Failed to get game data from the server – la conferma ufficiale di Niantic, si tratta di ban permanenti

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Negli scorsi giorni, a seguito dell’annuncio di Niantic che sarebbero stati presi provvedimenti nel giro di breve nei confronti dei giocatori che avevano violato i ToS all’interno di Pokémon GO, sono stati numerosi gli account che ricevevano l’ormai famigerato errore “Failed to get game data from the server”.

La polemica infuriava su molte community, poiché la totale mancanza di comunicazioni a riguardo da parte di Niantic aveva contribuito ad alimentare un numero sempre crescente di voci riguardo all’errore che stava impedendo l’accesso solo a determinati account; alcuni sostenevano si trattasse di un blocco momentaneo in attesa di ulteriori controlli, altri di un semplice (e quantomeno improbabile) errore relativo ai server, ma con il passare delle ore le speranze si sono a mano a mano affievolite per i giocatori che ricevevano questo errore ad ogni tentativo di ingresso all’interno del gioco.

La conferma è arrivata solo nella giornata di stamani, a distanza di svariati giorni dall’avvio delle numerose ban wave nei confronti degli account che avevano fatto utilizzo di programmi che violavano il regolamento di gioco.

assets.vg247.comcurrent201608pokemongowarning-1dfdf2065c9b0e3f0d6b3852b73c3bcf2fcb61de

Questa è la mail che hanno ricevuto molti dei giocatori che erano impossibilitati a fare login, che conferma l’effettiva chiusura definitiva degli account incriminati

Le lamentele però non si sono affatto esaurite con questa comunicazione da parte di Niantic, molti utenti si lamentano di non aver ricevuto alcuna comunicazione o dell’effettiva impossibilità di contattare il customer service della casa produttrice per chiedere spiegazioni o per contestare il ban, colpa anche del personale ridotto e di un ticket system che ancora evidentemente non funziona correttamente.

A prescindere da tutto questo e come già detto in precedenza, Powned.it è fortemente contrario all’utilizzo di qualunque programma illegale e che possa danneggiare in qualunque modo l’esperienza di altri giocatori; per quanto su alcuni punti l’azione sugli di Niantic possa essere stata caotica e poco chiara, vogliamo ricordare a tutti gli utenti che l’uso di Bot o di hack è sempre e comunque sbagliato.

Luca "emppirk" Tavanti

Classe 1986, mangia pane e microchip fin da quando ne ha memoria. Esperto in audio/video professionale, lavora in un laboratorio di recupero e restauro di supporti analogici a Firenze e gestisce uno studio di registrazione a Montecatini. Dal 2014 in Powned si occupa di streaming, realizzazioni eventi live e tutto quello che riguarda la produzione di materiale audio/video.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701