ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
15 anni fa nasceva la Leggenda di Leeroy Jenkins

15 anni fa nasceva la Leggenda di Leeroy Jenkins

Profilo di Stak
 WhatsApp

Leeroy Jenkins – L’11 Maggio del 2005 veniva caricato su You Tube un video che avrebbe fatto la storia di World of Warcraft, e che avrebbe creato uno dei personaggi di maggior successo tra tutti quelli esistenti nell’universo Blizzard.

Stiamo ovviamente parlando di Leeroy Jenkins , che in origine era semplicemente il personaggio di Ben Schultz, ex giocatore di World of Warcraft ed ora collaboratore Blizzard, nella gilda PALS FOR LIFE, e che oggi è invece diventato un indiscusso protagonista non solo su WoW, ma anche del celebre gioco di carte Hearthstone.

La leggenda di Leeroy Jenkins nasce durante un raid della gilda in cui era presente Ben Shultz.

Infatti, mentre il Raid Leader della gilda stava spiegando la tattica per affrontare l’encounter in modo dettagliato e rigoroso, definendo le posizioni e le abilità che ogni player presente nel raid avrebbe dovuto usare per poter fronteggiare i Whelp che infestavano la stanza dove il gruppo si trovava, Ben decideva di fare di testa sua, mandando completamente a rotoli ogni genere di preparazione del combattimento.

Mentre il RL comunicava gli ultimi accorgimenti, Ben Schultz, che era andato alcuni minuti Afk (perdendosi quindi tutta la pianificazione della strategia), tornava sul suo computer e decideva di partire caricando decine di Whelp gridando a squarcia gola su TS “LEEEEEEERROOOOOYYYY!!!” .

La mossa avventata causò la morte di tutti i personaggi presenti nel Team,  ed ai vari insulti che il povero Ben ricevette, rispose con un clamoroso ed indimenticabile : “Almeno io un whelp l’ho ammazzato!!” (nella stanza ne erano presenti una cinquantina più o meno…) .

Qui il video del clamoroso Fail!

La cosa più incredibile però, è l’enorme successo che ha avuto in rete questo video, capace di collezionare milioni di visualizzazioni e di far volare la leggenda di Leeroy Jenkins bel al di fuori del semplice mondo di Azeroth. Nel corso degli anni il caro Leeroy è stato infatti protagonista anche in:

  • Nel 2005 il video si rese protagonista di un articolo pubblicato su Pc Gamers Uk
  • La Blizzard ha inserito l’achievement “Leeeeeeeeroy!” in Word of Warcraft, una volta completato (Bisogna uccidere 50 whelp in meno di 15 secondi) conferirà il titolo “Jenkins”
  • Nel 2009 l’Armed Forces Journal pubblicò l’articolo dal titolo: “Let’s Do This!: Leeroy Jenkins and the American Way of Advising” scritto dal capitano Robert M Chamberlain, dove si parla di Leeroy e del modo americano di fare propaganda per la guerra in Iraq!
  • Leeroy è inoltre citato in film o serie televisive come How I Meet Your Mother o  Monster vs. Alien (in una scena tagliata)

Il video della citazione su How I Meet Your Mother!

In HearthStone, questo incredibile personaggio, è rappresentato dalla carta leggendaria Leeroy Jenkins (da poco finita in Hall of Fame) che, fedele alla storia, ha il bonus “carica” ed evoca 2 Whelp sul Board del nostro avversario che potranno (se non eliminati o se si è senza una provocazione sul proprio board) facilmente ucciderlo al turno successivo!

Questa è la storia del mitico Leeroy, sperando di aver almeno un po soddisfatto la fame di conoscenza di qualche player, vi invitiamo, qualora lo riteneste opportuno, ad aggiungere  dei dettagli di cui noi magari non siamo a conoscenza!

Articoli correlati: 

Arriva SNAP! Il nuovo videogioco Marvel è un card game alla Hearthstone?

Arriva SNAP! Il nuovo videogioco Marvel è un card game alla Hearthstone?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

L’annuncio è finalmente arrivato e possiamo adesso scoprire il futuro videogame della Marvel, in collaborazione con Second Dinner e Nuverse. Presentato al pubblico finalmente Marvel SNAP.

Il teaser già arrivato ieri, ci mostrava varie scene d’azione di alcuni dei maggiori personaggi Marvel e davvero in pochi avrebbero sospettato un plot twist del genere. Anche il trailer d’annuncio, che vedrete in allegato, poteva far immaginare cose diverse.

Invece a chiusura del trailer scopriamo la vera essenza del futuro gioco Marvel, un vero e proprio card game, in cui potremo dar libero sfogo ai poteri dei nostri personaggi.

Per quanto non immaginabile dai trailer, considerando il team di sviluppo, capitanato dall’ex Game Director di Hearthstone alla Blizzard, Ben Brode, avremmo dovuto sospettare di un gioco di carte collezionabili.

Marvel SNAP

Dal sito ufficiale marvelsnap.com possiamo scoprire molto del gioco in arrivo. Un frenetico card game (la durata di ogni partita è stimata sui 3 minuti), in cui potremo utilizzare un deck di 12 carte su un totale di 150+ personaggi Marvel.

Con il multiverso, ormai sdoganato anche dal MCU, avremo anche qui intere serie di carte incentrate su varianti di eroi e cattivi più famosi dei fumetti Marvel. Il gioco, poi, sarà ricco di effetti grafici e suoni, in modo da entrare in simbiosi con il mondo Marvel.

Il gioco sarà free to play e a livello di gameplay non avrà turni. Lo scopo sarà quello di collezionare “Cosmic Cubes” prima dell’avversario, giocando in contemporanea contro di lui su tre luoghi diversi. Il nostro obiettivo sarà quello di vincere su due dei tre luoghi.

Marvel SNAP sarà disponibile per Mobile e PC ed è già a disposizione di tutti la pre-registrazione su Android. Purtroppo, però, non conosciamo ancora la data di uscita ufficiale.

Insomma, tanta carne al fuoco, Ben Brode con i colleghi di Second Dinner e Nuverse (e la collaborazione di Marvel) cercherà di porterà i giochi di carte online su di un altro livello. Dallo spunto di Hearthstone riuscirà a creare il nuovo card game definitivo?

Che ne pensate di questa novità? Giocherete a Marvel SNAP? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

Articolo Correlato:

Patch Note 23.2.2 pubblicate: Drek’thar (e non solo) non sfugge al nerf

Patch Note 23.2.2 pubblicate: Drek’thar (e non solo) non sfugge al nerf

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Finalmente i bilanciamenti tanto agognati sono finalmente arrivati, o almeno le Patch Note (per le 19 dovrebbe partire l’aggiornamento) e tantissimi sono i cambiamenti che vedremo a breve.

Non sono tanti i nerf, partendo proprio da questi ultimi, ma sono fondamentali per diminuire il power level di due dei migliori mazzi del momento: Aggro Demon Hunter e Questline Hunter.

Ovviamente il centro di questi nerf è sicuramente Drek’thar che, nonostante i dubbi degli sviluppatori, riceve il nerf che cala a 1 i servitori evocati. Per aggirare il problema dell’acquisto della versione Diamante, arriverà un rimborso di 3000 gold per tutti coloro che l’avranno acquistata.

Come potrete vedere nel link in fondo, gli altri due bersagli sono uno per il Demon Hunter (Attacco Multiplo che sale a 2 Mana) e l’altro per il Cacciatore (Tiro del Flagello dei Draghi che sale a 3 Mana). Strano non siano state bersagliate carte del Control Warrior, altro padrone del meta.

C’è da considerare però che con questi “pochi” nerf arriveranno decine di buff, per quasi tutte le classi, e potremo davvero vedere se ci saranno sconvolgimenti con la crescita di potenziale di queste carte e dei loro archetipi.

Buffati i Murloc del Lock, il Colosso del Priest, carta IR:7 e carte Thief del Ladro (tra cui Tess) e le Bestie dell’Hunter. Queste sono solo alcune delle carte che vedremo sotto un’altra luce tra pochi minuti.

Non dimentichiamoci poi che alcuni bilanciamenti sono anche per Battaglia. Tra gli Eroi bersagliato il Fungomante, mentre tra i servitori sono tantissime le carte dell’ultima Patch ad essere ritoccate. Basterà?

Patch Note ufficiali di Hearthstone

Tutti questi bilanciamenti sono fatti al meglio secondo voi? Avreste nerfato/buffato altre carte o classi? E in Battaglia? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

Orange esce allo scoperto: “vi devo una spiegazione”

Orange esce allo scoperto: “vi devo una spiegazione”

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

La community in questi giorni, a sorpresa, non è stata molto attiva per l’arrivo dei buff e dei nerf che vedremo questa sera, ma ha seguito con interesse le vicende che hanno avuto per protagonista Orange.

Il giocatore è stato bannato per oltre un anno ed alcune voci e documenti viravano sulla direzione “molestie sessuali” per quanto riguarda il motivo di questo ban. Ieri finalmente Orange ha deciso di spiegare a tutti la situazione.

Evitiamo di tradurvi integralmente le sue parole per l’estrema lunghezza del testo, ma comunque in basso troverete immagini con allegato il Twitlonger con le sue parole. Abbiamo preferito non citare il tweet, che potrete trovare sull’account del giocatore, poiché Orange ha dichiarato che potrebbe cancellare il suo profilo, e quindi non avreste più una fonte su cui si basa l’articolo.

Non c’è molto da dire se non condannare tutto ciò di cui si dichiara colpevole Orange e poiché non siamo qui per giudicare oltre (come la sua situazione di salute o psicologica) preferiamo lasciarvi direttamente alle parole dell’interessato, da cui poi potrete trarre le vostre opinioni personali.

La lunga spiegazione di Orange 

Prima Parte

orange

Seconda ParteorangeTerza ParteorangeQuarta Parteorange

Che ne pensate di queste parole? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati alla questione: