Il legame tra sport competitivo ed e-sports, non è così labile

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Viste le numerose critiche al mondo e-sportivo e ciò che ha dichiarato il C.I.O. non pochissimo tempo fa, mi sono posto un dubbio: sono io di parte o sono le critiche ad esserlo? Così mi sono messo ad indagare sui significati delle parole sport e competizione. Quello che  è venuto fuori è un piccolo spunto di riflessione, per chiunque, dai videogiocatori ai frequentatori assidui di centri anziani.

Etimologia di sport e sport competitivo

La parola sport deriva dall’inglese disport (divertimento), questo a sua volta deriva dal francese desport (sempre divertimento). A sua volta, il termine francese deriva dal latino deportare (portarsi/portare lontano), inteso come uscire dalle mura per svolgere un’attività, a quei tempi spesso fisica, quindi uscire dalla vita quotidiana. Inoltre divertimento, deriva proprio da divertere (allontanarsi).

“Sport = Lo sport è l’insiemè di attività che impegna, sul piano dell’agonismo oppure dell’esercizio (individuale o collettivo), le capacità fisico-psichiche, svolte con intenti ricreativi ed igenici, o come professione.”
[Fonte: Wikipedia]

“Competizione = gara, lotta contrasto fra persone e gruppi che cercano di superarsi, di conquistare un primato e/o simili. A volte può assumere il significato di concorrenza.”
[Fonte: Treccani]

Ricapitolando: Sport competitivo significa allontanarsi dalla vita quotidiana impegnandosi sul piano agonistico o sull’esercizio, al fine di competere con altri.

Sport competitivo oggi

Al giorno d’oggi gli e-sports rappresentano più di ogni altra cosa il significato primo del termine sport competitivo.
In un mondo dove tutto è stabilito,classificato, e/o normato, non vi è nulla che porta più lontano dell’immaginazione (che sia nostra, o di altri) ed è proprio in questo mare di mondi immaginati che si scontrano e provano le loro capacità gli e-sportivi. In mondi in cui interpretiamo evocatori in grado di controllare campioni in un’arena (League of Legends); in mondi in cui si comandano intere civiltà in lotta tra loro (StarCraft); in mondi in cui sono loro stessi vere e proprie legende che mettono in gioco le loro vite per proteggere i proprio ideali (WarCraft); o addirittura mondi in cui gli stessi personaggi si allontanano dai loro doveri, per concedersi un momento di relax (HS, Gwent).

Si potrebbe continuare ad elencare giochi competitivi e le loro varie rappresentazioni, ma il focus della questione è il precedente:
“Gli e-sports e gli sport competitivi sono davvero così distanti come significato?”

Ai posteri l’ardua sentenza.
Paesano.

Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701