L’isola è nuovamente in movimento! Le novità in arrivo già il prossimo Martedì?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Fonte copertina: Fortnite Intel

Sono giorni che monitoriamo la situazione sulla mappa di Fortnite, seguendo passo passo il cammino dell’isola fluttuante e dell’ormai celebre sostanza viola che ha prima seminato il panico in 7 specifiche zone ed ha poi richiamato a se le 7 rune lasciate sparse nel mondo di Fortnite.
Con l’ultimo aggiornamento di ieri eravamo arrivato proprio a questo punto, con le 7 rune (e le rispettive zolle di terra sopra le quali erano state incise) in movimento verso l’Isola ormai ferma in attesa di queste.
Oggi invece abbiamo assistito ad un importante cambio di situazione con le rune che, raggiunta l’isola, sono andate a schiantarsi sul suolo formando un cerchio ben visibile anche nelle immagini che troverete poco sotto.

L’isola ha inoltre ripreso il suo movimento (non dopo aver attivato il cerchio che stanno formando le rune) e sembra che si stia dirigendo in direzione Leaky Lake mentre sopra di essa la casa che una volta dominava la collina appare ormai divorata ed inghiottita dalla sostanza del cubo viola che sbuca ormai da ogni angolo della costruzione.
Appare sempre più chiaro che al termine di questa nuova tappa dell’isola fluttuante (che ormai fa parlare di se da tante settimane) potremmo assistere ad un qualche genere di evento che spieghi, una volta per tutte, cosa sta accadendo al mondo di Fortnite.

Voi cosa ne pensate? Quando l’isola raggiungerà Leaky Lake cosa potrebbe accadere?

Fonte : Fortnite Intel


L’isola è nuovamente in movimento! Le novità in arrivo già il prossimo Martedì?
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701