Aereo si, Aereo no: Ninja minaccia di lasciare Fortnite per colpa dell’X-4!

Profilo di davide-L
 WhatsApp

In una delle ultime dirette di Tyler Blevins, al secolo Ninja, è avvenuto un episodio che ha avuto molta risonanza su internet.
L’accaduto riguarda un momento della partita in cui Ninja viene sbattuto giù da una scala durante un build fight da un giocatore in aereo.
Questo ha scatenato una reazione negativa del celebre giocatore, che ha anche minacciato di non giocare più a Fortnite fino a quando l’aereo X-4 Stormwing non verrà rimosso dal gioco.
Queste sue dichiarazioni, fatte ovviamente in un momento di frustrazione e quindi da prendere con le pinze, mi hanno fatto riflettere.
Sono due i punti che voglio trattare in questo articolo, in primis il fatto che Fortnite si trovi ad un bivio tra gioco competitivo e gioco per tutti; il secondo punto riguarda l’influenza che hanno certi personaggi nel cambiare gli equilibri di un titolo che conta milioni di giocatori.

Partendo dagli aerei su Fortnite, vorrei farvi riflettere su un paio di cose.
Io da giocatore apprezzo gli aerei, le battaglie in volo sono divertenti, la possibilità di salvarsi dalla tempesta anche quando molto distante la trovo un ottima idea, dato che permette a tutti di poter morire combattendo e non per colpa del danno che si prende uscendo dalla tempesta con un HP dopo aver consumato trenta bende e due kit medici.
D’altro canto fornite sta commettendo molti errori sul lato competitivo come dimostra il Winter Skirmish, che ha visto decine di giocatori fingere una battaglia nei cieli per arrivare nelle fasi finali delle partite comodamente.
Evito di parlare della spada perché mi sembra superfluo.
Quello che si sta trovando ad affrontare Epic Games è la paura che i giocatori non professionisti possano perdere interesse per un titolo che ha puntato molto sulle novità continue e gli aggiornamenti frequenti per maniere un alto tasso di varietà in un gioco che ripropone sempre lo stesso gameplay.

Questo è sicuramente da lodare, senza dubbio la longevità di Fortnite è dovuta all’alto numero di aggiornamenti, alle piccole cose che Epic Games cura nel suo gioco.
Ma a questo punto ci sono elementi nel gioco che non si addicono ad un titolo che punta così tanto al formato competitivo.
Gli aerei sono sicuramente uno di questi e nonostante i numerosi nerf effettuati dal rilascio della stagione 7 continuano a seminare terrore nei cieli, ma sopratutto a terra.
Un gioco come questo, in cui dovrebbe venir premiata l’abilità dei giocatori che si affrontano appunto per elevarsi sopra gli avversari è davvero frustante dover morire senza aver la possibilità di cambiare la propria sorte, ed è anche sbagliato.

Immaginate di essere il più forte giocatore della lobby, avere 12 uccisioni all’attivo e venire lanciati fuori da un giocatore meno forte di voi, morendo e senza potersi difendere.

Bene, ora immaginate se eventualmente fosse presente un premio in denaro.
Diventa motivo di ira, giustamente.
Ma a questo punto Epic come dovrebbe comportarsi?
Secondo la mia modesta opinione, dovrebbe dividere le modalità.
Vuoi allenarti per giocare competitivo su Fortnite?
Bene, ti permettiamo di farlo creando una modalità che ricrei le stesse condizioni di un torneo ed in cui a tutti i giocatori vengono forniti gli stessi mezza in modo che l’abilità possa prevalere.
Non vuoi giocare competitivo? Puoi farlo tranquillamente nella modalità pubblica, in cui hai tutte le novità e gli esperimenti che i creatori vogliono farti sperimentare, dato che il tuo obiettivo è divertirti e staccare qualche ora dal mondo.
Ora, tornando ad inizio articolo, riprendo il secondo punto, ovvero quanto sia giusto che alcuni personaggi di una community abbiano così tanta influenza su un titolo a cui giocano milioni di giocatori.
Ninja ha “sbottato” in una delle sue ultime live per colpa di un aeroplano come scritto poco sopra.
Poco dopo, in preda alla frustrazione ha minacciato di non giocare più a Fortnite fino a che non verranno rimossi gli aerei.
Ovviamente era una minaccia fittizia, fatta solo in un momento di rabbia, ma ha scatenato in me un dubbio; e se togliessero davvero gli aerei su Fortnite, io come la prenderei?

Mi lascerebbe davvero stizzito l’idea che un titolo come questo possa essere cambiato per un “capriccio” di un singolo giocatore.
Sicuramente è vero che il pupillo di Epic Games ha fatto da cassa di risonanza del “fenomeno Fortnite” nell’ultimo anno, ma è altrettanto vero che ormai questo titolo conta milioni e milioni di giocatori.
In che misura è lecito per i creatori di contenuti online chiedere dei cambiamenti in un gioco che effettivamente gli da il pane.
Fino a che punto si possono spingere certe richieste e quanto Epic Games o più in generale i titoli che vanno per la maggiore su Twich debbano dare loro ascolto?
A me Fortnite piace così, perché vario, divertente e raramente scontato.
Anche con i suoi aggiornamenti sbilanciati.
Anche con gli avversari che passano in mezzo alle tue costruzioni.
Anche con gli aerei che ti lanciano giù dagli edifici.

Ed a voi, Fortnite piace ancora? Vi ringrazio per la lettura e vi invito a condividere con noi le vostre impressioni, pregandovi di manette un clima pacato in questo periodo natalizio.

P.S.

Colgo l’occasione per presentarmi e farvi gli auguri, io sono Davide, nuova leva della redazione di Powned e carico a mille per l’opportunità che mi è stata concessa.

Buone feste a tutti e congratulazioni per le vostre prossime vittorie!

Fulmini e saette (e Tornado)! Com’é la nuova meccanica climatica?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Sappiamo ormai che Fortnite é ricca di sorprese e imprevedibilità. Abbiamo visto come é stato introdotto improvvisamente il Capitolo 3, e da qualche giorno abbiamo visto l’introduzione di una nuova meccanica.

Sono arrivati i cambiamenti climatici capaci di sconvolgere le sorti di un fight, soprattutto in end game. Certo le conseguenze non sono estreme, ma sono quel cambiamento che puó essere sfruttato a nostro favore. Ma come funzionano?

Ci sono due tipologie di clima dinamico su Fortnite adesso: Tornado e fulmini. Il Tornado in pochi secondi si forma in un punto casuale della mappa (non nella Tempesta) e dà modo a tutti i giocatori di spiccare il volo intorno a lui. Questa meccanica dà la possibilità di spostarsi piú velocemente durante la partita, sia per scappare che per avvicinarsi a qualche punto.

I fulmini hanno uno scopo “simile”, ma in maniera diversa. All’improvviso comparirà un nuvolone nero che scaglierà vari fulmini lungo il suo cammino. I fulmini inceneriscono il punto di caduta, infiammando tutto ció che c’é intorno e se il fulmine colpirà un giocatore gli infliggerà un lieve danno, ma gli donerà maggiore velocità per un po’ di tempo.

Quindi? Questa aggiunta é positiva? Sicuramente Tornado e fulmini non sono cosí drastici in game, ma sono un’ottima funzione per affrontare fight e situazioni in maniera diversa. Sono un nuovo tipo di movement, casuale e dinamico, che rende piú realistico e intenso un game sull’isola di Fortnite.

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

HYPEX: “Epic è al lavoro su una modalità No Build”

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Su Fortnite è in corso ancora l’evento Mezz’Inverno che andrà avanti fino al 6 Gennaio, con il quale, i giocatori assidui, avranno ottenuto tutti i regali a disposizione oramai. Altri contenuti, quindi, non ci sono, ma arrivano notizie interessanti per il futuro del gioco.

Già perché il famoso dataminer HYPEX, sul suo profilo Twitter ha ricordato quello che probabilmente è uno dei piani di Epic Games per una delle prossime modalità di Fortnite: la “No Build“.

Negli anni sono state tante le occasioni su Fortnite o le meccaniche che non permettevano le costruzioni, una delle ultime erano i Viceverso della Season 8 del Capitolo 2, ma non c’è mai veramente stata una modalità costante che facesse del No Build la sua essenza.

Ed a quanto pare, questa modalità, sarà la realtà da qui a breve. Sicuramente non poter costruire snatura la vera natura di Fortnite, ma è interessante scoprire come tutte le meccaniche del gioco, tra cui le armi e le “abilità” (la Mythic di Spider-Man per esempio) possano adattarsi ad una mappa totalmente No Build.

Ovviamente, vi chiediamo di prendere il tutto ancora con le pinze, poiché non ci sono notizie ufficiali da parte di Epic e non sappiamo quando ciò (qualora si rivelasse veritiero) possa effettivamente essere disponibile in game.

Nel frattempo vi avvertiamo che ieri Fortnite è stato offline per ore a causa di problemi al matchmaking ed al login. Una volta risolta la situazione Epic ha “promesso” un regalo.

Che ne pensate di questa possibilità? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

natale powned

Non sapete cosa giocare in questo Natale? Qui alcune opzioni con gli auguri da tutta la redazione di Powned

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Natale é arrivato anche quest’anno ed ovviamente tutti ora saranno alle prese con i vari cenoni e i regali da scartare, ma sappiamo benissimo come le festività sono anche il periodo perfetto per i videogiocatori.

Noi dalla redazione di Powned tutta volevamo augurarvi un buonissimo Natale, pieno di gioia e soddisfazioni, ma ovviamente non volevamo limitarci solo a questo. Per questo motivo volevamo raccomandarvi gli eventi natalizi/invernali dei maggiori giochi (soprattutto quelli da noi trattati), da potersi godere il 25 Dicembre e non solo.

Potreste partire da Caldera, la nuova mappa di Warzone, dove mentre cercherete di essere i migliori della lobby dovrete sfuggire alla caccia del Krampus. Poi potrete atterrare sull’isola di Fortnite e festeggiare il Mezz’Inverno ricco di oggetti gratuiti direttamente dal rifugio del Sergente Bruma. Tutto questo mentre in gioco combatterete con Pupazzi di Neve e Lancia Palle di Neve.

Spostandoci in casa Blizzard, il Grande Inverno di Hearthstone (festa tipica anche su WoW) é partito da poco e vi regalerà bustine e skin, mentre potrete giocare la tradizionale Rissa natalizia con i regali, rubati, di Great Father. Su Overwatch abbiamo il Winter Wonderlands con tanti nuovi modelli e missioni da completare.

In casa Riot non ci sono dei veri e propri eventi invernali/natalizi, ma per gli appassionati c’é ancora l’evento rubacuori di League of Legends, ricco di missioni da completare e skin a tema. Anche su Legends of Runeterra ci sono nuovi oggetti pronti ad essere acquistati.

Su FIFA 22 siamo nel pieno dell’evento Jolly Invernali (su Ultimate Team), nuove carte evento nei pacchetti, in Obiettivi e Squadra Creazione Rosa. Non vi dimenticate di raccogliere i Gettoni Jolly per poter riscattare, dal 26 Dicembre, tutta una serie di succose ricompense.

Questi sono solo alcuni dei giochi che potrete provare per vivere le feste da gamer nel migliore dei modi. Noi vi facciamo di nuovo il nostro augurio per questo Natale, con la speranza, nel nostro piccolo, di portarvi informazioni e chissà magari anche divertimento nei nostri articoli.

Buone Natale dalla redazione di Powned!