Esport Revolution: dall’Empoli Calcio alle iniziative per il territorio, un anno di successi con lo sguardo già al futuro

Esport Revolution: dall’Empoli Calcio alle iniziative per il territorio, un anno di successi con lo sguardo già al futuro

Profilo di Stak
 WhatsApp

Riceviamo e pubblichiamo. 

 Progetti benefici e attenzione ai giovani, passando per i risultati dei suoi player: il club con sede a Napoli si sta affermando come realtà leader degli Esports in Italia

Napoli, 2 marzo 2021 – Un anno di sfide, successi e progetti: il team Esport Revolution festeggia i suoi primi 12 mesi di vita nel panorama italiano dei videogiochi competitivi. Il club professionistico con sede a Napoli è cresciuto in fretta e si sta già affermando come realtà leader degli Esports nel nostro paese, con un management dinamico e tante iniziative che vanno anche oltre il puro aspetto sportivo. Un progetto partito all’inizio del 2020 che ha già collezionato successi e raggiunto importanti traguardi, che saranno punto di partenza per un 2021 di grandi ambizioni.

Tutto è nato un anno fa con la fondazione della società da parte di Diego Trinchillo e Antonio Mercogliano “Tony Tubo”, subito appoggiati da sponsor importanti come BAM Energy Drink, NOUA e Legea. Esport Revolution è stato il primo team Esports in Italia ad avere l’abbigliamento ufficiale in vendita in uno store della marca sportiva che lo sponsorizzava: tutt’ora si possono acquistare sul sito di Legea Shop le divise del team, proprio come una squadra di calcio.

Ma non solo, perché nelle prime settimane di vita è stata inaugurato il progetto della Gaming House Revolution, la prima in tutto il Sud Italia, con l’obbiettivo di creare all’interno degli Esports anche quei valori di socialità e aggregazione che stanno alla base di tutte le realtà sportive. Un punto di riferimento per la Campania, un luogo di incontro e allenamento per i più giovani.

Attenzione per il territorio, quindi, ma anche un occhio al sociale: grazie all’accordo con “Storto ma non troppo” di Michele Spanò, un ragazzo che soffre di disabilità, Esport Revolution ha voluto lanciare il messaggio che tutti i ragazzi con difficoltà motorie in altri sport possono comunque competere negli Esports a qualsiasi livello, proprio come Michele che infatti ottiene ottimi risultati su FIFA e Rocket League.

E a proposito di Rocket League, il team campano possiede l’unica Academy in Italia, gestita dal primo campione italiano, premiato nel 2017, Davide Fabbri “Faber92rl”, che forma gli atleti di Esport Revolution ed Empoli Esports. Già, perché Esport Revolution è anche partner dell’Empoli Calcio, il primo club di calcio italiano ad aver creato un proprio team di Rocket League: l’accordo è stato rinnovato anche per quest’anno, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto dallo staff di Esport Revolution e di quanto sport reale e sport virtuale siano sempre più vicini.

A tutti questi progetti fanno seguito anche risultati di prestigio: il player Francesco Menna “Namaner” l’anno scorso si è qualificato all’evento per la selezione della Nazionale Italiana di FIFA a Coverciano, e quest’anno ha già superato la qualifica ottenendo quindi il pass per la eNazionale. Da segnalare anche Silvestro Marrone “Prestige”, due volte in finale per la qualifica della eNazionale l’anno scorso, sconfitto proprio da Menna nell’ultimo atto targato tutto “Esport Revolution”. Ottime notizie infine anche dall’Academy di FIFA, dove Lorenzo Francini “XLorenzo15” ha vinto l’importante torneo di GameStop Italia, affermandosi ad appena 15 anni come giovane promessa in cui il team crede moltissimo.

Insomma, tanti successi e soddisfazioni, che rappresentano non solo uno splendido traguardo in questo primo anno di vita di Esport Revolution, ma anche un punto di partenza: “Siamo partiti un anno fa carichi di entusiasmo ed aspettative, e siamo riusciti in poco tempo a creare una realtà solida e affermata in Italia – dichiarano i fondatori Diego Trinchillo e Antonio Mercogliano – Ma questi risultati devono spingerci a migliorare ancora, perché gli Esports sono un movimento ancora giovane con grandi margini di crescita, e noi ci faremo trovare pronti alle prossime sfide con tutti i princìpi che ci contraddistinguono: legame con il territorio, attenzione ai meno fortunati, e supporto ai giovani”.

Ora è ufficiale: dal 2023 FIFA diventerà EA SPORTS FC

Ora è ufficiale: dal 2023 FIFA diventerà EA SPORTS FC

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

EA SPORTS FC – La notizia era attesa da molto tempo poiché le indiscrezioni erano ormai tantissime, ma ora è arrivata la notizia ufficiale da Electronic Arts e da molti dei partner che la seguiranno nel futuro grande progetto calcistico.

FIFA non sarà più la stessa dal 2023 e ciò lo sarà soprattutto a partire dal nome che passerà ad essere EA SPORTS FC, dopo la fine della collaborazione con la FIFA (Fédération Internationale de Football Association).

L’ambizione è altissima da parte di EA ed assicura che il questo gioco calcistico, in arrivo nel 2023, sarà su grande scala e si baserà su centinaia di partnership con squadre e federazioni da ogni parte del globo e vedremo maggior spazio per il calcio femminile.

Si parla di più di 300 partner arrivando ad accumulare licenze su oltre 19000 atleti, 700 squadre, 100 stadi e 30 campionati in tutto il mondo. Sono già tantissime le squadre e le federazioni che in questi minuti, sui loro social, stanno dimostrando l’unione con EA. Tra le tante, per esempio, la Serie A che si “unisce al Club”.

Le parole del CEO di EA Andrew Wilson

Già perché per EA dovrà diventare un vero e proprio club. “La nostra visione per EA SPORTS FC™ è quella di creare il più grande e più impattante club di calcio nel mondo, all’epicentro del fandom calcistico. Per quasi 30 anni, abbiamo costruito la più grande comunità calcistica del mondo – con centinaia di milioni di giocatori, migliaia di atleti partner e centinaia di leghe, federazioni e squadre. EA SPORTS FC™ sarà il club per ciascuno di loro, e per gli appassionati di calcio di tutto il mondo”, Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts.

Wilson ha continuato: “Siamo grati per i nostri molti anni di grande collaborazione con FIFA. Il futuro del calcio globale è molto luminoso, e il fandom in tutto il mondo non è mai stato così forte. Abbiamo un’incredibile opportunità di mettere EA SPORTS FC™ al centro di questo sport e di portare esperienze ancora più innovative e autentiche al sempre più ampio pubblico del calcio“.

Nel frattempo, questo autunno ci sarà ancora spazio per l’ultimo grande progetto di EA SPORTS/FIFA, pronti a lasciare col botto prima della loro definitiva “rottura”. Il tutto comprenderà anche FIFA Mobile, FIFA Online 4 ed eSports.

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni che arriveranno a Luglio 2023, come annunciato da tutti i partner in questi minuti.

Che ne pensate di questa notizia? Fateci sapere la vostra…

Reply Totem raggiunge i playoffs per i mondiali di eclub di FIFA22

Reply Totem raggiunge i playoffs per i mondiali di eclub di FIFA22

Profilo di Stak
 WhatsApp

Riceviamo e pubblichiamo.

Il trio di Reply Totem raggiunge la qualificazione ai playoffs per i mondiali di eclub di FIFA22 che si terranno a giugno e che vedranno 4 degli 8 team partecipanti nella nostra zona passare alla fase successiva.

A rappresentare la penisola in qualità di unico team qualificato con giocatori italiani saranno Andrea “Montaxer” Montanini, Antonio “Santill1” Santillo e Giuseppe “Ferraro_Peppe” Ferraro.

Partiti a dicembre con la fase di pre-qualificazione, sono riusciti, settimana dopo settimana, a passare dalla divisione 3 fino alla divisione 1.

Un torneo di altissimo livello con squadre di spessore quali FNATIC, Team Vitality, Hertha Berlino, Manchester City Esports, Schalke 04, che ha visto il team nero-verde macinare vittorie su vittorie fino all’agognata qualificazione.

Adesso testa ai playoff del 9-10 Giugno, dove i ragazzi dovranno lottare con le unghie e con i denti per agguantare la Top 4, unico risultato possibile per accedere alle finali mondiali di eclub, una delle competizioni più importanti del titolo targato EA.

Fifa 22, EA annuncia ufficialmente i test per il CROSSPLAY!

Fifa 22, EA annuncia ufficialmente i test per il CROSSPLAY!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Dopo le speculazioni degli ultimi mesi e le pedanti richieste da parte della community, i piani alti di EA hanno finalmente annunciato ufficialmente l’arrivo dei test per l’aggiunta del CROSSPLAY su Fifa 22.

A comunicarlo, come anticipato, sono stati gli stessi sviluppatori nell’ultimo ”pitch notes” , in cui hanno spiegato in cosa consisteranno questi test sul Crossplay di Fifa 22.

Secondo quanto confermato, il test incrociato includerà le modalità Stagioni online e Amichevoli online, consentendo un paio di modi diversi di giocare con gli amici su piattaforme diverse. Una cosa che non sappiamo con certezza è QUANDO inizieranno i test in crossplay. Tuttavia, se EA lo sta già annunciando, probabilmente non dovremo aspettare troppo a lungo.

Che cos’è questo test crossplay Fifa 22 e per quali modalità è disponibile?

Per FIFA 22, il cross-play è la possibilità di giocare con giocatori di piattaforme diverse. Il nostro test cross-play sarà disponibile nelle Stagioni online e nelle Amichevoli online, il che significa che puoi scegliere di giocare a FIFA 22 con un amico su un’altra piattaforma o scalare le Divisioni Stagioni online contro giocatori che potenzialmente giocano su altre piattaforme.

Come accennato in precedenza, questo test cross-play sarà disponibile per tutti i giocatori sulle versioni PlayStation 5, Xbox Series X|S e Stadia di FIFA 22.

Perché questo test cross-play è disponibile solo nelle stagioni online e nelle amichevoli online?

Anche se vogliamo consentire ai nostri giocatori di giocare con il maggior numero possibile di amici e altri, abbiamo limitato il test a queste due modalità con l’obiettivo di ridurre la possibilità di introdurre nuovi problemi nel gioco. Siamo fiduciosi che i dati di gioco e il feedback che riceviamo da queste due modalità aiuteranno a informare su come il cross-play potrebbe essere ulteriormente implementato nei titoli futuri.

Come posso abilitare o disabilitare il test Cross-play?

Una volta attivato questo test Cross-play, quando sei nel menu principale di FIFA 22, puoi trovare un widget nell’angolo in basso a destra che può essere aperto con la richiesta del pulsante corrispondente, come mostrato di seguito.

Da questo widget, puoi semplicemente seguire la richiesta del pulsante per abilitare o disabilitare la tua partecipazione al test Cross-play. Non c’è nient’altro che devi fare. In questo widget puoi anche cercare amici indipendentemente dalla loro piattaforma e puoi anche bloccare e/o disattivare l’audio di qualcuno, se lo desideri.

Puoi anche controllare la tua partecipazione al test cross-play visitando la schermata Impostazioni delle opzioni di matchmaking, come illustrato di seguito.

Come faccio a giocare con i miei amici in crossplay su Fifa 22?

Per giocare in crossplay con un amico nelle Amichevoli online durante questo test, devi prima aprire il widget menzionato sopra e aggiungere il tuo amico all’elenco degli amici nel gioco. Puoi cercare il tuo amico in base alla sua piattaforma o al nome utente EA come indicato dal pulsante sullo schermo. Una volta trovato il nome del tuo amico, selezionalo e scegli l’opzione per aggiungerlo come amico. Il tuo amico dovrebbe accettare la tua richiesta nel widget.

Per giocare con un amico, puoi selezionare il suo nome dall’elenco degli amici nel widget e seguire le istruzioni dei pulsanti per invitarlo a una partita. Puoi anche semplicemente entrare nella modalità Amichevoli online e selezionare il tuo amico dall’elenco presentato sullo schermo per invitarlo a una partita.

Come faccio a giocare in modo incrociato nelle stagioni online?

Supponendo che tu abbia abilitato il test cross-play, puoi accedere alle stagioni online come faresti normalmente, non c’è nient’altro che deve essere fatto. Come al solito, il matchmaking cercherà un avversario appropriato e potrebbe o meno finire per trovarsi su una piattaforma diversa da te.

Il cross-play influisce sul gameplay o sul matchmaking di FIFA 22?

Il nostro test cross-play non ha alcun impatto diretto sul gameplay di FIFA 22. Puoi pensare a questo test cross-play come solo un’altra parte del gioco. Quando esegui il matchmaking nelle Stagioni online, FIFA 22 prenderà in considerazione i giocatori di altre piattaforme purché tu abbia aderito.

Cos’altro devo sapere sul test Cross-play?

Quando cerchi un amico nel widget del menu principale, vedrai un indicatore della piattaforma Cross-play accanto al suo nome. Se il tuo amico si trova sulla tua stessa piattaforma, l’indicatore mostrerà la piattaforma su cui ti trovi. Se il tuo amico si trova su una piattaforma diversa, verrà mostrato un indicatore diverso. Gli stessi indicatori verranno visualizzati anche durante le partite quando si gioca nelle stagioni online.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: