Bateman, ex manager di NRG, licenziato per molestie sessuali

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Capita molto raramente che anche sul nostro portale vengano presentate e discusse alcune notizie dalle tematiche brutali, infelici e preoccupanti che nulla hanno a che fare con lo spirito e l’idea che muove la grande “macchina eSports“.
Ma il mondo dei videogiochi competitivi altro non è che una costola della società globale e come tale purtroppo alcune volte deve rapportarsi anche con scandali inerenti a corruzione e tangenti, doping e, come questa volta, anche abusi sessuali.
Succede quindi che qualche giorno fa la celebre streamer Dezaray кrуѕтℓιи Luna comunica mediante Twitter che, a seguito di una normale serata con parte del team NRG e con Max Bateman (ormai ex manager del team NRG e dei San Francisco Shock), sia stata molestata ed abusata sessualmente dall’ex manager.

Dezaray Luna ha più volte affermato che lei e Max Bateman erano buoni amici e che quella sera, dato che lei non si sentiva troppo bene, lo stesso la invitava a riaccompagnarla a casa.
La Dezaray ha poi raccontato che si sarebbe svegliata sul divano dell’abitazione di Bateman e che pochi minuti dopo, ancora in stato confusionale, subiva gli abusi dell’ex manager non riuscendo a fermare la tragica serie di eventi che, purtroppo, si stavano scatenando.

La popolare streamer decideva poi di andare a denunciare Bateman al dipartimento di polizia di Las Vegas che però, per mancanza di prove, decideva di archiviare il caso.
Non si è fatta attendere la comunicazione ufficiale del team che, attraverso l’account del suo CEO Andy Miller, decideva di prendere immediatamente le distanze da Bateman licenziandolo in tronco:

Oggi invece la community viene raggiunta da una nuova dichiarazione, quella di Max Bateman, in cui l’ex manager rigetta le accuse definendole false e dicendo anche che Dezaray кrуѕтℓιи Luna avrebbe confermato la prenotazione nella medesima stanza d’albergo con lui per il Twitchcon anche dopo l’abuso sessuale subito.

Dal Tweet ufficiale:

Now that I’ve arrived back home from Blizzcon and I have consulted with an attorney regarding these false allegations, I would like to make a short statement while this goes through the correct legal process. I communicated with Krystlin that the detective called me, so I wanted to talk to her and see if we could settle it between us before I went to the police. I did, in fact, go and meet with the detective to give him my testimony. The detective read all my text messages from the day of the beach club to a few days after where we went to a hookah lounge together, as well as two escape rooms with the OLD NRG roster, and we also went to Top Golf. I even showed the detective a photo of us from after the escape room. I was let go and I have yet to hear from the detective despite me trying to contact him on multiple occasions. In addition, you can see Krystlin was talking about us sharing a hotel room at the start of the text message (these are from October 3rd, 4 days after the supposed assault) for Twitchcon later that month. She still requested to stay in the same hotel room with me after the alleged assault. I will not be answering questions as recommended by my counsel. I will be taking this through the correct legal process and not the public domain. 

Restiamo in attesa degli sviluppi della vicenda da un punto di vista legale.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701