Torino Comics: il programma di Sabato 11 Giugno!

Torino Comics: il programma di Sabato 11 Giugno!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il sabato di Torino Comics vede protagonisti grandi nomi del fumetto sul palco dell’agorà, con conferenze e tavole rotonde: alle 12 si celebrano i 60 anni di Diabolik, il più celebre criminale del fumetto italiano (nato nel 1962 da un’idea delle sorelle Giussani), con gli autori Stefania Caretta, Giulia Massaglia e Giulio Giordano. 

Alle 13 un ricordo di Luca Boschi, Nico Vassallo e Francesco Gerbaldo, tre nomi che del mondo del fumetto scomparsi prematuramente. Alle 13.30 un altro anniversario: Antonio Marangi e Giorgio Sommacal, insieme a Vittorio Pavesio, celebrano i 70 anni di Tiramolla, ripercorrendo l’epopea del “figlio della gomma e della colla.

Uno dei temi caldi del momento è la chiusura delle sale Lan ed Esport in ItaliaAlle 14 si parla del caso un incontro con Alessio Cicolari – Ceo di AK informatica – e gli avvocati Gianluigi Fioriglio e Giuseppe Croari, per un approfondimento su aspetti legali, soluzioni e prospettive.

Alle 15, in fumetto e fantascienzadialogano tra loro Marco Gervasio, Corrado Mastantuono e Sergio Giardo

Alle 16 Torino Comics is magic è l’incontro dedicato al tema dell’edizione 2022 dell’evento: sul palco l’illusionista Walter Rolfo e i fumettisti Leo Ortolani e Silvia Ziche

Alle 17 è a tema supereroi l’incontro con Giorgio Cavazzano, Marco Gervasio Luca Usai Mario Alberti, autore che ha lavorato all’estero con DC e Marvel. Per l’occasione, ci sarà un’incursione a sorpresa di Lillo nei panni di Posaman, in collegamento video.

Musica

Alle 18 l’appuntamento è sul palco con il concerto di Giorgio Vanni, la voce più celebre delle sigle dei cartoni animati italiani degli anni ’90 e 2000, dai Pokemon a One Piece, da Dragon Ball ai Cavalieri dello Zodiaco.

Cinema e doppiaggio

Kristian Nairn, noto al pubblico internazionale per aver interpretato il personaggio Hodor nella celeberrima serie Il trono di spade è a disposizione dei fan dalle 11 alle 13 per una sessione di meet&greet.

Tornano i grandi doppiatori a Torino Comics. Allo stand ODS – operatori doppiaggio e spettacolo per tutto il giorno si possono incontrare Giorgio Perno, voce italiana di Daniel Lorusso (interpretato da Ralph Macchio) in Cobra Kai, e le voci di South Park, celeberrimo cartone animato statunitense che viene doppiato proprio a Torino. Tra i doppiatori presenti, Gianni Gaude, Patrizia Giangrand, Walter Rivetti, Lucia Valenti, Roberta Martini, Francesca Vettori, Toni Mazzara, Laura Rostagno, Vanessa Giuliani, Luca Sbaragli e Osmar Santucho.

Cosplay

Alle 15.30 è di scena la tappa italiana dell’International Cosplay League, una competizione cosplay mondiale le cui finali si svolgeranno a settembre 2022 a Madrid, in occasione dell’evento Japan Weekend.

Presenti in giuria le cosplayer Pugoffka, cosplayer e fotografa ucraina, che dopo l’inizio del conflitto è riuscita a trasferirsi in Polonia anche grazie al supporto della community cosplay polacca; Ambra Pazzani, una delle cosplayer più note d’Italia, scelta da aziende come Warner Bros, Nintendo, Ubisoft e Paramount, e Nymphahri, che collabora con brand internazionali come RiotGames, Amazon Prime Video e Modus Games.

Videogames

L’area videogames, realizzata in collaborazione con Lega Esport e Ak informatica, ospita un palco

esport dove si svolgono gli Ak Invitational, show match con i più famosi team di Esport d’Italia di League of Legends. In collaborazione con Powned.it, inoltresono in programma i tornei di Pokemon unite. A ogni partecipante verrà assicurato un prodotto offerto da Hp, Riotoro e Yenkee.

Kpop

In area Kpop alle 15 si svolge la selezione piemontese del Kpop Dance Fight Fest, contest nazionale in cui si sfidano i migliori ballerini kpop d’Italia; le finali si svolgeranno nel 2023 al Comicon di Napoli.

F1 22 debutta oggi in tutto il mondo!

F1 22 debutta oggi in tutto il mondo!

Profilo di Rios
 WhatsApp

Finalmente è arrivato il giorno di F1 22, che diventa disponibile da oggi per tutti e su tutte le piattaforme di gioco. Chi ha acquistato la Champions Edition ha già assaggiato il gioco da qualche giorno, ma da oggi anche chi ha comprato la versione standard potrà mettersi al volante.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la nostra recensione del sim-cade di Codemasters ed EA, se ve la siete persa potete recuperarla cliccando qui. Un titolo indubbiamente valido, che però non ha cambiato troppo la formula rodata negli anni passati.

Insomma, preparatevi per gettarvi completamente nel mondo della Formula 1 e per vivere tutte le emozioni del mondiale.

