Annunciato l’eEuro U21: gli Esports, e la Figc, protagonisti al prossimo Europeo in Italia!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Qualche giorno fa avevamo segnalato l’imminente ingresso nel mondo degli esport della FIGC, la Federazione italiana di calcio, il cui primo impegno sarà proprio quello di selezionare i giocatori per la prima Nazionale esportiva degli azzurri.

Fra pochi giorni inizierà ufficialmente l’Europeo UEFA Under 21 (che sarà ospitato in Italia) e durante le due settimane di sfide (l’evento inizia il 16 e termina il 30 Giugno) sarà possibile partecipare ad una serie di attività itineranti che, in parallelo alla competizione ufficiale, andranno a comporre il primo “eEuro U21“, una sfida esportiva a cui parteciperanno solamente i 12 giocatori migliori delle fasi di qualificazione.

Ognuno di questi giocatori rappresenterà poi una delle 12 nazionali protagoniste alla competizione ufficiale, e chi riuscirà a raggiungere le fasi finali avrà modo di giocare davanti a migliaia di persone nello Stadio di Bologna, poco dopo il termine degli incontri ufficiali dell’Europeo (quello “reale”).
Per la prima volta in Italia i maxischermi degli stadi mostreranno quindi in live a tutto il pubblico, nel prepartita e durante l’intervallo, un’attività e-sport: basterà essere presenti allo stadio per provare a diventarne i protagonisti.

Per partecipare bisognerà prima superare una fase di qualificazione online per poi andare a Milano il prossimo 23 Giugno (tutte le spese saranno a carico dell’organizzazione), dove si terrà la seconda parte ufficiale della competizione.

Ad occuparsi del concept e della realizzazione tecnico-organizzativa del torneo eEURO U21 per giocatori professionisti online che accompagnerà la fase finale dell’Europeo Under 21 è il brand HEL (Hellodì Esports Lab). HEL gestisce il mondo gaming all’interno di Hellodì, la digital factory di Milano specializzata in comunicazione e creazione di contenuti digital che accoglie nel suo network community legate al mondo dello sport come Gli Autogol, Calciatori Brutti, Chiamarsi Bomber, NBA Religion.

Il logo di HEL

Per quanto riguarda le selezioni che consentiranno agli “Aspiranti Azzurri” di conquistarsi “sul campo”, e quindi con la consolle, la convocazione in Nazionale, bisognerà aspettare il prossimo autunno ma fin da oggi inizia un percorso di selezione, attraverso numerose iniziative legate all’Europeo Under 21 ospitato proprio in Italia.
In merito, HEL ha cosi voluto commentare la notizia: “Siamo orgogliosi di essere stati scelti per supportare la FIGC in questa nuova avventura. Siamo certi che si tratterà di una esperienza straordinaria che ci permetterà di mettere a frutto la reputazione del nostro gruppo nel settore sportivo in sinergia con le competenze digitali del nostro brand HEL nell’ambito dei videogames e nel mercato degli e-Sports”.

L’Europeo UEFA Under 21 si disputerà in Italia dal 16 al 30 giugno. E’ già in corso il programma di “boot camp” itineranti: 5 boot camp per una durata complessiva di 10 giorni organizzati nelle città che ospitano la kermesse Under 21. Possono partecipare tutti e la formula della competizione è ad eliminazione diretta: i partecipanti si sfideranno per aggiudicarsi un premio consistente in una maglia ufficiale della Nazionale Italiana che verrà consegnato in loco e candidarsi alle future selezioni della Nazionale di e-Foot.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.