Microsoft Italia ed Eos daranno un cuore hi-tech ad Emergency

Microsoft Italia ed Eos daranno un cuore hi-tech ad Emergency

Profilo di Rios
 WhatsApp

Eos Solutions, con il supporto di Microsoft Italia, ha acquisito EMERGENCY fra i suoi clienti. Per la Onlus fondata da Gino Strada svilupperà e implementerà il sistema gestionale ERP, dandole un nuovo cuore digitale ad alta tecnologia. Questo avvenimento segna un passo importante, l’inizio di un processo di digitalizzazione per il nostro paese.

Eos Solutions e Microsoft Italia collaborano con Emergency

Fini del progetto

Il progetto, che poggia sulla tecnologia Microsoft di Business Central e che prevede una forte integrazione con la business intelligence, mira alla digitalizzazione completa di tutte le procedure interne ad EMERGENCY. Dalla gestione degli acquisti alla logistica, con funzionalità e integrazioni tecnologiche adattate alle necessità specifiche di una Onlus, anche tramite l’utilizzo di App per il controllo di gestione.

Per tutto il 2021 quindi, Eos Solutions collaborerà insieme a Microsoft Italia al rinnovamento digitale dei sistemi informativi di EMERGENCY, implementando le soluzioni cloud Business Central, Power Bi e Power Apps.

Le parole di Attilio Semenzato (Presidente Eos Solutions)

EOS Solutions è onorata e orgogliosa di poter collaborare con EMERGENCY. Tecnologia e umanità sono un binomio perfetto: noi crediamo sia possibile dimostrarlo concretamente attraverso la digitalizzazione di una ONG di valore internazionale.” Attilio Semenzato

Una gestione generale migliorata

Tornando agli aspetti tecnici, grazie alla flessibilità dell’applicativo ERP Business Central sarà possibile integrare semplicemente anche applicativi verticali di terze parti. In particolare la gestione del personale umanitario nelle missioni e la gestione delle donazioni.

Siamo molto orgogliosi di poter avere Emergency tra i nostri clienti, non solo per quello che questa associazione rappresenta nel mondo. Ma anche perché la fiducia che hanno riposto in noi, nelle nostre capacità e nelle tecnologie Microsoft è un segnale davvero positivo per la nostra azienda. Per questo motivo abbiamo impiegato i nostri migliori collaboratori e commerciali per presentare ad EMERGENCY un progetto di digitalizzazione all’altezza delle loro aspettative e del loro valore.”Roberto Finotti, direttore vendite Eos

Digitalizzazione necessaria

Mai come in questo momento storico il digitale sta diventando sempre più cruciale per lo sviluppo e la crescita di imprese e organizzazioni. Un ruolo ancora più determinante se pensiamo agli obiettivi delle ONG, che lavorano per migliorare il futuro delle persone. Siamo felici di poter affiancare, attraverso le nostre soluzioni e il nostro Partner EOS, EMERGENCY nel suo percorso di trasformazione digitale e aiutarla attraverso l’innovazione digitale a ad aumentare l’impatto delle sue attività umanitarie in tutto il mondo.”. Claudia Bonatti, Responsabile mercatoPiccole e Medie Imprese di Microsoft Italia

Delegazione Esports ricevuta dalla Sottosegretaria Vezzali: “incontro positivo, ora tavolo tecnico con il MEF”

Delegazione Esports ricevuta dalla Sottosegretaria Vezzali: “incontro positivo, ora tavolo tecnico con il MEF”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Esports & Sale lan – Pochi minuti fa si è tenuto a Roma un incontro tra una delegazione del settore esportivo italiano, e la Sottosegretaria del Ministero dello Sport (ed ex campionessa olimpica, ndr) Valentina Vezzali.

La questione da trattare, ovviamente, è il “caso Sale Lan” che ormai da due settimane tiene con il fiato sospeso centinaia di lavoratori e di imprese in tutta Italia.

Per gli esports, accompagnati dal deputato Daniele Belotti, erano presenti Alessio Cicolari, proprietario dell’Esport Palace, Gianluigi Fioriglio, avvocato e docente di informatica giuridica, Maurizio Ragno, Presidente di Lega Esport e Matteo Masini, manager di PLB Academy Esports.

