Analisi delle carte del Nucleo Ardente

Analisi delle carte del Nucleo Ardente

Profilo di Aerial
 WhatsApp

Sono passate alcune settimane dal rilascio della prima ala del Massiccio di Roccianera, e l’effettiva utilità di alcune carte inizia a delinerarsi maggiormente, benchè sia ancora prematuro decretare con certezza quali saranno i futuri sviluppi del meta (è tutta da scoprire la reale efficacia delle interazioni tra draghi, e molte altre carte devono ancora essere rilasciate).
Cercheremo però di analizzare con maggiore chiarezza qual’è l’impatto di queste nuove carte sul meta corrente, e aggiorneremo questo articolo ogniqualvolta ci saranno variazioni degne di nota, che comporteranno variazioni nell’importanza di ciascuna carta.
Come già proposto nelle guide e valutazioni delle carte di Naxxramas, ad ogni carta sarà assegnato un voto, in modo da venire incontro ai giocatori indecisi nell’acquisto delle singole ali. Il voto va da 1 a 5, e potete consultare la legenda a fine articolo per comprendere meglio il significato.

La Druida della Fiamme è probabilmente la carta meno flessibile tra tutte quelle “a doppia scelta” a disposizione del Druido: trasformarlo in un 5/2 non appare infatti un’ ipotesi particolarmente vantaggiosa, se non in situazione veramente rare e particolari. Trovandoci quindi ad analizzare sostanzialmente un 2/5 dal costo 3 diciamo che le statistiche non sono fuori parametro (il riferimento è il 3/4) ma solo spostate in ottica difensiva, il che lo rende una buona risorsa nei mazzi control di livello base, da far triggare con Marchio Selvaggio o un Difensore di Argus.

Valore carta: 2/5

L’abilità del Blackwing Technician è: “Grido di battaglia: se hai in mano un Drago, ottiene +1/+1.” Questo vuol dire che, se attivata, possiamo schierare subito un 3/5, il che costituisce nuova nuova frontiera per i drop da 3 mana (che hanno come riferimento le stats 3/4 del Carroragno). A differenza del Drago Affamato, qui non dovremo neanche subire rovesci della medaglia, se non far sapere all’avversario che abbiamo effettivamente almeno un “Drago” tra le carte della nostra mano.
La sua fortuna è legata al successo che riscuoteranno i mazzi basati su una forte presenza di Draghi, ma le stats sono certamente incoraggianti. Il voto è quindi legato all’ipotesi che almeno un mazzo “Draghi” diventi un Tier 1 in un futuro meta. Se così non dovesse essere la sua valutazione calerebbe bruscamente.

Valore carta: 4/5

Il capobanda Imp ha statistiche solo leggermente sotto la media. che possono però essere facilmente compensate dal suo potere, non solo in ottica anti-aggro, ma anche puramente aggressiva, in quanto la necessità di tradare si trasformerà in una risorsa per riempire al contempo il nostro board. Pick ulteriormente utile in quanto demone, si è ricavato un posto fisso a livelli competitivi.

Valore carta: 5/5

Carta estremamente scenografica, il Majordomo (che a Molten Core era la fidata spalla del Signore delle Fiamme), alla sua morte, trasformerà il vostro eroe in Ragnaros stesso!! Analogamente a quanto succede con Lord Jaraxxus avremo a disposizione una nuova immagine, un reset degli HP (a 8) e un nuovo potere eroe, che con 2 mana scaglierà una potente palla di fuoco da 8 danni su un avversario casuale.
Purtroppo, benchè metta immediatamente l’avversario di fronte ad un 9/7 e renda disponibile un potere eroe incredibilmente potente, il reset degli HP a 8 è davvero poca cosa, dal momento che ci troveremo costantemente in range di lethal da parte di qualsiasi mazzo (anche base). Questo rende Executus ingiocabile a livelli competitivi, ma può regalare soddisfazioni impagabili in partite normal “for fun”, per questo il suo voto è stato leggermente ritoccato in positivo.

Valore carta: 2/5

Il Lanciatore d’Asce ha un potere piuttosto singolare: quando subisce danni, infligge 2 danni all’eroe nemico. Questo si traduce con un massimale di 10 possibili danni inflitti passivamente dalla nostra nuova creatura, anche se non sarà facile far si che questa situazione si realizzi. Dovremmo essere noi stessi ad intervenire per “ferirlo”, attingendo tra le molte soluzioni a disposizione di Garrosh. Non sarà però affatto facile sfruttare completamente il suo potere e le sue statistiche non ne incoraggiano il pick, anche se, insieme al Cliente Torvo, può portare buoni risultati in un mazzo Guerriero Base che si basi sulla Furia.

Valore carta: 2/5

In molti si sono lamentati, dopo l’uscita di Naxxramas e soprattutto GvG, della scarsa quantità di contenuti di qualità rilasciati per lo Sciamano. Per cercare di sovvertire la situazione che vede il povero Thrall scivolare sempre più in basso nelle scelte dei giocatori, arriva la Folgore di Lava. La magia permette infatti di sbloccare tutti i cristalli di mana con sovraccarico ed infligge 2 danni diretti. Verranno sbloccati sia i cristalli bloccati nel nostro turno, che quelli del turno successivo. Poter usufruire di carte molto potenti e virtualmente senza la penalità del sovraccarico, rende le giocate dello Sciamano estremamente performanti, senza contare i due danni diretti garantiti dalla spell. Insieme al nuovo Distruttore di Fuoco si tratta di una carta alla quale sarà impossibile rinunciare per giocare Thrall a livelli competitivi.

Valore carta: 5/5

Legenda dei Voti

Voto 1: Carta pressochè inutile
Voto 2: Carta utilizzabile nei mazzi Base (mazzi di giocatori che hanno una collezione ancora piuttosto scarna)
Voto 3: Carta utilizzabile in mazzi Base ed Intermedi (risulterà utile ai giocatori che hanno accesso ad una buona quantità di carte ma non abbastanza strutturata da poter costruire mazzi competitivi per la scalata al rank Leggenda)
Voto 4: Carta utilizzabile in mazzi competitivi
Voto 5: Carta molto utilizzata in mazzi competitivi o insostituibile in alcuni di primissimo livello.

LEC: i G2 si riprendono il derby d’Europa

LEC: i G2 si riprendono il derby d’Europa

Profilo di Rios
 WhatsApp

La quindicesima giornata della LEC inizia a far sudare freddo tutti i fan dei Fnatic, protagonisti oggi di una sconfitta durissima nel derby d’Europa. Gli arancio-neri sono stati stompati brutalmente dai G2 Esports, che continuano a migliorare progressivamente.

MAD Lions, invece, chiudono sullo 0-2 una settimana catastrofica per loro, che però gli regala la qualificazione sicura per i playoff ed un primo non ancora minacciato. Infatti i Rogue hanno perso contro gli SK Gaming, permettendo così agli ex campioni di rimanere tranquilli.

Ormai manca pochissimo alla fine della stagione regolare, e tutti i team si giocheranno il loro destino nella prossima super-week.

La quindicesima giornata della LEC

Il ratto degli Astralis

La prima partita di questo sabato della LEC è stata folle, una vera e propria montagna russa di emozioni, che ha causato infarti multipli ai fan degli Astralis e dei Vitality. Le due squadre si sono scambiate il vantaggio più volte, nonostante i francesi avessero iniziato in modo quasi perfetto.

Perkz e compagni, infatti, erano riusciti ad imporre una dominazione su tutte le lane ed anche nei match-up che dovevano essere perdenti, grazie ad un Haru che ha cancellato Xerxe dalla mappa. Con queste premesse ci si aspettava una partita ben diversa, ma gli Astralis hanno tenuto durissimo.

I danesi hanno aspettato con pazienza, prendendo quelle poche risorse che erano concesse. Questo stile di gioco è stato fondamentale per loro, in quanto ha riportato in partita il Twitch di Kobbe. Grazie a questo campione la squadra ha iniziato a vincere fight su fight, anche se il vantaggio in gold era sempre dalla parte dei Vitality.

La differenza per la vittoria finale l’hanno fatta gli errori singoli commessi in late-game, specialmente dal lato dei Calabroni. A causa di due errori gravi, uno dei quali commessi da Alphari (trovato fuori posizione poco prima del fight al Drago Anziano), i Vitality hanno dovuto rinunciare alle loro speranze di portare a casa un punto importantissimo per la classifica. Gli Astralis sono stato bravissimi nel capitalizzare tutte le occasioni offerte, prendendosi una vittoria tanto insperata quanto meritata.

Miracolo di Natale

Siamo ancora un po’ lontani dal periodo natalizio, ma oggi i BDS hanno deciso di regalarci un miracolo, degno dei migliori film dedicati alla festività. La squadra elvetica, infatti, ha trovato la sua seconda vittoria in questo summer split della LEC, contro un avversario tosto come gli Excel.

Certo, gli XL non sono più quelli di inizio stagione, ma erano una minaccia difficile da affrontare per la squadra “free win” di ogni settimana. Nonostante questa premessa, abbiamo visto un ottimo livello di gioco da parte di NUCLEARINT e compagni.

La squadra ha giocato secondo quelli che sono i suoi canonici dogmi, prendendo un buon vantaggio in early-game, ma riuscendo questa volta a farlo fruttare anche nel resto della partita. I ragazzi sono stati bravi a sfruttare tutti gli errori dei loro avversari ed a giocare secondo le proprie condizioni di vittoria.

Per la prima volta in questa stagione abbiamo visto un team in questi BDS, unito e pronto a muoversi come una singola unità. E questa caratteristica è stata visibile durante i fight, quando gli svizzeri hanno messo in mostra la loro reale forza. E’ stato comunque difficile per loro portare a casa questa vittoria, hanno dovuto sudare molto ma comunque hanno meritato il punto conquistato.

Un altro scivolone in draft

Esattamente come successo nella giornata di ieri, i MAD Lions sono scivolati nuovamente in draft, dimostrando una lettura del meta non proprio brillantissima. Prendere Zeri quando TwitchYuumi sono disponibili non è proprio una mossa molto furba, anche per il primo team della LEC.

Infatti le ragioni di questa sonora sconfitta sono da ricercarsi proprio in quei due pick, che hanno permesso ai Misfits di vincere ogni fight passato un certo minutaggio. I Leoni spagnoli hanno fortemente sottovalutato lo scaling del Ratto zaunita, forti forse dei piccoli vantaggi ottenuti in early-game ottenuti su uno Zanzarah poco brillante oggi.

Purtroppo questo non è stato abbastanza per contrastare la forza di Twitch, che grazie alla copertura costante di Ornn ed alle cure di Yuumi ha potuto fare tutto quello che voleva durante le schermaglie. Una vittoria importantissima per i Misfits, che porta la squadra sempre più vicina alla conquista dei playoff.

Composizione troppo audace

Rogue hanno provato ad innovare, ma le cose non sono andate proprio nel verso giusto. I pick di PantheonTaliyah non sono stati giocati nella maniera corretta, ed anzi sono diventati assolutamente inutili in brevissimo tempo.

Purtroppo Malrang non è riuscito a sfruttare correttamente il potere aggressivo da early-game del suo campione, optando per un farming della giungla continuo e quasi insensato. Questo fattore ha permesso a Gilius di gankare a ripetizione la corsia inferiore di Comp e Trymbi, che con Sivir ed Ashe non sono riusciti ad avere un impatto su questa partita.

Gli SK Gaming sono stati bravissimi ad inserirsi nelle crepe evidenti dei Rogue, sfruttando così l’incapacità del team di giocare per le proprie condizioni di vittoria. Un punto davvero cruciale per la squadra tedesca in ottica playoff, che gli permette di sperare ancora e puntare tutto sulla prossima super-week.

Il derby d’Europa

L’ultimo match di questa giornata di LEC ci ha offerto un derby d’Europa incredibile, che ha visto i G2 stompare con forza i poveri Fnatic. La squadra arancio-nera ha praticamente perso il match già nelle fasi di draft, dimenticandosi di draftare una fonte di DPS ulteriore oltre all’Azir di Humanoid.

Inoltre prendere Ezreal per contrastare Draven ed un Jarvan IV in toplane per bloccare Sejuani non è proprio una mossa intelligente, anzi. Tutte le corsie hanno perso sin dai primi minuti, anche grazie ad uno Jankos che ha sfruttato al 100% di Pantheon in giungla.

Questo ha portato i Fnatic ad affrontare i fight con estrema difficoltà, anche se nel mid-game il team ha provato a rimontare sfruttando il momento d’oro di Ezreal. Durante queste fasi, però, è mancato proprio Humanoid, quel fulcro di danno su cui si poggiava tutta la composizione.

Il midlaner ceco si è fatto trovare sempre fuori posizione da Caps, che ha sfruttato meglio la suprema di Azir con Sylas rispetto ad Azir stesso. Queste schermaglie ed il controllo perfetto degli obiettivi hanno condotto i G2 verso una vittoria quasi facile, che gli permette così di avvicinarsi alla cima della classifica.

Casino e Slot presto a rischio BAN su Twitch? Regole molto più severe in arrivo

Casino e Slot presto a rischio BAN su Twitch? Regole molto più severe in arrivo

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Le numerose polemiche e lamentele intorno al mondo delle Slot e dei Casino streammati in diretta su Twitch sembrerebbero alla fine aver sortito l’effetto desiderato.

Secondo le ultime indiscrezioni, la piattaforma sarebbe ad oggi già al lavoro su una serie di regole molto severe da applicare a coloro i quali fanno del gioco d’azzardo il loro contenuto di punta.

Figure come quella di xQc a livello internazionale e di Jok3r e Marza a livello nostrano hanno dimostrato in diverse occasioni quanti soldi girino in questo settore, lasciando dietro alle loro dichiarazioni un alone di tristezza e squallore senza precedenti.

Twitch, Casino e Slot a rischio BAN? Ecco il report di Bloomberg

Secondo un recente reportage di Bloomberg, testata specializzata in inchieste ed indagini sul mondo del web, Twitch sarebbe attualmente già al lavoro su un sistema di regolamentazione molto più severa su Slot e Casino.

Riportiamo testualmente: ‘‘Twitch è attualmente nel mezzo di un’analisi approfondita degli effetti del gioco d’azzardo sugli spettatori delle dirette […] la piattaforma prende qualsiasi potenziale danno alle community estremamente seriamente.”

‘Twitch monitora già i contenuti di questo tipo da vicino per garantire che il nostro approccio riduca i potenziali danni alla nostra comunità globale e, come tale, ha tolto la possibilità agli streamer di condividere i ‘referral link’ ad alcuni siti web. Tuttavia, molti possono ancora aggirarlo con i messaggi di chat e altre vie traverse, come le pubblicità.”

Ovviamente il BAN assoluto per questi contenuti rimane la soluzione ideale secondo moltissimi utenti, ma per una decisione del genere ci sarà ancora da attendere. Cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Figuraccia durante torneo da 250.000 $ di COD, l’attrezzatura non funziona e la location è tristissima

Figuraccia durante torneo da 250.000 $ di COD, l’attrezzatura non funziona e la location è tristissima

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Negli ultimi giorni, sui social dedicati a Call of Duty ed alla COD League, non si è parlato d’altro che della figuraccia infernale registrata alle Finalissime del torneo denominato Call of Duty Challengers.

L’evento, con un montepremi in palio da 250.000 $ è stato aspramente criticato dalla community a causa della sorprendente mancanza di una location degna del nome dell’evento, ma non solo.

Esatto, perché a quanto pare dalle prime indiscrezioni sembra proprio che nemmeno le attrezzature fornite fossero di qualità, lasciando moltissimi delusi e confusi sia tra i partecipanti, che tra gli spettatori.

COD Challengers, la finale del torneo in uno stanzino tristissimo e niente pubblico

Effettivamente, da quanto emerge nelle immagini condivise su Reddit e Twitter, il quadro è davvero catastrofico. Qualche postazione sparsa qua e la all’interno di quello che sembrerebbe essere un padiglione spoglio.

A contornare la zona di gioco delle tristissime tendine nere. Totale mancanza sia di un palco, che sarebbe stato utile tuttavia solo in caso di presenza di pubblico, che però non c’era a causa della mancanza di sedute e schermi che mostrassero l’evento.

Come anticipato, l’attrezzatura nemmeno era al livello del prestigio di questa competizione. A completare infatti una build PC definita discutibile dai partecipanti, non c’erano nemmeno dei monitor a 240hz.

[$250.000] di montepremi e questa è la sede che sono riusciti ad ottenere? È imbarazzante“, ha detto uno dei molti fan delusi su Twitter. “Ma chi è che è stato incaricato di organizzare? sembra roba brutta e triste per un campionato in franchising“.

Articoli correlati: