Northern Realms Grinder Foltest Engine: Analisi

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Buongiorno ragazzi e bentrovati con il nostro solito appuntamento con le analisi scritte e video dei decks più giocati di Gwent.
Oggi vi porto la versione Grinder Foltest dei Regni Settentrionali, una lista tunata per andare virtualmente contro tutti i matchup in ladder.

Gameplay

La strategia principale del deck è quella di sfruttare la microsinergie delle nostre carte neutrali unite alle macro sinergie di fazione per sviluppare punti flat e removal grossi.
La possibilità di sfruttare nell immediato le meccaniche virtualmente lente delle nostre fortissime carte ordine ci viene fornita dal nostro leader Foltest che col suo effetto puo’ fornire fervore ben tre volte alle nostre unità.
Come removal grossi possiamo contare su Gaunter o’Dimm, Seltkirk di Gulet e Geralt di Rivia che, virtualmente, possono rimuovere qualsiasi minaccia grossa dal terreno avversario; mentre la nostra combo di Unicorno/Chironex e il Witcher Trio ormai entrambe onnipresenti in molti deck T1 ci danno la possibilitò di svilupare flat point, thinnare il deck e rimuovere e buffare le nostre unità engine per difenderle da eventuali spari avversari.
Ma oltre a queste meccaniche flat possiamo contare su un comparto bronzo che sinergizza molto bene con alcune delle nostre carte oro piu importanti, difatti Anna Strenger e Vysogota di Corvo (le nostre 2 principali fonti di punti over-time a turno lungo), trovano una sinergie eccezzionale nelle nostre unità Tridam: Fanteria e Bande Blu: Commando che, unite al resto del nostro comparto bronzo sviluppano una considerevole quantità di punti nel round 1 e nel round 3 soprattutto.

                                                                                                                                          La Lista

Conclusioni

Questo è un deck molto particolare ma estremamente forte se pilotato a dovere unico punto debole il thinning non eccessivo che rend eun eventuale round corto un pò draw dipendente ma abbiamo il nostro leader unito alle nostre carte ordine che possono fixare nella maggior parte dei casi questa debolezza.
Nel complesso è un deck tra i migliori dei Regni Settentrionali capace di gestire ogni matchup.
Vi invito al solito a guardare il video per approfondimenti su Card Choice, eventuali sostituzioni e strategia specifica e non dimenticate di dare un occhio alle partite dimostrative da metà video in poi per vedere come gestire matchup difficili come deck Sihil e Movement Scoiatael.

Buona Visione!