ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Cosa è accaduto dopo il rilascio della 2° Ala di Karazhan?

Cosa è accaduto dopo il rilascio della 2° Ala di Karazhan?

Profilo di Thiael
 WhatsApp

Ringraziando il sito Vicioussyndicate che ha gentilmente reso pubblici questi dati, andiamo ad analizzare come il meta di Hearthstone è cambiato tra il rilascio della seconda e la terza ala di Karazhan

Vediamo quindi un riepilogo generale dopo una settimana di ladder con la seconda ala di Karazhan. Con il cambio del meta in continua evoluzione, alcuni archetipi di mazzo sono stati modificati all’interno dell’algoritmo. L’otk Worgen è stato rinominato Combo Warrior poiché il mazzo è stato modificato nella sua natura per l’uscita del Gigante Arcano e questo ha comportato la rimozione di molte carte che interagivano unicamente con il Worgen. Così il Secret Hunter è ancora un archetipo di mazzo che sta cercando un suo spazio all’interno di una categoria meglio definita. E in questo sarà fondamentale come si evolverà l’utilizzo delle carte intorno alla Cacciatrice Mascherata. E così il Control Priest legato alle meccaniche di risurrezione. Vedendo questi cambiamenti, è stato deciso di attendere che si stabilisse meglio il meta prima di rielaborare completamente i dati.

foto 1

Questo diagramma rappresenta l’insieme delle classi a tutti i rank e fa notare, quanto poi analizzato successivamente nello specifico, come l’Hunter abbia superato il Warrior come classe giocata. Ma se analizziamo solamente il rank Legend, il diagramma cambia e torna ad essere il seguente.

foto 2

E se vogliamo vedere come si sta evolvendo, anche se in maniera al momento parziale, la statistica dei vari match up, ci ritroviamo, su una base minima di 100 partite giocate, al seguente schema.

foto 3

E ciò ci porta, ad un livello di analisi statistica, a valutare nel modo seguente i tier.

foto 4

Bene, vediamo quindi ad analizzare I cambiamenti più significativi nel dettaglio:

  • Dopo 12 settimane al primo posto, il Warrior ha avuto un declino soprattutto sul numero di presenze rispetto alle scorse due settimane. Tutti gli archetipi hanno avuto una decrescita, ad eccezzione dell’evoluzione del Combo Warrior
  • Hunter è il nuovo signore del meta. La carte sbloccate nella seconda ala, in primo luogo la Tenera Nonnina e Barnes, hanno portato in alto la classe. In più sono carte che hanno una forza di impatto particolarmente decisiva contro il Warrior che era sicuramente una delle classi che naturalmente counterava l’Hunter. Il numero di Hunter al rank Legend è raddoppiato nel giro di una settimana e, anche se Warrior è comunque la classe più giocata ai rank più alti, il divario fra i due è veramente minimo.
  • Warlock e sceso dalla metà alta. Non avendo ricevuto carte particolarmente prestazionali da spingere i giocatori a testare, è finito sotto a Mage e Druid.
  • Druid rimane solido e spesso preferito ai livelli di gioco più alti anche se, forse un po’ contro tendenza, il Beast Druid sembra aver esaurito la spinta iniziale di entusiasmo che portava a giocarlo. Sicuramente l’inserimento del Custode del Serraglio darà nuova spinta ma rimane comunque inferiore (come numero di giocatori) al Miracle. Esiste comunque uno spicchio di altre tipologie giocabili oltre alle due appena citate.
  • Rogue e Priest stanno crescendo in popolarità. Incredibilmente, Control Priest è quasi giocato quanto Dragon Warrior negli ultimi giorni nel ladder. Bisogna solo vedere quanto durerà.

Fonte: Vicioussyndicate

Si dia inizio al Festival del Fuoco e all’evento dedicato a Yogg-Saron

Si dia inizio al Festival del Fuoco e all’evento dedicato a Yogg-Saron

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tutto pronto! La brace è calda ed i festeggiamenti sono pronti a cominciare. Da questa sera ha inizio il Festival del Fuoco che porterà tantissime ricompense ai giocatori che ne completeranno le missioni leggendarie.

Ogni estate siamo qui, una volta Ragnaros, qualche altra volta con altri amici di Hearthstone, ma sempre festeggiamo, in un modo o in un altro, il Festival del Fuoco. Evento che per tradizione ci “infiamma” di regali.

Anche quest’anno sono arrivate ben 7 missioni leggendarie che ci ricompensano con altrettanti premi. Se le completeremo tutte avremo a disposizione una Busta Standard, una di Alterac, una di Città Sommersa, una di Mercenari, una della nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria e poi due skin (una per BG e l’altra per Constructed).

Ad aggiungersi a questi festeggiamenti, poi, c’è anche il nuovo evento dedicato a Yogg-Saron, uno degli Dei Antichi, che porterà nuove missioni ricche di ricompense nella modalità. Potremo anche sbloccare in anteprima Yogg come Mercenario e vari suoi ritratti esclusivi.

Be’ cosa aggiungere se non invitarvi al Festival del Fuoco e al nuovo evento di Mercenari con Yogg? Buoni festeggiamenti!

Che ne pensate di questi favolosi eventi?

Articoli Correlati:

Sono giusti gli aggiornamenti al gioco poco prima di un torneo ufficiale? Risponde Abar

Sono giusti gli aggiornamenti al gioco poco prima di un torneo ufficiale? Risponde Abar

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Aggiornamenti Hearthstone – Abbiamo visto nei giorni scorsi la nuova patch 23.6, che oltre a tanti contenuti ha annunciato ufficialmente il futuro arrivo della prossima espansione Assassinio al Castello di Nathria. Ma subito dopo è scoppiata la bufera, perché?

L’unica differenza notevole, alla Constructed, con questa Patch, è stata l’introduzione di Principe Renathal che cercherà di stravolgere un po’ il meta prima dell’arrivo dell’espansione. Ma anche nel competitivo torneistico la confusione è dietro l’angolo.

Questo soprattutto se il prossimo grosso torneo ufficiale, il Masters Tour, è proprio dopo pochi giorni dall’aggiornamento. Molti sono stati i giocatori che hanno lamentato il timing di questa patch, che romperà le uova nel paniere a molti deckbuilder che parteciperanno alla competizione di Blizzard.

Altri, però, non sono contrari a queste tempistiche spiegando che per TUTTI i giocatori ci saranno difficoltà nel provare i mazzi nuovi e testare nuovi deck, quindi tutti sulla stessa barca.

Tra le decine di testimonianze per una “fazione” o l’altra ha risposto Abar, Product Manager per Hearthstone Esports. Con un lungo thread su Twitter, Abar ha cercato di spiegare che il maggior profitto per il team proviene sicuramente dagli acquisti dei giocatori, ma ciò non vuol dire che i dev non sono ben attenti alle richieste della sezione Esports di Hearthstone.

Parafrasando il PM si capisce come, a volte, per un’esigenza o un’altra le tempistiche possano “infastidire” le competizioni ufficiali, ma nonostante ciò i feedback sono sempre ben accetti per vedere come non scontentare nessuno. (Per una maggiore precisione e minore interpretazione del messaggio vi lasciamo il post ufficiale in basso).

Sicuramente le lamentele sono giustificate, ma bisogna anche comprendere ed accettare le dinamiche di un’azienda e soprattutto di un business (alla fine anche Hearthstone è un business). Sicuramente c’è un motivo dietro determinate tempistiche.

Questo è quello che comprendiamo dalla testimonianze di Abar, voi cosa ne pensate? È giusto lamentarsi delle tempistiche di Blizzard, o bisogna comprendere ed adattarsi di conseguenza agli aggiornamenti?

Articoli Correlati:

Le Locande del Tempo sono finalmente qui. Come cambia l’Arena?

Le Locande del Tempo sono finalmente qui. Come cambia l’Arena?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come preannunciato qualche giorno fa, e soprattutto con l’arrivo della nuova patch 23.6, finalmente hanno fatto oggi il loro esordio le Locande del Tempo in Arena. O meglio, potremmo dire che hanno ri-esordito.

Già, ovviamente le Locande del Tempo non sono una novità ed anzi sono la seconda edizione di questo interessante evento per la modalità. Ma non ci ritroveremo le stesse copie delle carte del primo evento, anzi troveremo molte delle carte bilanciate ed adattate ad un Hearthstone moderno. Una novità su tutte è la rimozione dal pool di carte di Murozond che ha bisogno di un brainstorming maggiore prima di essere reintrodotto nell’evento insieme alle altre carte.

Purtroppo non si conosce la lista completa delle carte, che ancora non è stata pubblicata sul sito ufficiale, ma le restanti carte originali (più probabilmente un paio di carte del Cacciatore di Demoni) sono già in-game e Matt London, responsabile delle modalità per Hearthstone, ha svelato tutte le modifiche alle carte.

Bilanciamenti alle nuove carte di Locande del Tempo

Più in basso vi pubblicheremo le vecchie carte, in modo da cominciare a vedere le differenze con le nuove modifiche.

Le carte originali delle Locande del Tempo

Con l’introduzione delle Locande del Tempo avremo anche un ticket gratuito per l’Arena, in modo da poter provare le novità appena sbarcate.

Molti i giocatori che in queste ore le hanno provate: lo stesso Matt London ha svelato che in una run dovrebbero capitarvi da 1 a 3 carte nuove. Ci sono giocatori che ne stanno ottenendo anche molte di più, quindi incrociate le dita.

Che ne pensate di questa novità per l’Arena?

Articoli Correlati: