Indie World: l’importanza dello storytelling nei videogiochi

Indie World: l’importanza dello storytelling nei videogiochi

Profilo di Rios
 WhatsApp

Ci sono infiniti modi di raccontare una storia e l’esperienza di chi ascolta può cambiare radicalmente a seconda del medium scelto per fruirne. L’arte di narrare, una delle forme di intrattenimento più antiche, prende ormai svariate forme in opere letterarie, cinematografiche e televisive: il mondo vive di storytelling e si approccia a esso nei modi più disparati.

Dalla loro nascita, i videogiochi hanno fornito una nuova prospettiva sul modo di raccontare una storia introducendo l’elemento dell’interattività, permettendo quindi al giocatore di non osservare passivamente gli avvenimenti, ma di intervenire su di essi in prima persona.

Una caratteristica che rende lo storytelling videoludico unico e differente rispetto a tutti gli altri, ma anche un fenomeno a cui una fetta sempre più grande di pubblico si rivolge per vivere esperienze e storie indimenticabili.

L’Indie World Italian Developers Summit

L’importanza dei videogiochi in Italia

Basti pensare che, solamente in Italia, i videogame rappresentano un giro d’affari di 2 miliardi e 243 milioni di euro. Con oltre 15 milioni di videogiocatori che passano una media di 8,7 ore a settimana a videogiocare. Sono i dati di IIDEA, l’Associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi nel Bel Paese, dall’ultimo Rapporto Annuale “I videogiochi in Italia nel 2021”, un bilancio che tiene traccia della costante crescita di questo settore. Il mondo del gaming è sempre più fenomeno di massa e la sua capacità di veicolare storie in maniera unica è stata oggetto di un nuovo appuntamento targato Nintendo, organizzato in collaborazione con IIDEA, con gli studi di sviluppo indipendenti italiani.

Torna così Indie World – Italian developers summit, la tavola rotonda digitale che dà voce agli sviluppatori indie che lavorano per la pubblicazione dei propri titoli su Nintendo eShop, lo store digitale ufficiale della famiglia di console Nintendo Switch che permette di accedere a un catalogo di oltre 2000 videogiochi e a un gran numero di offerte, promozioni e demo. Proprio in concomitanza con l’inizio del Salone del Libro di Torino, tre studi hanno affrontato il tema dello storytelling videoludico in tutte le sue sfaccettature. Il video della conferenza è disponibile a questo link: https://youtu.be/Ps58JyOcAqE 

La forza di Indie World

Indie World dà agli sviluppatori indipendenti di videogiochi la possibilità di raccontare le proprie storie e la propria esperienza di lavoro su Nintendo eShop e Nintendo Switch, così come le sfide quotidiane che riserva questo mondo, affrontando al contempo le tematiche più rilevanti e attuali del settore. Stavolta, si è analizzato come lo storytelling nei videogiochi si differenzi da quello di altri medium. Andando ad esplorare le caratteristiche peculiari di ogni genere e ripercorrendo la sua evoluzione dagli albori a oggi.

A fare gli onori di casa, la giornalista Fabrizia Malgieri, che ha moderato gli interventi di Tommaso Loiacono di Cordens Interactive, Giacomo Masi di Stormind Games e Marco Agricola di Trinity Team. Tutte realtà al 100% italiane, autrici di giochi di successo come Vesper: Zero Light, un’avventura visionaria e misteriosa ambientata in un mondo decadente colmo di trappole e di misteri da risolvere, Batora: Lost Haven, action RPG in cui si vestono i panni di una ragazzina dagli enormi poteri fisici e mentali per salvare la Terra dall’oblio, e The Darkest Tales, platform-vania in 2D che racconta le avventure di Teddy, un orsetto peluche costretto ad avventurarsi nel mondo degli incubi della sua padroncina, Alicia, nel tentativo di salvarla.

Le dichiarazioni di Tommaso Loiacono

In Vesper la narrativa è partita dalle meccaniche fondamentali del gameplay. In un gioco dove si impiega buona parte del tempo a controllare e distruggere i propri avversari, una narrazione basata sui concetti di libertà, controllo e perdono ci è sembrata emergere quasi naturalmente. Anche i diversi finali di gioco per noi sono stati la possibilità di approfondire, a livello narrativo, che cosa voleva dire per il giocatore stesso continuare a fare quelle azioni

Le dichiarazioni di Giacomo Masi

Lo storytelling è fondamentale per noi di Stormind Games. Il nostro obiettivo è sempre quello di creare delle vere e proprie esperienze. Che siano atmosferiche, coinvolgenti ed emozionali e che possano restare nel cuore dei giocatori anche dopo aver finito. Infatti, le storie intense sono il fulcro di tutti i nostri giochi. Lo storytelling videoludico è molto diverso da quello per gli altri media. Ed è veramente interessante, oltre che stimolante, prendere parte a un summit dedicato a questo ambito specifico!”

Le dichiarazioni di Macro Agricola

In Trinity Team amiamo ‘giocare’ con le storie. A volte la scintilla parte dalla trama, a volte dal gameplay, ma queste due strade finiscono per intrecciarsi indissolubilmente. Si migliorano a vicenda, contaminandosi e nutrendosi l’una dell’altra. Come leggendo un libro la nostra mente ricostruisce personaggi ed ambienti, rendendoli reali, mentre giochiamo la fantasia lavora a contestualizzare, a costruire, ad aggiungere dettagli, fino ad ottenere un mondo unico in cui trama e gameplay non possono più essere separati”.

Giochi indie e Nintendo Switch: un binomio fortissimo

A oltre cinque anni dall’uscita di Nintendo Switch, l’offerta del catalogo Nintendo eShop va via via crescendo. Anche grazie a realtà di sviluppo indipendenti, sempre più sinonimo di qualità. Nintendo eShop permette di acquistare i propri videogiochi preferiti comodamente da casa e scaricarli subito sulla propria console. Accedendo a diversi vantaggi, oltre che a offerte e promo speciali. Acquistando in formato digitale, per esempio, il 5% della cifra spesa viene restituito come bonus fedeltà sotto forma di punti d’oro, che è possibile utilizzare per ottenere uno sconto sull’acquisto successivo.  

Con Indie World – Italian devlopers summit, Nintendo ha scelto di stare in prima fila nel supportare gli studi di sviluppo locali. Fornendo, con queste tavole rotonde dedicate, una grande possibilità di visibilità ai media e al pubblico per gli sviluppatori. In modo che possano continuare a crescere ed evolvere.

F1 22 debutta oggi in tutto il mondo!

F1 22 debutta oggi in tutto il mondo!

Profilo di Rios
 WhatsApp

Finalmente è arrivato il giorno di F1 22, che diventa disponibile da oggi per tutti e su tutte le piattaforme di gioco. Chi ha acquistato la Champions Edition ha già assaggiato il gioco da qualche giorno, ma da oggi anche chi ha comprato la versione standard potrà mettersi al volante.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la nostra recensione del sim-cade di Codemasters ed EA, se ve la siete persa potete recuperarla cliccando qui. Un titolo indubbiamente valido, che però non ha cambiato troppo la formula rodata negli anni passati.

Insomma, preparatevi per gettarvi completamente nel mondo della Formula 1 e per vivere tutte le emozioni del mondiale.

Il giorno di F1 22

La nuova era arriva per tutti

Codemasters ed Electronic Arts Inc hanno lanciato oggi EA SPORTS F1 22, il gioco ufficiale del FIA Formula One World Championship 2022, per PlayStation 5, Xbox Series X|S, PlayStation 4, Xbox One e PC tramite
Origin e Steam. Il gioco di quest’anno include nuove auto rivoluzionarie progettate per gare più combattute ed emozionanti, modifiche sostanziali al regolamento con l’inclusione di F1 Sprint, l’introduzione dell’Autodromo Internazionale di Miami e aggiornamenti dei circuiti in Spagna, Australia e Abu Dhabi. Per celebrare il lancio,
EA SPORTS ha collaborato con Charles Leclerc della Scuderia Ferrari per dare uno sguardo esclusivo alla vita di un pilota di Formula 1.

Novità alla fisica ed al modello di guida

F1 22 apporta significative innovazioni tecnologiche, tra cui fisica, maneggevolezza e modelli di pneumatici che riflettono accuratamente i cambiamenti del mondo reale dello sport. Il gioco introduce l’IA adattiva, un’impostazione che regola il livello di difficoltà applicato ai concorrenti dell’IA, adattando la loro velocità e competitività, in modo che i nuovi giocatori rimangano sempre nel vivo della battaglia. Anche la VR fa il suo debutto su PC, offrendo l’esperienza di F1 in pista più coinvolgente di sempre. Ora i giocatori possono provare l’adrenalina dall’abitacolo in modalità single-player o con i loro amici in multiplayer.

Le dichiarazioni di Lee Mather

F1 22 raggiunge un ottimo equilibrio per gli appassionati di corse di tutti i livelli e approfondisce l’autenticità dell’esperienza della Formula 1, con momenti di gara impegnativi, realistici e adrenalinici“, ha dichiarato Lee Mather, F1 Senior Creative Director di Codemasters. “Abbiamo realizzato il nostro più grande rinnovamento della fisica, della maneggevolezza e della presentazione, oltre a una serie di opzioni innovative per lo stile di vita di chi si avvicina al gioco. Siamo entusiasti di offrire ai giocatori una porta d’accesso al mondo della F1 e di avvicinarsi a questo sport come mai prima d’ora”.

Immersività

Il gioco aumenta l’autenticità della giornata di gara con l’introduzione di funzionalità interattive e cinematografiche, come le opzioni Immersive e Broadcast per le soste ai box, i giri in formazione e i periodi di Safety Car. F1 22 vanta anche significative modifiche all’audio. Tra cui la ri-registrazione e l’espansione delle squadre di commento in più regioni. Una colonna sonora dinamica e, per la prima volta nella storia della serie, una colonna sonora su licenza con una rosa globale di artisti elettronici e dance.

F1 Life

Il gioco introduce F1 Life, un nuovo hub sociale personalizzabile che offre ai giocatori uno scorcio di un pilota di F1 lontano dalla pista. Funzionando come una lobby multigiocatore, questo spazio personale permette ai giocatori di sfoggiare la propria collezione di supercar, moda, accessori e trofei, guadagnati completando le sfide del gioco, salendo di livello nel Podium Pass, nel negozio del marchio e nel negozio del gioco. Le otto supercar offrono nuove sfide di gioco. Come le derapate e i duelli, e possono essere guidate in pista nella funzione Pirelli Hot Lap, che riproduce la parte iniziale del weekend di gara.

Oltre a tutte le entusiasmanti innovazioni del gioco, F1® 22 espande le sue caratteristiche per i giocatori con il ritorno de La mia squadra, ora con tre punti di partenza. L’acclamata Carriera decennale con funzionalità per due giocatori e il Multiplayer che include lo split-screen offline.

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Horizon 2074 Netflix – Quando si parla dei più grandi successi a livello videoludico dell’ultimo decennio, risulta molto difficile non menzionare Horizon Zero Dawn, rivoluzionario titolo ambientato in un mondo post-apocalittico con caratteri estremamente moderni.

Horizon Zero Dawn nel 2017 e poi Horizon Forbidden West durante l’inizio di quest’anno hanno evidentemente attirato l’attenzione anche dei colossi dello streaming, fino all’annuncio da parte di Sony nel maggio scorso, dell’inizio dei lavori di produzione di una serie-tv dedicata.

Negli ultimi due mesi non abbaimo ricevuto grandi informazioni in merito, ma il noto insider Netflix Jeff Grubb potrebbe avere scoperto una vera e propria esclusiva.

Horizon 2074 su Netflix, tutte le informazioni in anteprima

Secondo quanto riportato da Grubb, la cui fonte è il sito web della Director’s Guild of Canada Ontario, il nome del programma televisivo sarà Horizon 2074 e conterrà due linee temporali.

Considerato che il nome dello spettacolo implica una data, è molto probabile che una di queste linee temporali si svolgerà nell’anno 2074, quello che possiamo presumere esser l’anno della caduta dell’umanità.

horizon 2074 netflix

L’altra linea temporale, al contrario, potrebbe aver luogo nell’era dei giochi Horizon Zero Dawn Forbidden West, mostrandoci i risultati, alcune centinaia di anni, della la caduta del mondo per come lo conoscevamo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: