Swim lascia Gwent! Le dichiarazioni del giocatore

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il noto giocatore di Gwent (considerato il più forte nella coda classificata) Swim lascia Gwent per iniziare un nuovo progetto su Artifact.
Chi fa parte del giro dei CCG (collecting card game) da un po’ di tempo ha potuto notare che ogni volta che un nuovo competitor si affaccia nel mercato, i giocatori, professionisti e non, cominciano un lento ma progressivo spostamento. Guardando dal punto di vista di Gwent, il primo slittamento fu visibile con il rilascio di Magic Arena. Merchant fu il primo ad “abbandonare” il progetto Gwent, per far diventare il suo canale un canale di Magic.
Senza soffermarci troppo su tutti i professionisti, trattiamo ora il caso in esame.

Swim lascia Gwent

In un suo video, il giocatore più seguito di Gwent ha dichiarato di voler lasciare il gioco in funzione di incentrare il suo canale sul nuovo titolo Artifact. Ovviamente il mutamento non sarà netto, perchè il nuovo titolo non è ancora streammabile, oltre a non essere uscito formalmente. Il processo di cambiamento, previsto dal giocatore (già in atto) vede lo streaming del titolo CD Project Red, mentre dal lato YouTube una creazione di nuovo tipo di contenuti. Fintanto che non sarà possibile streammare il nuovo titolo, a quel punto ci sarà il cambio definitivo.
Il giocatore ha anche motivato questa scelta, in un modo piuttosto originale.

  • Complessità
    Sebbene Gwent sia conosciuto per essere un gioco dalla notevole complessità, Artifact si presenta come un muro ancora più alto. Questa la sfida che molti giocatori vogliono superare, tra i quali proprio Swim.
  • Competitivo
    Il nuovo titolo sembra aver riportato al giocatore quella voglia di competere che sembrava aver perso nelle ultima stagioni di Gwent, magari in funzione di una partecipazione a delle competizioni molto remunerative.
  • Cambio
    Il giocatore, nel suo discorso, espone un problema non da poco, ossia la saturazione della voglia di trattare un contenuto. Artifact si mostra quindi per lui una ventata di aria fresca.
  • Carriera
    Ultimo punto della trattazione è l’aspetto della carriera, il nuovo titolo di fattura Valve farà, molto probabilmente, parte di quella serie di titoli dall’alto compenso economico e d’immagine. Questo uno dei punti che più attrae i giocatori.

Probabilmente la community mondiale di Gwent non si sarebbe mai aspettata che il giocatore di punta, quasi-simbolo, del gioco stesso a poche settimane dall’uscita di Gwent Homecoming prendesse un’altra strada. Ma così è, anche se in modo graduale.
Conclude il video lasciando un po’ l’amaro in bocca a tutti, comunicando che in una parte di lui Gwent rimarrà sempre. Vi invitiamo se siete interessati, a vedere il video completo e ad esporre i vostri pareri a riguardo.

Eugenio "Paesano" Fofi

Studente di ingegneria elettronica all'università La Sapienza, di Roma. Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba, con discreti risultati nei tornei raggiungibili. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti