zero il costo di mana di Colpo di Scudo o Esecuzione tramite l’utilizzo dell’Imperatore Thaurissan, che diventerà quindi una carta fondamentale di questa versione di Warrior Control.

Altro lato negativo di questa carta è la sua debolezza nei confronti dei mazzi controllo (es. Priest Control, Warrior Control) più solidi, causata da tre fattori fondamentali.

Gridi di Battaglia: Ovviamente il leggendario re di Roccavento non permetterà ai vostri servitori di utilizzare i loro Gridi di Battaglia, questo potrebbe darvi uno svantaggio non indifferente se dovesse capitarvi di pescare Esperto di Caccia o Giustiziera Cuorsincera.

Mass removal: carte come Rissa o Bomba Fotonica annulleranno quasi completamente il tanto agognato vantaggio donatoci da Varian azzerando nuovamente il nostro board usando circa la metà del mana speso da noi per giocare quest’ultimo.

Fatica: Capita spesso in estenuanti mirror match in cui entrambi i giocatori possiedono tonnellate di armatura ma sono a corto di risorse nel proprio mazzo, di doversi affidare alla fatica per vincere, ed in quel caso Varian non è sicuramente ciò di cui avrete bisogno.

Inutile dire che una carta del genere non è la più indicata da pescare contro i mazzi più veloci (es. Secret Paladin, Face Hunter) che tendono ad esprimere il loro massimo potenziale ben prima degli agognati 10 mana richiesti.

varian wrynn hearthstone

Per concludere potremo dire che il valoroso re di Roccavento è una carta da un potenziale tanto elevato quanto difficile da controllare, che potrà esprimere al meglio contro mazzi midrange (es. Paladin Token, Dragon Priest, Druid Ramp) privi però di ingenti rimozioni di massa che, come abbiamo visto sopra, annullerebbero completamente il suo operato.

E voi cosa ne pensate? E’ possibile inserire l’amato/odiato Varian nel meta attuale? Fatecelo sapere nei commenti.

summit1g

Aumento di spettatori per la categoria Hearthstone su Twitch? Tutto merito di Summit1g

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Magari non tutti gli abituali giocatori di Hearthstone o di giochi di carte lo conosceranno, ma se chiedete ad un qualsiasi giocatore di FPS se conosce Summit1g, molto probabilmente vi dirà di sì. Ed ora è sbarcato su Hearthstone.

Jaryd Russell Lazar, in arte Summit1g, è un ex giocatore professionista di Counter Strike: Global Offensive diventato streamer famosissimo prima su questo gioco e poi per essere uno streamer di varietà.

È ormai sulla piattaforma Twitch da anni e pian piano ha scalato le gerarchie fino a diventare il 17esimo streamer per numero di follower (più di 6 milioni) dietro solo a mostri sacri come Ninja, Pokimane, Shroud, TheGrefg ecc.. (qui la classifica se volete darci una sbirciata).

Summit1g porta con sé, in ogni live, un quantitativo di viewers da far venire il mal di testa: parliamo di una media di 20/30 mila spettatori unici alla volta. E nella sua ricerca disparata di giochi di ogni tipo, passando per Valorant, GTA5, Escape from Tarkov, è incappato anche in Apex Legends e soprattutto Hearthstone.

Vi lasciamo immaginare, quindi, come i numeri della categoria di Hearthstone su Twitch siano decollati. Summit1g riesce a coinvolgere più di 10/11 mila spettatori quando è su Hearthstone, insomma i numeri dell’intera categoria senza di lui. In generale, solo giocatori e streamer del calibro di Thijs danno davvero un boost alla categoria, ma non arrivano minimamente al quantitativo medio che porta con sé Summit1g.

Ovviamente questa cosa non può che far felice tutti i giocatori, poiché più il gioco viene “pubblicizzato”, più questo viene giocato (anche da nuovi player) e più sono i contenuti e gli eventi che Hearthstone può portare a tutti.

Quindi diamo un enorme benvenuto a Summit1g nel club di Hearthstone, sperando possa godersi il più possibile e nel miglior modo possibile la sua permanenza sul gioco che tanto amiamo (ed odiamo).

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

Tre Thief Rogue in Legend #4, #7 e #8. Il mazzo ormai è diventato ingestibile?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mancano finalmente pochi giorni all’arrivo della nuova patch di Hearthstone che, oltre ad essere un punto di svolta per Battaglia a quanto si dice, presenterà alcuni bilanciamenti anche per l’Hearthstone tradizionale.

Nel frattempo, però, le gerarchie dei mazzi in Ladder sembra essersi cristallizzata ed il padrone del meta sembra essere il Thief Rogue, anche per quanto riguarda la sua popolarità. Addirittura abbiamo trovato ben 3 Thief Rogue nella Top 10 Ladder negli ultimi due giorni.

Le liste sono due anche se hanno portato tre player a questi ottimi risultati. La prima è stata utilizzata dal giocatore SteeloHs che ha sfiorato la Top 3, mentre la seconda è stata utilizzata sia da Aeongi che Deads17.

Aeongi, nella sua scalata, ha anche utilizzato un Beast Druid che l’ha portato in Top 80, per poi scalare enormemente con il Rogue. Oltre, però, il Ladro, se proprio volete altre classi da giocare, ci sono comunque altri deck che possono dire la loro.

Abbiamo, infatti, anche un Face Hunter ed un Questline Warlock utili per superare la Top 100 e puntare a piani ancora più alti della classifica. Vediamo insieme tutte le liste…

Le liste

Questline Warlock di Gaboumme (Legend#14)  9540
Beast Druid di Aeongi (Legend#79)  4800
Face Hunter di Pymbette (Legend#59)  5520
Thief Rogue di Aeongi (Legend#7)  9180
Thief Rogue di SteeloHS (Legend#4)  10680

Che ne pensate di questi mazzi? Fateci sapere la vostra…

Questione cheating: anche l’italiano DroodThund3r vittima di streamsniping

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Streamsniping Qualifiers – Purtroppo la questione cheating/hacking su Hearthstone sta prendendo una brutta piega: sono sempre di più i casi in cui giocatori professionisti accusano altri di star cheattando o usando hack per avere la meglio in Ladder o torneo.

Il caso più fresco è quello del noto streamer e professionista italiano DroodThund3r che poche ore fa ha subìto un brutto caso di streamsniping durante uno dei tornei Qualifiers di oggi, come potrete leggere dai post che vi allegheremo.

Ma partiamo dal contesto: Luca “Thund3r” Altena stava giocando i suoi turni di Qualifiers quando ha incontrato il giocatore Fransman in uno di questi. Per Thund3r, l’avversario ha fatto giocate discutibili durante le partite, ma ha stuzzicato ancora di più il suo dubbio soprattutto la presenza di Fransman nei nomi dei viewers della sua live di Twitch.

Questo perché, nel mentre, Thund3r stava streammando il torneo sul suo canale Twitch, senza delay. Le prove sono quasi diventate certezza quando, in chat, l’avversario è scomparso dopo aver ricevuto da Thund3r richiesta di delucidazioni sul caso.

A quel punto Thund3r ha pubblicato un post sul suo profilo Twitter chiedendo a Blizzard di agire come fatto per Jay Huang che, sottolineiamo, è stato bannato per streamsniping (ed altro, qui potete seguire tutta la vicenda) per partite in Ladder. Qui si parla, invece, di partite di torneo.

Risoluzione

Gli admin del torneo, comunque, sono stati molto disponibili ad analizzare il caso ed hanno effettivamente squalificato Fransman dal torneo (dando la vittoria a Thund3r), poiché lo streamsniping è severamente vietato dal regolamento. Gli admin, però, si sono raccomandati a Luca Altena di utilizzare un delay in futuro per prevenire tutto ciò, anche perché non sono sicuri di poterlo aiutare anche in casi futuri.

Ovviamente appoggiamo la Blizzard in questo caso condannando qualsiasi tipo di atteggiamento o azione che sia minimamente contro il regolamento, quindi hacking, cheating ed exploit. E siamo fiduciosi che queste azioni possano essere intraprese contro tutti coloro che agiscono in questo modo, per un futuro migliore del gioco.

Che ne pensate di questa situazione? Fateci sapere la vostra…