Abc


In questo primo episodio dello speciale dedicato al successo dei Quantum Leap in Blackrock Foundry, analizzeremo questo raid dal punto di vista di un Healer grazie anche alla partecipazione di alcuni dei protagonisti!
Insieme al sottoscritto, nei meandri dei fight della Fonderia, ci sarà Cylian, sciamano restoration e già autore di alcuni video molto interessanti e che mostrano il PoV di un Healer!

C

 

 

 

La Fonderia dei Roccianera vista dagli Healer

Gruul

In questo fight sarete assegnati presumibilmente ad un simbolo che dividerà il raid in 2 o 3 gruppi, a seconda della strategia.
Sostanzialmente, come per i Dps, è un fight molto statico che mette alla prova la vostra capacità di counterare i danni dello Slice al netto di brevi e prevedibili movimenti (evitare lo smash e spostarsi per il petrify non vi occuperanno piu’ di qualche secondo).
Utilizzerete i vostri cooldown durante gli Slice e/o durante la cd. fase 2 in cui Gruul tira smash su smash, stando attenti, nel caso di cd “channelled” di avere un fox o di spostarsi prontamente pena la morte.
Modalità Mythic : In questa modalità appariranno delle palle di fuoco sul campo di gioco ma sono facilmente evitabili e creano un pericolo modesto.

Oregorger

Il Goren concentra i suoi pericoli maggiormente nella fase statica dove, specie in modalità Mythic, richiede una serie di cooldown (sui tank e sul raid) per ridurre i danni altrimenti letali.
La fase 2 (comunemente definita di roll) è molto semplice in tutte le difficoltà se viene gestita correttamente dal raid; guardate il video per trovare una strategia intelligente da usare per ridurre al minimo la durata della fase rimanendo tutti uniti.

 

Blast Furnace

Probabilmente uno dei fight piu’ ostici del raid, Blast Furnace richiede in p1 una concentrazione massima su qualsiasi sia l’assegnazione ; se si è sul tank centrale, si dovrà stare attenti agli enormi danni che prende, se si è sul raid, si dovrà gestire in modo “esclusivo” quei tot giocatori del proprio lato e, in modalità Mythic, in particolare il priest addetto ai mind controls.
La fase 2 alza ancora l’asticella con danni continui sul raid a causa dei continui Blast e dei Volatile Fire,mentre la fase 3 può creare problemi solo se si è davvero a corto di mana e/o cd.

Hans’Gar & Franzok

Hans&Franz mettono a dura prova tutti ma in particolar modo gli healer non tanto per i danni sul raid ma perchè dovranno curare muovendosi ed evitando “ground effects” come le piastre e le presse che, se presi, oneshottano il giocatore. Sottolineiamo la difficoltà per gli healer data la loro peculiarità che li vuole attenti ad un “raid frame” che riduce quindi l’attenzione del giocatore ai movimenti se si vuole massimizzare il potenziale curativo. Consigliamo per questo motivo di usare i cd difensivi nelle fasi in cui non solo sono presenti le presse ma anche i dannosi Body Slam.

Flamebender Ka’Graz

Ka’Graz viene considerato un fight “pushover” di BRF ovvero uno di quelli molto semplici e lo è anche da healer; stare lontani gli uni dagli altri, spostarsi rapidamente dal fuoco, andare in melee col grande cerchio è tutto ciò che si deve sapere per affrontare il fight; vi verrà chiesto di tirare un cd durante “l’AoE” del boss, nulla che non sappiate già fare!
Modalità Mythic: I cani sono di piu’ e la strategia piu’ comune li vuole vicini ai melee per un cleave generale. In questo caso da healer vi consigliamo di tirare dei cd esterni sui fixati che prendono ingenti danni.

Kromog

Il gigante Kromog è un fight di posizione e di tempistiche; da healer bisognerà avere a mente quando tirare il proprio cd per lo stone breath e posizionarsi rapidamente sulla runa assegnata dal raid leader.
In modalità Mythic apparirà anche una fase aggiuntiva che richiede solo attenzione a non morire dagli “spuntoni” nel terreno, altrimenti non comporta particolari responsabilità per gli healer.

 

Beastlord Darmac

Spesso il primo boss affrontato in modalità Mythic, Darmac è un fight sulla carta molto “complesso” ma che, probabilmente per un tuning leggero, è anche semplice.
Da Healer bisogna tenere a mente che ogni bestia compie un’abilità ben specifica e alla sua morte potenzia il boss con la stessa abilità.
Per questo motivo il Lupo bbb (ingenti danni raid, tirare un cd!) e salterà su giocatori a caso applicando un dot molto dannoso; l’elefante caricherà un avversario o potrà tirare un grande AoE, la viverna sputerà fuoco e dazerà i nemici e il Clefthoof creerà enormi void a terra e sparerà cannonate. Imparate queste abilità e capite quali sono quelle che il boss prende, bisognerà avere a mente quando tirare il proprio cd (in genere corrisponderà ad un Tantrum (l’aoe dell’elefante, che poi è appresa dal boss per tutto il fight) specifico.

Operator Thogar

Thogar , o meglio conosciuto come il boss dei “treni“, pone pochi pericoli ad un healer in modalità normale ed eroica dato che la causa di morte principale dei colleghi giocatori è un danno non curabile (il prendere un treno in faccia!!!).
Diverso è in modalità Mythic dove, a seguito di alcune aggiunte particolari, come il treno deforestatore che danneggia gravemente il raid con un dot di fuoco, si è costretti a subire ingenti danni e a fare spostamenti molto dettagliati che comportano quindi la necessaria valutazione dell’utilizzo dei cd. In particolare andrà assegnato un cd dopo che il raid avrà attraversato il fuoco incrociato di due deforester, provocando in modo inevitabile “almeno” due stack di fuoco (ma sono comuni anche 3 per le classi piu’ lente!). Valutate anche l’utilizzo di cd in presenza di molteplici add, specie se tra loro è presente il Man-At-Arms, uno dei piu’ pericolosi.

The Iron Maidens

Le Iron Maidens sono un fight particolare e l’ennesimo dove il ruolo del curatore non è tanto quello di curare “sempre” ma quello di saper gestire alcune emergenze. Divideremo questo fight per ruoli data la tipologia variegata di assegnazioni che potranno essere fatte dal raid leader ad ogni curatore.

  • L’Healer della Nave : Al giro di Admiral, un healer dovrà salire assieme a 5 Dps e curarli da un cono frontale molto dannoso. Dovrà essere pronto a consumare molto mana perchè è necessario che non muoia nessuno pena il rischio di non terminare in tempo sulla nave
  • L’Healer assegnato ai Dispel: Questo compito delicato inizia nel momento in cui Sorka arriva a 30 Energy; il curatore dovrà rapidamente tirare un external sul debuffato e dispellarlo immediatamente.
  • L’Healer assegnato al Warlock: Il Warlock tankerà l’abilità di Sorka per tutto il fight e arriverà a prendere anche 6-700k di danno nella parte finale del fight; è molto indicato un priest discipline col talento Clarity of Will per evitare che il lock esploda.

In fase finale tireremo invece la maggior parte dei CD di cura perchè è l’unico momento in cui ci saranno davvero danni sul raid se tutti giocano correttamente.

Blackhand

Il Boss finale della Fonderia, Blackhand, non è semplice per gli Healers; richiede la massima preparazione in p1 dove andranno inseriti praticamente tutti i cooldown raid a disposizione per curare gli enormi danni del Demolition. La fase 2, di assestamento, richiede attenzione ai tank e ai raid damage che prenderete in base alla veloce o meno riuscita delle balconate.
La p3, brutale come la p1, richiede posizionamento certosino e utilizzo a cascata dei cooldown; tutto sommato è un fight ben scandito dal punto di vista delle healing e se non cadrete nell’errore di “buttare” il vostro cd avrete sempre modo di tirarlo in modo piu’ efficiente ed efficace possibile.