Streammava i cheat di Halo Infinite su Twitch: l’ennesimo imbroglione ora bannato

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Su Halo Infinite continua l’enorme scia di ban che sta portando ad una vera e propria ondata di punizioni per alcuni imbroglioni che adesso si stanno spingendo anche a streammare le loro ”prestazioni” fornite dai cheat. Ora, sebbene questo in particolare sembra sia stato bannato, la community si sta chiedendo cosa riserverà il futuro.

L’hacking ed il cheating sono due pratiche che con il passare degli anni sono cresciute in maniera esponenziale, proporzionalmente all’aumento progressivo dei giocatori e la situazione che ha visto coinvolti innumerevoli giocatori di Warzone nell’ultimo anno senza anti-cheat, ne é la riprova.

Ovviamente, quando stai usando software terzi per ottenere un vantaggio sui tuoi avversari, la cosa più stupida che puoi fare é portare quel gameplay su Twitch, dove chiunque può non solo guardare, ma anche ‘clippare’ per poi usare quelle registrazioni contro di te.

Questo é quanto accaduto al player ”denunciato” nell’ultimo post di Mike ”Hastro” Rufail, co-owner del team degli Envy. Dopo aver vinto il secondo Open Qualifier HCS NA, la star di Halo Tommy ‘Lucid’ Wilson, è stato matchato contro un team che il giocatore aveva già incontrato in precedenza, nel quale secondo lui era presente un cheater.

 

Se questo articolo ti piace non dimenticare di seguirci sulle nostre community

La cosa ha fatto subito particolare rumore e così si è scoperto che quel giocatore accusato si trovava in quel momento in stream, dove stava lasciando a tutti la possibilità di vedere i suoi cheat in azione, facendosi cogliere con le mani in pasta, da bravo, passateci il termine, idiota.

Come chiaramente visibile dalla clip qui sopra, il giocatore ripreso, era in grado di vedere tutti i giocatori attraverso i muri e di tracciarli su tutta l’ampiezza della mappa, facilitandogli i pick dietro gli angoli e facendogli vedere chiaramente tutte le box presenti. Insomma, una situazione al limite del surreale.

Mentre l’account Twitch di questo individuo é stato eliminato, nel momento in cui scriviamo non è ancora chiaro se questo sia stato bannato anche da Halo Infinite, ma vedendo l’interesse nel tenere pulito il gioco da parte di 343 Industries, ci aspettiamo di sì.

Cosa ne pensate di questi nuovi cheat di Halo? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: 

halo cheater

Troppi cheater nelle lobby, gli sviluppatori di Halo Infinite annunciano aggiornamento all’anti-cheat

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Cheater Halo – Dopo un lancio sul mercato particolarmente promettente, al quale è seguito un periodo di stop quasi totale a causa delle festività in occasione del Natale, il team di 343 Industries sembra ormai tornato operativo al 100% ed ha deciso di occuparsi di una faccenda particolarmente fastidiosa.

Anche Halo Infinite, analogamente a diversi altri titoli FPS, ha sofferto infatti in questi mesi una certa ondata di cheater ad ogni livello di gioco. Basti pensare che alcuni hacker sono addirittura stati presi con le mani nel sacco durante lo svolgimento di importanti tornei d’oltreoceano, con decine di migliaia di dollari in palio.

Non solo cheater, ma anche grossi problemi di matchmaking tra le lamentele più comuni in community, soprattutto per quanto riguarda la modalità Big Team Battle, secondo alcuni impossibile da giocare.

Fortunatamente, in soccorso dei giocatori, è intervenuto uno sviluppatore di 343 Industries, che nel Forum ufficiale di Halo ha dichiarato che il team sarebbe in questo momento già in azione per cercare di riportare il gioco in carreggiata e la situazione di BTB di nuovo sostenibile.

”Una squadra d’assalto ha iniziato già a lavorare su un hotfix per il matchmaking di BTB, che nella build interna sembrerebbe ad ora non presentare più problemi come prima. Sebbene non possa ancora dare una data certa, non questa settimana, ma la prossima, potete aspettarvi una soluzione.”

Sappiamo che ci sono una serie di altri argomenti di cui siete ansiosi di sentir parlare, inclusi alcuni problemi con casi di cheater”, ha affermato lo sviluppatore di Halo. “Il team ha lavorato a una patch per metà febbraio che cerca di affrontare questa e altre cose, e avremo maggiori dettagli in arrivo man mano che ci avvicineremo al rilascio”.

Insomma, cosa ne pensate di queste novità? Forse si riaccende una luce di speranza per i fan di tutto il mondo? Come al solito fateci sapere la vostra!

Articoli Correlati:

Halo Infinite, i cheater non mollano: segnalati i primi player in “GOD Mode”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Purtroppo proseguono le segnalazioni da parte dei giocatori di Halo Infinite riguardo alla presenza dei cheaters nelle partite di questo fantastico sparatutto, con gli ultimi feedback che hanno addirittura parlato della comparsa della “GOD Mode“.

Per GOD Mode (o modalità Dio) si intendono quei cheaters che usufruiscono di software che li rendono sostanzialmente invincibili. I cheat più diffusi solitamente si “limitano” a puntare il bersaglio per noi, o a segnalarci l’esatta posizione di un nemico dietro ai muri…in questo caso però, il cheat “GOD mode” rende immortale il giocatore che lo sta utilizzando, a prescindere dall’arma che si sta usando contro di lui.

Questo tipo di cheat vanno totalmente a devastare l’esperienza di gioco dei player onesti, forse ancor di più rispetto ad altri programmi malevoli, annichilendone ogni minima speranza di poter restare in partita.

Il video pubblicato su Reddit ha però diviso in due gli esperti, con una parte di questi convinti della presenza di un software vietato, e con l’altra che invece è convinta si tratti di “semplice”  desincronizzazione del giocatore protagonista.

Per chi non lo sapesse, la desincronizzazione è un problema legato alla connessione per il quale l’azione che stai vedendo in tempo reale non riflette l’effettiva azione in corso.

Ecco il video in questione:

Godmode now making its way into the game from halo

Al momento quindi, resta il dubbio che si tratti o meno di un software usato per “rompere” il titolo tripla A di 343 Industries. Non appena saranno disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: