Facebook Gaming Creator Pilot Program

Ecco il Gaming Creator Pilot Program di Facebook

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo aver acquisito i diritti esclusivi per la trasmissione degli eventi ESL, Facebook continua la rincorsa verso Twitch.TV, annunciando la nascita di un nuovo sistema dedicato allo streaming di contenuti videoludici. Si chiama Gaming Creator Pilot Program ed ha come obiettivo principale quello di offrire agli streamer i mezzi per poter produrre e monetizzare i propri contenuti. Facebook, dopo test con un numero ristretto di creators, ha deciso di allargare la piattaforma ad un numero maggiore di utenti.

Come lo stesso Facebook ammette, Facebook Live è diventato sempre più popolare nell’ultimo anno in ambito gaming, dando ai creators l’opportunità di cristallizzare e rafforzare il rapporto con le community in tempo reale. Un esempio è StoneMountain64 che, con trasmissioni quotidiane di PUBG, Fortnite ed altri titoli, è riuscito a incrementare, giorno dopo giorno, il rapporto con la propria community composta da più di un milione di utenti. Visti gli ottimi risultati raggiunti nell’ambito dello streaming videoludico, il colosso di Menlo Park ha deciso di aiutare i creators nella gestione della community e nella monetizzazione dei propri contenuti con il Gaming Creator Pilot Program.

Come leggiamo dal post ufficiale, uno degli obiettivi principali del programma è quello di ampliare le modalità in cui i fan possono supportare economicamente gli streamer preferiti. Al momento Facebook non pensa di introdurre una piattaforma specifica per gli AD come AdSense per Google o le iscrizioni a pagamento ai canali, ma i viewers potranno supportare gli streamer in maniera molto tradizionale con delle donazioni. Ovviamente la cosa potrà cambiare nei prossimi mesi dopo il lancio effettivo del programma. Questi sono gli altri obiettivi del Gaming Creator Pilot Program:

  • Helping gaming creators build more meaningful and more engaged communities on Facebook than anywhere else
  • Increasing discovery and distribution across multiple surfaces, including Facebook.com, Instagram and Oculus
  • Supporting gaming creators with the types of tools they need to make a living streaming games on Facebook
  • Building a platform where creators at every level have the opportunity to thrive

Uno degli elementi più attraenti del Gaming Creator Pilot Program è senza dubbio la possibilità per i creators di comunicare su più piattaforme, vista l’integrazione con Instagram e Oculus, entrambe di proprietà di Facebook. In più, considerata la natura innata del social, Facebook ha un vantaggio competitivo rispetto ai suoi competitor Twitch.TV e YouTube Gaming. Infatti, come lo stesso direttore del programma John Imah afferma, Facebook ha la possibilità di creare un ambiente per i creators e i fan dove l’aspetto comunitario possa giocare un ruolo centrale. Con un parallelismo tra esport e sport tradizionali Imah afferma:

“It’s great to go to a stadium, but it’s even better sitting in that stadium next to 5 of your friends”

Il fatto di essere una piattaforma, in linea di massima, generalista potrebbe penalizzare Facebook. Infatti l’attenzione dei più giovani si sta spostando sempre di più verso piattaforme specializzate, con una conseguente riduzione del traffico di facebook per le fasce più giovani. Sotto questo punto di vista una piattaforma come Twitch risulta molto più appetibile, considerato anche il vantaggio competitivo di essere stata tra le prime di questo genere. Inoltre possiamo dire che, potenzialmente, il bacino di utenza di Facebook è molto più ampio rispetto a quello di Twitch, ma sarà necessario, sia da parte di Facebook stessa che da parte dei creators, un adattamenoto dei linguaggi e della comunicazione per raggiungere e soddisfare i giusti utenti. Personalmente ritengo che sarà molto difficile spostare gli utenti, sia streamer che viewers, da Twitch a Facebook ma aspettiamoci delle sorprese. Anche se questa volta parte da underdog il colosso di Menlo Park riuscirà a fare breccia nel mercato dello streaming videoludico con questo nuovissimo Gaming Creator Pilot Program.

Fonte: Facebook for developers

Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport. Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque. Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701