black lives matter nba

Black Lives Matter: la protesta sbarca anche su NBA 2K

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Black Lives Matter NBA – Continua a ritmo assolutamente serrato la campagna di sensibilizzazione #BlackLivesMatter, con sempre più persone coinvolte in questo grande movimento di protesta anti-razzista.

Anche moltissime realtà della scena esport hanno risposto positivamente all’appello (compresa quella di Powned) e tra queste non poteva certo mancare quella di NBA 2K, celebre titolo di 2K Sports dedicato all’omonima lega statunitense di pallacanestro.

Durante la giornata di ieri, sono stati infatti sospesi tutti i servizi di gioco sui server per circa 2 ore, in segno di protesta contro qualsiasi episodio di razzismo e di intolleranza. Ai giocatori è stata anche data la possibilità di manifestare nel playground con indosso (sui propri avatar) alcuni dei simboli di questa campagna politica, come la maglietta nera con su scritto “Black Lives Matter“, “Say their names” o  la frase “I Can’t Breathe” (non riesco a respirare), pronunciata da George Floyd poco prima di morire soffocato sotto il ginocchio dell’agente Derek Chauvin.

All’interno del gioco, durante le 2 ore si sono quindi viste tantissime persone partecipare all’iniziativa, tutte accomunate da un comune sentimento di avversione verso chi prova odio nei confronti del diverso, come testimoniano anche i tanti video pubblicati sui social (poco sotto quello di ESPN):

#1

Articoli correlati:

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701