Fortnite: la “presa in giro” di Uno ed il sondaggio di Ninja pressano ancora Epic Games

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Le critiche nei confronti di Epic Games per l’aggiornamento di Fortnite alla versione 8.20 non sono ancora terminate.

A mettere ancora più pressione agli sviluppatore ci pensa Ninja, celebre streamer del gioco, con due sue particolari mosse effettuate in questi giorni che sottolineano quanto tale update sia così controverso per la community.

In particolare, il content creator ha recentemente creato un sondaggio su Twitter dove poneva la seguente domanda:

Per quanto riguarda l’ultima patch di Fortnite… ri manere così o tornare indietro?

Il sondaggio ha avuto un vero e proprio boom nel social, portando ben 325 mila persone a votare. Il risultato è stato di ben 87% dei voti (270.000) a favore per tornare indietro, ed il 13% che preferisce l’attuale aggiornamento.

Ninja però non ha certo aiutato a calmare la situazione, poichè un giorno ha deciso di non streammare il gioco che lo ha reso popolare, ma bensì Uno!

Ninja Uno Fortnite 8.20
Il peso nella community di content creator come Ninja è molto importante

Il celebre gioco di carte, disponibile anche in formato digitale, è stato il protagonista di una stream del 28 marzo, che ha visto Ninja e dei suoi abituali compagni di partita giocare a carte invece che a Fortnite.

In seguito ad un tweet dove veniva mostrato un esilarante momento della partita, l’account ufficiale del gioco di carte ha risposto al video in merito:

Ma non solo, Uno ha cavalcato l’onda della “fama” per commentare direttamente un ironico post sull’aggiornamento 8.20:

Vogliamo comunque portare sott’occhio una interessante risposta di una persona al sondaggio posto da Ninja.

Non tornate indietro: una società di giochi e / o l’industria dei giochi non può evolversi se non porta modalità nuove ed innovative di gioco, per far sì che il player giochi di più per essere migliore di ciò che è adesso“.

Nel frattempo, Epic Games continua a mantenere il silenzio in merito alla questione, non facendo altro che alimentare queste discussioni. E voi cosa ne pensate?

Grazie per la lettura

ALTRI ARTICOLI FORTNITE:

Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.