Intervista a Ninja, una buona faccia per un settore in crescita

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il noto esportivo Tyler “Ninja” Blenvis continua l’ascesa, dai videogiochi al mainstream mendiante un intervista sulla televisione via cavo.
Il videogiocatore ha parlato al “tech and business show” di CNBC Squawk Alley, discutendo del suo successo e del suo streaming con il rapper Drake. Non sono mancati i consigli ai giovani che volessero intraprendere la carriera nei videogiochi e negli esport.

L’intervista al giocatore

I commentatori della rete CNBC, incentrata sul lato economico più che su quello esportivo, hanno mostrato più interesse nelle entrate del giovane che della sua capacità di intrattenitore e giocatore.
La notizia di quest’intervista risulta interessante, poichè i videogiochi difficilmente coprono un ruolo non negativo nei mass-media. Questa volta il focus dell’intervista è stato il lato economico, come gli eventi di beneficenza, frequenti nelle piattaforme di streaming.
Altro lato positivo dell’intervista è stata la scelta del giocatore. Infatti, Ninja è molto rispettato nel suo ambiente anche per il suo carettere e per la sua bontà.
Notizia di rilievo riguardante il giocatore è stata la sua raccolta fondi per la prevenzione al suicidio. Finora sono stati raccolti 114.000$.

La conclusione ovvia che ne è scaturita, è che se l’idea del videogiocatore “tipo” verrà avvicinata a persone come Ninja, il settore esportivo non potrà che guadagnarci.


Intervista a Ninja, una buona faccia per un settore in crescita
Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701