Update 30: le sfide primaverili targate Hoonigan

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

L’ultima settimana dell’update 30 di Forza Horizon 4 ci porta in primavera, dopo un inverno ricco di novità interessanti. Le sfide primaverili portano la firma di Ken Block, che con il suo marchio Hoonigan ha quasi monopolizzato la stagione. Portare a casa i premi in palio non sarà per nulla semplice.

La primavera dell’update 30

Campionati stagionali

Gincana da riscaldamento

  • Restrizioni: solo Muscle Car Classiche di classe B 700
  • Auto consigliata: Chevrolet Corvette ZR-1 del 1970
  • Alternative: Ford Falcon XA GT-HO del 1972

Scegliere un’auto adatta a questo campionato non è stato per nulla semplice. Le Muscle Car Classiche di classe B 800 sono pochissime, specialmente se non contiamo i modelli che partono da una classe più bassa ed hanno bisogno di molte modifiche per arrivare a quel livello. Abbiamo voluto usare delle auto completamente stock nelle nostre prove, ed abbiamo scelto la Corvette ZR-1. Le sue dimensioni compatte (rispetto alle altre muscle) la rendono un must per queste gare, visto che dovrete districarvi nelle strette vie di Edimburgo.

Spericolatamente

  • Restrizioni: solo auto Hoonigan di classe S2 998
  • Auto consigliata: Hoonigan Ford RS200 Evolution del 1986
  • Auto da evitare: Hoonigan Ford “Hoonicorn” Mustang del 1965

La serie di gare dedicata interamente ai veicoli Hoonigan ci porta su terreni sterrati e sconnessi. Quasi tutti i veicoli del marchio americano sono stati creati per la derapata e la gincana, perciò tendono a non essere adatti alla corsa su superfici irregolari. Questo discorso non si applica, però, alla Ford RS200 Evolution che è, in assoluto, l’auto migliore per affrontare e vincere il campionato in scioltezza.

Mini Motors

  • Restrizioni: Ferrari 166MM del 1948, Porsche 550 del 1955, Meyers Manx del 1971,Austin-Healey Sprit MKI del 1958 di classe D 500
  • Auto consigliata: Mayers Manx del 1971
  • Auto da evitare: Porsche 550 del 1955

Anche in questo caso la scelta del veicolo è decisamente limitata. In ogni caso la divertentissima Meyers Manx ci ha sopresi, per la sua semplicità di guida e per la possibilità di fare dei tuning folli con essa. Purtroppo non potrete aumentare troppo le sue prestazioni per questo campionato, ma sicuramente vi tornerà utile in futuro.

Acrobazie stagionali della primavera dell’update 30

M68 (Rilevatore di velocità)

  • Auto consigliata: Ferrari 599XX Evolution del 2012
  • Alternative: Koenigsegg Jesko del 2020, Mosler MT900S del 2010, McLaren Senna del 2018

Boschetto (Zona di derapata)

  • Auto consigliata: Hoonigan Ford “Hoonicorn” Mustang del 1965
  • Alternative: qualsiasi hypercar o supercar a trazione posteriore
  • Auto da evitare: le “normali” auto da drift

La zona di derapata del Boschetto è particolarmente difficili, in quanto non è asfaltata. Il terreno fangoso rende inutili tutte le auto da drift più comuni come la Toyota Trueno AE86 e la Nissan Silvia. La Hoonicorn, però, riesce a superare questa difficoltà grazie alla sua trazione 4WD, che la fa derapare alla perfezione su un terreno sconnesso nonostante la potenza sia distribuita equamente sulle quattro ruote. Se non avete questo veicolo potete affidarvi alle hypercar o alle supercar a trazione posteriore, ma non sarà così semplice.

Pendio aperto (Segnale di pericolo)

  • Auto consigliata: Hoonigan Ford “Hoonicorn” Mustang del 1965
  • Alternative: qualunque auto da rally

Sfida settimanale Forzathon

La sfida di questa settimana non è particolarmente difficile e non richiederà nemmeno degli investimenti onerosi. Avrete la possibilità di guidare la Austin-Healey Sprite MkI del 1958, un’auto piccolissima ma che vi darà tante soddisfazioni e vi sarà utile anche per il campionato Mini Motors.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701