Gli eSports al FootballAvenue: cosa bolle in pentola?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Giorgio Pica, in qualità di rappresentante di Giochi Elettronici Competitivi, ha recentemente partecipato a Torino (all’interno dello Juventus Stadium) al celebre FotballAvenue, importante meeting nazionale all’interno del quale sono protagoniste le grandi realtà del calcio nazionale.

14963256_1456887381018809_7326865079920441249_n

Pica, ha cosi descritto l’importante iniziativa a cui ha avuto modo di partecipare: “Siamo stati invitati a questo panel che ci ha dato l’opportunità di raccontare del mondo GEC e della scena competitiva dell’e-Sport in Italia, insieme a FACEIT, Ninjas in Pijamas e Mattia Guarracino, ospiti insieme a noi rispettivamente per raccontare la scena degli e-sport globale, la realtà di una multigaming di livello internazionale e la vita di un pro player di FIFA“.

Per quanto riguarda il meeting vero e proprio, ha poi detto che “Durante il panel abbiamo raccontato del mondo GEC, come è nato e come si è sviluppato il settore in Italia, ho potuto parlare alla platea presente spiegando cos’è l’e-Sport, chi partecipa a queste attività e cosa sta succedendo in Italia, L’incontro è stato molto positivo, si è potuto parlare di e-Sport con molti club italiani di calcio, di quali attività si potrebbero sviluppare insieme e di come si stanno muovendo il resto dei club europei” sottolineando anche come questo genere di momenti siano “Sicuramente un passo in avanti per l’e-Sport italiano, in futuro prevediamo attività che coinvolgeranno i club di calcio, con ad esempio con la creazione di eventi e la presenza di loro squadre e-Sport“.

Importanti le considerazioni finali di Giorgio Pica, secondo il quale l’eventuale ingresso nella scena di questi importanti marchi sarà solo che positivo per l’intero settore italiano: “Credo che l’ingresso nel settore di club importanti possa essere solo che un bene per tutti quanti, la cassa di risonanza mediatica aumenterebbe e quindi di conseguenza anche il giro di affari, è un processo di crescita naturale ed inevitabile, questo non può che essere positivo anche per le attuali multigaming italiane che saranno tra le prime a beneficiarne, in quante saranno riconosciute dal mercato come le più esperte del settore e darà loro maggiori opportunità di crescita, sia sportiva che economica“.

Cosa ne pensa la community di questa vicenda? La discussione, come sempre, è ovviamente aperta!


Gli eSports al FootballAvenue: cosa bolle in pentola?
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701