Il giorno di F1 22

La nuova era arriva per tutti

Codemasters ed Electronic Arts Inc hanno lanciato oggi EA SPORTS F1 22, il gioco ufficiale del FIA Formula One World Championship 2022, per PlayStation 5, Xbox Series X|S, PlayStation 4, Xbox One e PC tramite
Origin e Steam. Il gioco di quest’anno include nuove auto rivoluzionarie progettate per gare più combattute ed emozionanti, modifiche sostanziali al regolamento con l’inclusione di F1 Sprint, l’introduzione dell’Autodromo Internazionale di Miami e aggiornamenti dei circuiti in Spagna, Australia e Abu Dhabi. Per celebrare il lancio,
EA SPORTS ha collaborato con Charles Leclerc della Scuderia Ferrari per dare uno sguardo esclusivo alla vita di un pilota di Formula 1.

Novità alla fisica ed al modello di guida

F1 22 apporta significative innovazioni tecnologiche, tra cui fisica, maneggevolezza e modelli di pneumatici che riflettono accuratamente i cambiamenti del mondo reale dello sport. Il gioco introduce l’IA adattiva, un’impostazione che regola il livello di difficoltà applicato ai concorrenti dell’IA, adattando la loro velocità e competitività, in modo che i nuovi giocatori rimangano sempre nel vivo della battaglia. Anche la VR fa il suo debutto su PC, offrendo l’esperienza di F1 in pista più coinvolgente di sempre. Ora i giocatori possono provare l’adrenalina dall’abitacolo in modalità single-player o con i loro amici in multiplayer.

Le dichiarazioni di Lee Mather

F1 22 raggiunge un ottimo equilibrio per gli appassionati di corse di tutti i livelli e approfondisce l’autenticità dell’esperienza della Formula 1, con momenti di gara impegnativi, realistici e adrenalinici“, ha dichiarato Lee Mather, F1 Senior Creative Director di Codemasters. “Abbiamo realizzato il nostro più grande rinnovamento della fisica, della maneggevolezza e della presentazione, oltre a una serie di opzioni innovative per lo stile di vita di chi si avvicina al gioco. Siamo entusiasti di offrire ai giocatori una porta d’accesso al mondo della F1 e di avvicinarsi a questo sport come mai prima d’ora”.

Immersività

Il gioco aumenta l’autenticità della giornata di gara con l’introduzione di funzionalità interattive e cinematografiche, come le opzioni Immersive e Broadcast per le soste ai box, i giri in formazione e i periodi di Safety Car. F1 22 vanta anche significative modifiche all’audio. Tra cui la ri-registrazione e l’espansione delle squadre di commento in più regioni. Una colonna sonora dinamica e, per la prima volta nella storia della serie, una colonna sonora su licenza con una rosa globale di artisti elettronici e dance.

F1 Life

Il gioco introduce F1 Life, un nuovo hub sociale personalizzabile che offre ai giocatori uno scorcio di un pilota di F1 lontano dalla pista. Funzionando come una lobby multigiocatore, questo spazio personale permette ai giocatori di sfoggiare la propria collezione di supercar, moda, accessori e trofei, guadagnati completando le sfide del gioco, salendo di livello nel Podium Pass, nel negozio del marchio e nel negozio del gioco. Le otto supercar offrono nuove sfide di gioco. Come le derapate e i duelli, e possono essere guidate in pista nella funzione Pirelli Hot Lap, che riproduce la parte iniziale del weekend di gara.

Oltre a tutte le entusiasmanti innovazioni del gioco, F1® 22 espande le sue caratteristiche per i giocatori con il ritorno de La mia squadra, ora con tre punti di partenza. L’acclamata Carriera decennale con funzionalità per due giocatori e il Multiplayer che include lo split-screen offline.

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Horizon 2074 Netflix – Quando si parla dei più grandi successi a livello videoludico dell’ultimo decennio, risulta molto difficile non menzionare Horizon Zero Dawn, rivoluzionario titolo ambientato in un mondo post-apocalittico con caratteri estremamente moderni.

Horizon Zero Dawn nel 2017 e poi Horizon Forbidden West durante l’inizio di quest’anno hanno evidentemente attirato l’attenzione anche dei colossi dello streaming, fino all’annuncio da parte di Sony nel maggio scorso, dell’inizio dei lavori di produzione di una serie-tv dedicata.

Negli ultimi due mesi non abbaimo ricevuto grandi informazioni in merito, ma il noto insider Netflix Jeff Grubb potrebbe avere scoperto una vera e propria esclusiva.

Horizon 2074 su Netflix, tutte le informazioni in anteprima

Secondo quanto riportato da Grubb, la cui fonte è il sito web della Director’s Guild of Canada Ontario, il nome del programma televisivo sarà Horizon 2074 e conterrà due linee temporali.

Considerato che il nome dello spettacolo implica una data, è molto probabile che una di queste linee temporali si svolgerà nell’anno 2074, quello che possiamo presumere esser l’anno della caduta dell’umanità.

horizon 2074 netflix

L’altra linea temporale, al contrario, potrebbe aver luogo nell’era dei giochi Horizon Zero Dawn Forbidden West, mostrandoci i risultati, alcune centinaia di anni, della la caduta del mondo per come lo conoscevamo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: