Inaugurato il primo stadio incentrato sugli esport

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Inaugurato in Cina il primo stadio incentrato sugli esport, dopo solo otto mesi di costruzione. L’architetto Barrie Ho ha riconosciuto la crescente importanza degli esport e del suo pubblico.
“Il numero di persone che guardano gli esport online è più grande di quelli che guardano l’ NBA. Molti pensano che gli esport riguardino solo le persone che giocano, ma non è così, è un po’ come il Carnevale” ha aggiunto.

La Newzoo, una società di analisti di mercato, ha previsto che entro il prossimo anno saranno oltre 420 milioni gli spettatori degli esport. Teoria iniziata analizzando le 46 milioni di pesone che hanno guardato l’ Intel Extrem Master, lo scorso anno.

Lo stadio oggi e cosa ancora manca

Lo stadio Zhongxian, si trova nell’Ovest della Cina e ospita 7.000 persone. I muri esterni possono trasformarsi in enormi schermi per chi è al di fuori dell’edificio. L’architetto diche che il design è basato sull’inverso del simbolo Ying-Yang, aggiungendo: “Volevo un design che riflettesse l’energia degli eventi”.
Come risultato finale si offre la disponibilità di vedere l’evento a ben 20.000 persone (7k dentro, 13k fuori).
Una seconda parte dello stadio è in costruzione, parte che comprenderà alloggi di vario genere e una sezione per gli sportivi.

Si prevede che presto, sorgeranno altri stadi come questo, visto che molti sponsor non endemici iniziano o continuano a investire nel campo esport.
Marchi come Mercedes, Toyota e Renault tra gli ultimi importanti. Crescendo l’interesse cresceranno anche gli investitori e altri progetti come questo stadio, vedranno la luce.

[Fonte: TheEsportObserver]


Inaugurato il primo stadio incentrato sugli esport
Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701