Guida alle Tech-Card! Da Febbraio ad Aprile, le carte che possono salvarti le partite.

Guida alle Tech-Card! Da Febbraio ad Aprile, le carte che possono salvarti le partite.

Profilo di davide-L
 WhatsApp

Oggi vi presento una piccola guida su delle carte speciali che nel mondo di Hearthstone prendono il nome di Tech Card.
Innanzitutto, cosa sono ed a cosa servono?
Queste carte hanno effetti unici nel gioco, la maggior parte delle volte.

Sono effetti che visti di primo acchito possono sembrare inutili o non performanti ma se queste carte vengono inserite nel giusto mazzo possono rivelarsi incredibilmente potenti.
Le Tech Card sono carte che grazie ad il loro potere possono darci un vantaggio in qualche Match Up non proprio favorevole.

Andiamo ad analizzarle, ma dato il grande numero di carte con questa funzione la guida sarà spezzata in due parti; la prima parte sarà dedicata alle carte generiche mentre la seconda parte verrà dedicata alle carte di classe.

Maestra del Mojo Zihi : Carta uscita con la nuova espansione di Rastakhan. Permette pagando sei mana di impostare i cristalli di entrambi i giocatori a cinque.

La potenza di questa carta è sorprendente. Molte volte è capace di vincere da sola alcune partite, ad esempio contro tutti i mazzi Mechathun.
Se questa carta viene giocata con il giusto tempismo, noi blocchiamo qualunque giocata del nostro avversario per ben tre turni (nel caso di Mechathun).
Inoltre è ottima anche in alcuni mazzi aggressivi, dato che può essere giocata per bloccare un’eventuale rimozione del nostro avversario (Es. urlo psichico costa sette mana, quindi impossibile giocarla dopo la Mojo)

Molto difficile da usare, bisogna prevedere le giocate del nostro avversario.
Craft consigliato solo se siete dei giocatori esperti, altrimenti questa carta potrebbe semplicemente rubarvi uno slot e risultare inutile.

Zola la gorgone : Carta a costo 3 mana con statistiche basse, ma che permette di prenderci in mano una copia di un nostro servitore. La potenza di questa carta la posso racchiudere in una parola: VERSATILE. Il suo uso lo consiglio in un mazzo controllo. Perché?  Può essere usata per ottenere un servitore potente in più (Es. in un control mage può essere usata per copiare il nostro Jan’Alai, il Dragofalco) . Gera89 grazie a questa carta è riuscito a ribaltare molti Match Up negativi usando la tecnica del triplo silence, ovvero copiava il Gufo Beccoforte per avere un servitore con silenzio durante la partita. Ovviamente il potere di Zola non si esplica da sola, bisogna avere una precisa strategia per giocare questa carta, ma sicuramente vale la pena usare uno slot per una carta così versatile.

Meccanista Granfavilla : Questa carta può risolvervi molti, ma davvero molti, problemi. Servitore al costo di tre mana, con statistiche 3/3 che permette di trasformare una servitore in campo  in uno scoiattolo 1/1 od un dinosauro 5/5. Ovviamente tutto casualmente. Carta consigliata se vi trovate a fronteggiare molti Clone Priest. Perché? Perché se state giocando un mazzo control che non sia un mago od uno sciamano, con questa carta avete la possibilità di trasformare un servitore chiave dell’avversario in un altro.
Contro prete questo significa rimuovere dal gioco una carta come profeta velen o Malygos e quindi bloccare la loro combo devastante.
Inoltre il servitore trasformato in scoiattolo o dinosauro verrà, molto probabilmente, rievocato dalla loro magia a 7 mana, compromettendo ancora di più le loro giocate.
Per sfruttare il suo potere in modo perfetto, sarebbe ottimo se il nostro avversario fosse costretto a giocare una delle sue carte chiave dalla mano e che non abbia altri servitori in campo. Inoltre questa carta ha un ottima sinergia con zola la gorgone .

Tecnocontrollore : Carta che non vede gioco da un po’ di tempo, servitore a tre mana 3/3 che permette di prendere il controllo di un servitore avversario se quest’ultimo ne controlla quattro o più. Altra possibile giocata contro la magia a 7 mana del prete, ma molto più randomica.
Inoltre questa carta può essere utilizzata contro la spellstone del cacciatore. Ovviamente in questo meta non riesce ad esprimere il massimo delle sue potenzialità, ma in passato ha avuto momenti di gloria. Terrore dei giocatori di Arena che hanno tirato un sospiro di sollievo dopo che è stata bannata da questa modalità.
Non credo che in questo momento possa essere utilizzata, forse un nuovo archetipo di Sciamano potrebbe riportarla in auge, ma a questa classe manca una win condition solida.

Cavaliere Nero : Servitore con costo di sei mana, statistiche 4/5 ed un grido di battaglia che recita: “distruggi un servitore nemico con provocazione”. Ottima giocata in tempo per un mazzo pari, sicuramente da giocare se vi trovate contro molti mazzi che giocano il Re dei Lich . Poter rimuovere un servitore del genere mettendo un 4/5 in campo è una giocata molto forte in mazzi aggressivi e midrange, ma non è sempre detto che trovi il giusto valore all’interno di una partita. Da valutare a seconda dei mazzi che incontrate.

Ispettrice Capo : Servitore 4/6 a costo 5 che ci permette di distruggere i segreti avversari. Se incontrate molti Secret Hunter questa carta potrebbe tentarvi, soprattutto se giocate Odd Paladin. Carta situazionale, dipende molto da come gioca il vostro avversario ed inoltre risulta una carta morta in molte partite. Da valutare anche questa, probabilmente potete scegliere di meglio per questo slot.

Spezzamente : Ennesimo servitore a tre mana. Statistiche buone ed un potere che blocca ad entrambi i giocatori l’uso del potere eroe. Ottimo contro molti mazzi, sicuramente contro paladino in entrambe le versioni (Odd e OTK). Può trovare spazio in molti Match Up, tra cui Odd Warrior o il potere eroe di rexxar il predamorte .
Anche questo servitore è molto versatile, l’unica pecca è che può essere rimosso con abbastanza facilità dai mazzi cui da fastidio. Può però ritardare di un turno la giocata dell’avversario.

Senzavolto Mutante : Servitore con costo 5 mana che permette di copiare un altro servitore in campo. Carta situazionale, potrebbe risultare ottima in un control warrior in caso tornasse in meta un archetipo che usa il cubo carnivoro .
Altro utilizzo possibile in mazzi che giocano qualche magia che può fare danni all’eroe nemico, così in caso di una partita contro prete si può usare questo servitore per copiare Profeta Velen per poi ridurre a zero i punti vita del nostro avversario sfruttando il suo potere. Ripeto, questa carta è situazionale ma se usata in modo corretto potrebbe dare grandi soddisfazioni.

districatore nerubiano : Servitore a 6 mana con statistiche 5/5 che aumenta di due il costo di tutte la magie. Carta poco usata, ha visto gioco in alcuni zoo-lock in passato ma è stata presto dimenticata.
Ora si usa nel Deathrattle Hunter, perché grazie al cubo carnivoro risulta molto facile averne due in campo contemporaneamente.
Si, ma perché avere due di queste piuttosto che due King Krush ? Perché nel momento in cui state giocando contro prete ed avete due copie di questa carta in campo impedite al vostro avversario qualunque tipo di risposta.
Le magie più forti del prete costano 7 e 9 mana, quindi portandone il costo sopra i 10 cristalli il vostro avversario non potrà rimuovervi i servitori. §Questa è una delle strategie possibili, ma è ottima anche in un mazzo aggro che gioca poche magie, dato che può essere usata per giocare attorno ad una rimozione ad area.

Geist Predatore : Ultimo servitore, il geist. Costo di sei mana, un body 4/6 ed il grido di battaglia che rimuove da entrambi i mazzi e le mani dei giocatori le magie che costano un mana. La Blizzard ha rilasciato questa carta per contenere il dominio di un famosissimo mazzo, il Jade druid.
Ora in meta non è una tech card eccezionale, avete una partita vinta contro mechathun druid e subite qualche danno in meno da un clone priest, ma ritengo che maestra del mojo zihi gli sia superiore. Può trovare spazio nell’ even lock, in caso si incontrino molti guerrieri.

In questo Match Up è importante giocare il geist predatore prima di giocare i nostri giganti di montagna , così da ridurre al minimo le rimozioni del nostro avversario.

Spero che vi possa risultare utile questa piccola guida, se qualcuno di voi usa in modo differente qualcuna di queste carte o pensa che ci siano altre Tech Card degne di questo nome non deve esitare a lasciare un commento.

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Warzone: Teep e Zlaner mostrano le loro versioni originali per TYPE100 e STG44!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Type100 e Stg44 – Benvenuti in un nuovo speciale dedicato alle migliori armi viste in azione nella scena competitiva di COD Warzone.

Oggi ci dedicheremo a due armi estremamente note e giocate, che tuttavia presentano delle versioni decisamente originali.

La prima arma di cui vi vogliamo parlare è la Type100, una delle SMG più forti al momento su Warzone.

In questo caso osserviamo una singolare versione di Type100 sprovvista di accessorio alla canna, un fatto assolutamente singolare che tuttavia abbiamo già riscontrato in passato su Warzone.

La versione proposta appartiene a Zlaner, indiscutibilmente uno dei CC più seguiti ed apprezzati di tutta la scena globale di Warzone.

Warzone, per Teep la STG44 con calcio speciale

L’altra arma “speciale” che vogliamo vedere qui, è poi l’STG44 proposto da Teep, una versione del devastante AR che probabilmente vi coglierà alla sprovvista. Invece di affidarsi al noto calcio VDD Controbilanciato, Teep ha infatti preferito optare sul Konstanz Tattico, accessorio che pare renda l’arma ancor più stabile del normale.

Sui colpi Teep predilige i 50 Gorenko, mentre ieri raccontavamo come, a livello di TTK, siano preferibili i KURZ a tamburo (troverete qui altri dettagli).

Le versioni dello speciale:

Loadout consigliato da Teep per STG44
Loadout consigliato per Type 100 (senza canna) da Zlaner
Loaddout consigliato da S7ormyTV per WELGUN
Loadout consigliato da TimTheTatman per Ripulitore
Loadout consigliato da DiazBiffle per MAC10

Cosa ne pensate di queste versioni community? Fateci sapere la vostra nei commenti in community! La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Quanto conoscete Hearthstone? Mettetevi alla prova con Rarran

Quanto conoscete Hearthstone? Mettetevi alla prova con Rarran

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ormai Hearthstone ha la veneranda età di 8 anni e tantissima acqua ne è passata sotto i ponti. Molti giocatori sono novizi ed hanno provato il gioco davvero da poco, ma ci sono giocatori che da anni frequentano la Locanda di Warcraft.

Ed è qui che tra una partita e l’altra, tra una Battaglia ed un match di Mercenari, abbiamo visto passare centinaia di personaggi e decine di espansioni con le proprie avventure. Ed è qui che ci chiediamo: quanto conosciamo Hearthstone?

Rarran, content creator del gioco ha tentato di mettere alla prova uno dei volti più noti di tutto il panorama hearthstoniano. Parliamo del noto Regiskillbin che ogni giocatore da ogni parte del mondo ha visto almeno una volta.

Regiskillbin ha letteralmente passato i suoi anni sul gioco di Blizzard e sembrerebbe scontato mettere alla prova una personalità del genere, ma la sfida di Rarran, come potrete vedere in allegato, è davvero ardua.

Noi, insieme ai due content creator, possiamo provare a testare la nostra conoscenza di Hearthstone. In pratica Rarran sottopone a Regis tutta una serie di carte che il content creator americano dovrà riconoscere in carte vere o false.

Ma attenzione, non è così facile come sembra, le carte false potrebbero sembrare a tutti gli effetti vere, anche solo un piccolo dettaglio (come il logo dell’espansione o una parola dell’effetto) potrebbero invalidarne la veridicità.

Il video di Rarran e Regiskillbin

Allora? Voi quante ne avete indovinate? Siete dei veri esperti di Hearthstone? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

Bel’Veth: ecco la cinematica che presenta il campione

Bel’Veth: ecco la cinematica che presenta il campione

Profilo di Rios
 WhatsApp

In questi minuti Riot ha rilasciato una nuova cinematica dedicata a League Of Legends, che presenta ufficialmente Bel’Veth: il nuovo jungler. La clip parte subito dopo il finale di The Call (il video che ha aperto la stagione) ed ha anche Kai’Sa come protagonista.

Benché la cinematica non ci mostri ufficialmente il kit del campione, possiamo vedere qualche particolarità che rimanda a quel leak mostrato diversi giorni fa. Ancora manca qualche giorno al reveal completo ed al debutto sul PBE, ma qualche cosa interessante si è intravista.

L’imperatrice del Vuoto è pronta a mettere a ferro e fuoco Runeterra, in quello che si preannuncia essere un nuovo evento di lore.

Ecco a voi Bel’Veth

La cinematica

Come detto in apertura di articolo, la cinematica “Tutto ciò che sarà” parte subito dopo la fine di “The Call“, mostrandoci cosa è successo a Kai’Sa dopo la lotta con Rek’Sai. Molti si ricorderanno che la Figlia del Vuoto si è gettata in un tunnel, successivamente chiuso con delle rocce da Taliyah.

Subito dopo essere atterrata, la nostra Kai’Sa trova dei resti di una città consumata, con dei richiami shurimani abbastanza chiari. Alle sue spalle, però, un’ombra inquietante si agita: è Bel’Veth colei che è “tutto ciò che il vuoto ha consumato“.

Da lì in poi inizia un breve combattimento, in cui la Figlia del Vuoto ha nettamente la peggio, ritrovandosi inerme davanti alla potenza di Bel’Veth, L’Imperatrice ha un solo ed unico obiettivo: divorare tutto il mondo di Runeterra attraverso la potenza e la fame continua del Vuoto.

Nel video ci viene anche mostrata la forma finale del nuovo campione, che più volte è stata nominata nei leak che si sono susseguiti in queste settimane. Inoltre la stessa Kai’Sa viene catturata dall’Imperatrice, diventando poi corrotta come nella splashart che vi abbiamo mostrato qualche tempo fa.