Poach si ritira dalle competizioni di Fortnite!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Jake ‘Poach‘ Brumleve, celebre player di Fortnite del Team Liquid, ha rivelato che ha intenzione di ritirarsi dalla competizione del celebre Battle Royale e concentrarsi invece sullo streaming, dopo aver messo in discussione la ‘competitività’ di base del gioco.

Tali parole giungono dopo la mancata qualificazione alle fasi finali della Coppa del Mondo, dove Poach ed il suo compagno di Duo hanno faticato per cercare di accedere, senza appunto riuscirvi.

E sembra proprio che le qualificazioni ai Mondiali possano essere la sua ultima apparizione competitiva, dal momento che il ventenne ha rivelato in diretta di puntare maggiormente sulla sua carriera di streaming di Twitch, piuttosto che sul vincere tornei.

Poach ritiro Fortnite
Poach, a sinistra, con i suoi compagni di team

Parlando ai suoi spettatori di Twitch il 26 giugno, Poach ha spiegato: “Mi concentrerò di più sullo streaming e spingerò in quella direzione la mia carriera all’interno di Fortnite“.
Sorprendentemente, o forse no, a seconda delle persone, il player ha evidenziato la mancanza di competitività motivo principale del suo improvviso ritiro: “Non mi piace molto giocare a Fortnite in modo competitivo, perché non ritengo che il gioco lo sia“.

Brumleve dice anche che il suo generale godimento del gioco, competitivo o meno, ha iniziato a calare col passare del tempo, anche se gli aggiornamenti recenti hanno migliorato le cose.

Nella seguente clip potete trovare il suo breve discorso a riguardo: https://clips.twitch.tv/TacitSpoopyFiddleheadsHumbleLife?tt_medium=clips_api&tt_content=url

Poach non è il primo a fare una scelta simile, ma anche Turner ‘Tfue‘ Tenney si è già allontanato dal gioco competitivo, e sembra che sempre più persone stiano seguendo l’esempio. Vedono le opportunità lucrose dello streaming come alternativa preferita alle competizioni stesse.

Anche se non parteciperà alle finali della Coppa del Mondo a New York quando inizieranno a luglio, Poach ha comunque deriso il formato dell’evento su Twitter, dopo che è stato rivelato che sarebbero state giocate solo sei partite, per decidere chi vincerà i 3 milioni di dollari per il primo premio.

Solo il tempo saprà dirci chi ha ragione in tutto ciò, ma intanto un altro tassello competitivo si stacca.

Grazie per la lettura

ALTRI ARTICOLI FORTNITE:

Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.