QLASH e Viber: arriva una nuova partnership tra il team e l’app di messaggistica

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Sono stati presentati dei progetti dedicati ai fan del team tra sticker e bot dedicati

Oggi QLASH, il rinomato team trevigiano, e Viber, l’apo di messaggistica istantanea, hanno annunciato una nuova partnership dedicata alla realtà esport di questa multigaming. Sono tre i prodotti chiave presentati dalle società: oltre alle community dedicate agli appassionati abbiamo anche un pacchetto di sticker personalizzati con la mascotte del team, Qlashy, ed un chat bot contenente tutte le informazioni sulla formazione trevigiana.

“Per noi, la partnership con Viber è un’opportunità eccellente per mostrare le nostre attività al pubblico degli esport, che è in crescita costante, e di continuare a costruire un ponte che unisca i giocatori amatoriali”, ha dichiarato Luca Pagano, CEO e co-owner di QLASH. Anche secondo la Senior Director of Business Development di Viber, Sally Burtt-Jones, questa partnership è un’evoluzione necessaria per il loro servizio. “Milioni di appassionati di esport già usano lo smartphone per tenersi aggiornati sulla loro passione. Questa partnership con QLASH permette non solo di ottenere informazioni con un solo click ma anche di interagire con gli appassionati come loro.”

Sia il bot che gli sticker sono già disponibili per tutti gli utenti Viber, permettendo sia di abbellire la propria chat che di essere sempre aggiornati sulle competizioni del team anche grazie al sistema che permette di appuntarsi i match che interessano e ricevere delle notifiche con gli aggiornamenti sulle partite.

Questa non è la prima parthership di QLASH e non sarà nemmeno l’unica. La multigaming trevigiana ha dimostrato più volte di essere una delle capoliste nel nostro paese sia come struttura che come organizzazione, ed ovviamente le richieste di cooperazione sono tante per questa realtà. Sebbene a rilento, anche il resto dell’Italia sta seguendo questo trend; possiamo solamente augurarci che molte altre aziende siano interessate ad investire, economicamente o con servizi dedicati, nell’esport nostrano.

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.