Guida ai Deck di Gwent Homecoming: Crach\Queensguard Control

Guida ai Deck di Gwent Homecoming: Crach\Queensguard Control

Profilo di Clauz
 WhatsApp

Bentornati con il nuovo appuntamento con le liste più performanti di Gwent Homecoming.
Oggi vi porto la lista del tanto chiacchierato deck Skellige “Crach Control Queensguard” nella sua versione Hybrid.

Gameplay:

La nostra strategia principale di norma sarà usare il nostro sempre presente Trio di Witcher del Lupo e i nostri elementi Control come Lancia Meravigliosa e la combo Unicorno/Chironex per assicurarci la vittoria a Round 1, e utilizzare nel secondo round il nostro comparto “discard” per sistemare al meglio la mano per il round 3.
In caso abbiamo la possibilità di usufruire dei Tuirseach: guerriero per il Round 3 possiamo direttamente “drypassare” il Round 2 arrivati a 7 carte per utilizzare Birna Bran e Heymaey: bardo a Round 3 per sfruttare i punti gratis che la nostra meccanica discard ci fornisce.

Abbiamo la possibilità grazie a Crach e la Lancia di abusare sia a R1 che a R3 delle nostre Drummond: guardia per continuare a mettere pressione con punti ad ogni turno, oppure possiamo decidere di utilizzare i nostri ping per “setuppare” un Geralt: Igni gigante o attivare semplicemente l’overvalue delle nostre unità con Sete di Sangue come Donar an Hindar e Dimun: capitano per aggiungere punti sulla board e allo stesso tempo rimuovere unità fastidiose messe in campo dal nostro avversario.

Essendo un deck control ricordatevi di “flettere i removal” a seconda del matchup, sarà infatti buono tenere a mente contro i deck che girano intorno al cimitero di utilizzare il nostro Xavier Lemmens a inizio Round 3 per demolire completamente l’engine di alcuni deck, molto popolari nella ladder, primi fra tutti  SK Discard Beast, Lippy control o i vari deck Scoia’tael con Francesca.

Questo è un deck, che diversamente da altri, si impara con facilità, soprattutto se siete già abituati a giocare Lancia meravigliosa in altri deck, anche se inizialmente puo’ risultare macchinoso.
Non preoccupatevi, la lista è progettata per essere intuitiva e morbida sia per i nuovi giocatori, sia per i giocatori piu navigati. Vedrete che nel giro di poche partite riuscirete a pilotarlo a dovere.

Al solito vi invito a guardare il video con attenzione per vedere la spiegazione delle carte, gli eventuali cambi possibili e il deck in azione nei due game dimostrativi da metà video in poi e a commentare per qualsiasi domanda o chiarimento.

Enjoy!

Warzone, speciale armi: il KAR98K di Metaphor, i loadout per Milano/MP7 e le altre novità!

Warzone, speciale armi: il KAR98K di Metaphor, i loadout per Milano/MP7 e le altre novità!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Benvenuti in un nuovo speciale interamente dedicato alle ultime e migliori versioni delle armi di Warzone!

In questo nuovo update andremo a focalizzare sia alcune utili versioni di armi da usare a distanza ravvicinata, sia delle versioni di fucili d’assalto perfetti per i tiri più a lunga distanza.

Come sempre, ogni versione è “promossa” da un noto ed esperto content creator di Warzone, in questo caso TTVZyro, Booya, Legends6K e Metaphor.

Il primo dei citati ha voluto proporre una versione dell’H4 Blixen, arma che nonostante i nerf continua a tenere la vetta nella classifica delle armi per K/D (troverete qui i dettagli). Booya e Legends hanno invece spinto su due loadout per delle SMG, rispettivamente la Milano e la Mp7.

Infine Metaphor, uno dei CC più apprezzati di tutto il panorama di Call of Duty. Il buon Metaphor ha infatti presentato il suo ultimo loadout per il Kar98K (Vanguard), sniper in ascesa ormai da diverse settimane con entrambe le sue versioni (quindi compresa quella di MW).

Warzone – Loadout per KAR98K, Milano e altre

Andiamo a vedere i dettagli dei loadout…

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale proverete alla vostra prossima sessione di gioco su Warzone? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Swagg chiama una call in live ai FAZE, pioggia di critiche sullo streamer: “non avresti dovuto farlo!”

Swagg chiama una call in live ai FAZE, pioggia di critiche sullo streamer: “non avresti dovuto farlo!”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Call of Duty League – Nel corso di una recente diretta il celebre Swagg ha ammesso di aver fatto una “call” ai suoi giocatori degli Atlanta FaZe  durante le finali dei Champs2022. La cosa ha scatenato le ire di molti giocatori, anche perchè tanti spettatori hanno confermato delle numerose “call” urlate dalle tribune ai pro impegnati in partita.

Per “call” si intende anche un semplice messaggio che arriva da “bordo arena” e che può essere utile ai giocatori in quel preciso istante in partita. Di fatto, specialmente quando vengono suggerite azioni che i professionisti non potrebbero altrimenti intraprendere, si parla di “comportamento scorretto”.

Il problema però, è che durante i  champs pare che entrambe le finaliste abbiano “goduto” degli aiuti e delle call che arrivavano dal pubblico… Al punto che gli stessi caster della diretta si sono profondamente infastiditi.

Nel corso dello streaming si può udire distintamente i caster che invitano i tifosi a “fare silenzio”, cosi da evitare di compromettere l’integrità competitiva della sfida.

Suggerire una determinata azione o una posizione ad un giocatore impegnato in partita non è solo un “vantaggio” per chi ascolta… Ma è anche un ulteriore svantaggio per chi viene “spiato”.

Fare una call su Call of Duty (come ha fatto Swagg) è un preciso vantaggio: non è come tifare in uno stadio!

A differenza degli sport tradizionali come il basket, dove il pubblico è considerato  il “sesto” (o “dodicesimo”, nel caso del calcio) uomo in campo, negli esports questo tipo di call sono molto malviste nell’ambiente.

Ed è qui che sopraggiunge lo stupore dei più… Swagg ha ammesso di aver gridato ai player dei FaZe che avrebbero dovuto “checkare una bomba“… Come può un esperto come Swagg non rendersi conto che un’azione del genere mina l’integrità sportiva di un evento? Non a caso il video è stato investito dalle critiche di moltissimi spettatori… Tutti increduli davanti all’ammissione di Swagg.

Sicuramente quello delle call rappresenta un problema all’interno del mondo degli esports, e lo rappresenta da sempre. Quanto visto nel corso delle finali è stato però qualcosa di decisamente diverso, che forse dovrebbe indurre gli organizzatori ad ospitare i professionisti in degli spazi “chiusi” e isolati dal resto del palazzo.

Voi cosa ne pensate community? Secondo voi Swagg ha sbagliato a chiamare un’azione ai suoi giocatori dei FaZe? Nonostante questo, lo ricordiamo, i Thieves sono comunque riusciti a conquistare il loro primo titolo mondiale, portando per la prima volta la coppa di Call of Duty nella meravigliosa California.

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Fonte: Twitch

FIFA 23: nuova Intesa, Moments e tanto altro per la modalità FUT

FIFA 23: nuova Intesa, Moments e tanto altro per la modalità FUT

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

FIFA 23 FUT – Giorno dopo giorno scopriamo sempre di più il prossimo gioco calcistico di casa Electronic Arts, che si svela sempre di più nel dettaglio. Quest’oggi scopriremo informazioni aggiuntive sulla tanto amata modalità FIFA Ultimate Team (FUT).

Tantissime sono le nuove aggiunte ad una delle modalità più giocate di tutto il titolo calcistico di EAFIFA 23 davvero sarà rivoluzionario anche per gli amanti di FUT. Nuova tipologia di Intesa, i FUT Moments, nuove personalizzazioni per gli stadi e cross-play.

Nuova Intesa

Abbandonata completamente la vecchia idea di Intesa con le linee verdi, gialle e rosse: si passa ai diamanti (o stelle se preferite). L’Intesa su FIFA 23 non dipenderà più dal compagno di squadra subito prossimo in formazione (quindi il suo vicino in pratica), ma ogni giocatore influirà su gli altri dell’intera formazione.

Ciò renderà la scelta della formazione più strategica e si potranno fare tantissime più prove e test. Ad aggiungersi a ciò il fatto che un giocatore con 0 di Intesa (e quindi con 0 stelle) non subirà effetti negativi, ma giocherà con le sue statistiche base.

Come agiranno Eroi e Icone in tutto ciò? Le Icone conteranno come due giocatori della stessa nazione, mentre gli Eroi come due giocatori dello stesso campionato.

Cambiano anche le posizioni in campo: non ci saranno più i cambi ruoli come li conoscevamo, ma ogni giocatore avrà dei ruoli secondari (presi dalla realtà). Da un minimo di 1 ad un massimo di 3. L’esempio migliore è quello di Cancelo che da terzino sinistro può diventare terzino destra e nulla più. Ovviamente qualsiasi altro cambiamento fatto dall’utente porterà a 0 la sua Intesa, ma non essendoci malus per ciò, si può sempre tentare.

FUT MOMENTS

I FUT Moments sono una nuova tipologia di sfide singleplayer che ci metterà alla prova su dei veri e propri “momenti” di partita. Dovremo per esempio segnare un calcio di punizione o azzeccare il tempo giusto di scivolata nel campo avversario, tutto ciò in determinati tempi di una partita.

Quindi, sì, non bisognerà completare una partita intera e al completamento della sfida, il match finirà.

Facendo così guadagneremo stelle che potranno essere scambiate nell’apposito negozio FUT Moments per varie ricompense. Potremo sia riscattarle subito che attendere ricompense migliori (le stelle non scadranno).

Questa tipologia di sfide sarà pronta al lancio e verranno aggiunte challenge man mano durante il cammino di FIFA 23, per eventi speciali, stagionali o altro. Scopriremo la loro quantità solamente all’uscita e nel proseguo del gioco.

Cross-play e personalizzazioni

Con FIFA 23 daremo anche il benvenuto al cross-play che ci permetterà di giocare contro avversari o amici di altre piattaforme.

Sottolineiamo che anche il mercato diventerà globale e ciò permetterà un maggior numero di trattative, ma anche una maggiore concorrenza in fase di acquisto.

In arrivo anche nuove personalizzazioni: trofei e scene animate per i nostri stadi, aggiunto poi anche il tetto da poter personalizzare.

Questi al momento sono i maggiori punti trattati. Che ve ne pare?