Dall’altra parte del tavolo la Sottosegretaria Vezzali,  che secondo quanto riportato dai presenti ha sin da subito dedicato moltissima attenzione alla faccenda.

Le considerazioni dei protagonisti esports sull’incontro 

In merito all’incontro, Alessio Cicolari ha rilasciato ad Agimeg: “Dopo il clamore suscitato nei giorni scorsi dal sequestro delle apparecchiature di gioco da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli abbiamo voluto illustrare alla sottosegretaria la situazione del mondo degli Esports.

Una realtà in crescita esponenziale in tutto il mondo, che in Italia conta almeno 5 milioni di giocatori abituali, 2,2 miliardi di fatturato, migliaia di posti di lavoro soprattutto tra i giovani, ma che non ha ancora una legislazione. […]”

Siamo soddisfatti  dell’attenzione dimostrata da Vezzali, sia come massima autorità dello sport italiano che come pluricampionessa olimpica, e della sua disponibilità a far parte attiva del tavolo tecnico degli Esports annunciato settimana scorsa in Parlamento dal sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanze Federico Freni in risposta a un’interrogazione presentata dal deputato Daniele Belotti.” ha aggiunto Cicolari.

Proprio in merito allo sviluppo di un serio tavolo di confronto tra le parti, Cicolari ha cosi concluso: “Siamo pronti a dare tutto il supporto necessario affinchè questo tavolo, che per il settore degli Esports rappresenta già un traguardo storico, possa offrire ad operatori, programmatori, teams e gamers delle regole certe su cui costruire la propria attività e al tempo stesso allo Stato l’opportunità per regolamentare un settore che rappresenta anche posti di lavoro ed entrate fiscali”.

Molto positive anche le considerazioni di Maurizio Ragno, Presidente di Lega Esport, che da Linkedin interviene: “Come Presidente di Lega Esport mi sono messo a disposizione per condividere il mio Know how tecnico acquisito negli ultimi 20 anni dedicati all Esport per far si che il legislatore possa prendere le corrette decisioni grazie ai feedback di chi questo fenomeno ha contributo a crearlo dall’inizio”.

“Il nostro proposito” conclude il Presidente Ragno, “è quello di trasformare questa esperienza controversa in un occasione di crescita per il futuro di tutto l’ecosistema.

Apertura dell’ADM sulla questione Sale Lan! Cicolari: “molto soddisfatti, segnale incoraggiante”

Articoli correlati: 

Fonte: Agimeg

Apertura dell’ADM sulla questione Sale Lan! Cicolari: “molto soddisfatti, segnale incoraggiante”

Apertura dell’ADM sulla questione Sale Lan! Cicolari: “molto soddisfatti, segnale incoraggiante”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Proseguono gli “spiragli” di luce riguardo la questione delle Sale Lan, con la recente apertura dell’ADM nei riguardi dei professionisti del settore.

Durante la scorsa giornata si è infatti tenuto a Milano un incontro molto importante tra alcuni rappresentanti dell’ADM ed Alessio Cicolari, proprietario dell’Esport Palace ed imprenditore da tempo impegnato nel settore degli esports italiani ed europei.

La delegazione dell’ADM era composta da Stefano Saracchi (direttore Giochi), Luca Turchi (dirigente ufficio controllo giochi) e Antonio Giuliani (dirigente apparecchi da intrattenimento). Secondo quanto riferito da Cicolari il clima dell’incontro fin da subito è stato estremamente incoraggiante e propositivo.

Intervistato da Agimeg, Cicolari a prima desiderato ringraziare personalmente i Monopoli di Stato per la grande disponibilità e competenza dimostrata nell’affrontare la questione.

Un netto passo in avanti, specialmente se si pensa in che tipo di condizioni di sono svolti i primi controlli circa due settimane fa.

Le dichiarazioni di Alessio Cicolari ad Agimeg sulla questione Sale Lan

Sempre ad Agimeg Cicolari ha poi affermato: “E’ stato un incontro molto proficuo, durato molte ore perché era tanta la carne al fuoco.

Abbiamo cominciato ad analizzare il contesto ed ho spiegato nel dettaglio qual è la nostra attività. Il direttore giochi di ADM ha spiegato nel dettaglio qual era la posizione dell’Agenzia in merito alla situazione che si era venuta a creare. Ho molto apprezzato l’apertura dell’ADM nell’ascoltarci e nel proporci i prossimi passi per arrivare ad una soluzione della questione.

Quello che è successo finora dovrà comunque seguire un iter, ma siamo molto soddisfatti che ADM abbia ben recepito che per noi imprenditori del settore l’attuale normativa non è affatto semplice. Siamo quindi arrivati alla stessa valutazione che l’attuale normativa può essere aggiornata e modificata e ci siamo resi disponibili a dare loro il massimo supporto in tal senso”.

Sinceramente è la prima volta che mi capita di avere un confronto così chiaro, aperto e proficuo con un ente pubblico e per questo ci tengo a ribadire i miei complimenti ad ADM” ha infine concluso Cicolari.

Ora, il settore dovrà impegnarsi (con ADM) per cercare una strada “temporanea” che possa permettere a tutte le Sale Lan di essere in regola immediatamente.

In tal senso, sembra che tra le ipotesi più accreditate ci sia quella di equiparare il settore degli esports ad attività culturali, di fatto assoggettandolo a normative che permetterebbero alle attività di proseguire con i loro lavori.

SALE LAN di tutta Italia a rischio chiusura: una vergogna, ora serve la CLASS ACTION degli esports!

Non appena saranno disponibili nuovi e più dettagliati aggiornamenti, non esiteremo a riportarli qui su Powned.

La spiegazione di Alessio Cicolari, dall’Esport Palace

Articoli correlati sull’argomento: 

LAN Gate, ULTIMA ORA: il Governo valuta l’istituzione della Federazione del GAMING SPORTIVO COMPETITIVO

LAN Gate, ULTIMA ORA: il Governo valuta l’istituzione della Federazione del GAMING SPORTIVO COMPETITIVO

Profilo di Stak
 WhatsApp

GAMING SPORTIVO COMPETITIVO – Una vera e propria “bomba” quella pubblicata una manciata di minuti fa da Agimeg.it, in merito all’ormai noto LanGate.

Sembra infatti che la politica italiana abbia definitivamente preso posizione riguardo al riconoscimento degli esports, con il Governo che è ora (finalmente) seriamente impegnato sulla questione.

Agimeg ha infatti riportato le dichiarazioni del Sottosegretario del MEF, l’Avvocato Federico Freni (in carica con il Governo Draghi dal 28 Settembre 2021, ndr), che ha da poco annunciato: “Il Governo sta valutando insieme al Coni l’istituzione di una Federazione del gaming sportivo competitivo“.

Leggiamo parte dell’intervento del Sottosegretario alla Camera: “Il Governo premette che sulla vicenda è necessario un supplemento di istruttoria e quindi chiede il rinvio del caso per rispondere puntualmente sui fatti citati dall’interrogante.

Tuttavia, il governo si riserva, quindi, di valutare tutte le iniziative normative più opportune al fine di garantire in tempi ragionevoli un’efficace e stabile regolamentazione del settore, riconoscendogli autonoma rilevanza, anche valutando, di concerto con il Coni l’istituzione di una Federazione che sovraintenda all’organizzazione del gaming sportivo competitivo.

Da ultimo, nelle more della definizione di tale quadro normativo, il Governo si riserva anche di valutare, di concerto con l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’opportunità delle misure intraprese“.

Una notizia certamente positiva per tutti gli addetti ai lavori, che indubbiamente andrà a favorire in modo diretto lo sviluppo e la sostenibilità di tutto il settore. Il governo è inoltre intenzionato a “valutare” le sanzioni, con la speranza che queste vengano tutte categoricamente cancellate.

Tutto questo accade tra l’altro a poche ore di distanza dalla pubblicazione della lettera aperta ed unitaria delle Sale Lan, un fatto abbastanza unico nel suo genere, che è stato infatti salutato con estrema positività da tutto il settore. Troverete ulteriori dettagli cliccando qui.

L’estratto relativo all’interrogazione parlamentare

Non sappiamo ancora come potrebbe andarsi a sviluppare la questione, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi aggiornamenti.

Articoli correlati sull’argomento: