Milan Games Week passa da AESVI a Fandango Club

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Da qualche giorno la notizia girava nell’aria, ma ormai è diventata ufficiale.

Il marchio Milan Games Week non è più proprietà di AESVI (Associazione editori e sviluppatori videogiochi italiani), che l’ha ceduto definitivamente a Fandango Club, gruppo di cui fa parte anche PG Esports.

Questo passaggio di testimone è molto importante per gli esports italiani. Infatti, dopo aver appreso la notizia, abbiamo parlato con Pierluigi Parnofiello (CEO di PG Esports) che ci ha rilasciato una dichiarazione.

La dichiarazione del CEO di PG Esports su Milan Games Week

C’è molta soddisfazione da parte PG. Siamo convinti che l’operazione agevolerà ulteriormente il nostro percorso di avvicinamento degli appassionati di videogiochi al nostro mondo, quello degli esports.  Allo stesso modo, ribadisco che le sinergie e la collaborazione con Aesvi sono più solide che mai, PG è un membro fondatore di Aesvi for Esports e continueremo a lavorare assieme per accelerare sensibilmente lo sviluppo del settore.”

Considerazioni

Indubbiamente queste parole ci fanno capire che questo passaggio di testimone non sarà un taglio netto con il passato. Forse, nelle prossime edizioni, vedremo una Milan Games Week molto più improntata sugli esports e meno sul videogioco “canonico”. Probabilmente queste due realtà (esports e videogioco) continueranno a coesistere per un po’ di tempo, fino a quando il mercato italiano non prenderà consapevolezza della forza degli esports.

Ci auguriamo di vedere delle scelte molte più coraggiose nei prossimi anni. Già in questa edizione, l’organizzazione ha mandato un messaggio chiaro, scegliendo Jiizuke come padrino della manifestazione indirizzandola verso gli esports.

Crediamo che questo sia stato un punto di partenza, per poter puntare a qualcosa di più grande già a partire dal prossimo anno. Chissà cosa ci riserverà la prossima Milan Games Week, voi che ne pensate? Questo passaggio di testimone cambierà la situazione e, definitivamente, anche il volto della manifestazione più importante dell’esport italiano?

Immagini via PG Esports