Fortnite, in arrivo il matchmaking basato sulla skill?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Negli ultimi tempi sono stati diversi i commenti dei giocatori riguardo ad un presunto “miglioramento” del livello di gioco nelle partite della Battaglia Reale.
Da qualche tempo sono state, infatti, molte le testimonianze secondo le quali, specialmente nella battaglia reale, si è notato spesso un miglioramento nelle abilità dei giocatori…come se tutti fossero diventati “più forti” rispetto al passato, andando ad incidere anche sulla difficoltà vera e propria di una sfida.
In merito sono anche intervenuti dei pro, uno su tutti Ninja, che ha parlato di questa faccenda affermando che sia del tutto normale che, con il passare del tempo, il livello generale di skill aumenti.
Queste considerazioni sono e restano tali ovviamente, anche perché si fa sempre più forte l’idea secondo la quale Epic Games abbia già introdotto, segretamente, una prima versione di Matchmaking in base alla skill.
Questo spiegherebbe l’impressione, specialmente negli ultimi tempi, secondo la quale tutti siano diventati “più forti” e meno semplici da sconfiggere: perchè potrebbero semplicemente essere giocatori con un livello di abilità molto simile al nostro e quindi inseriti con noi nella stessa sfida.

Ad avvalorare questa ipotesi c’è poi stata la pubblicazione di un nuovo sondaggio ufficiale, all’interno del quale Epic ha chiesto esplicitamente cosa ne pensino i giocatori di un eventuale sistema di matchmaking diviso per abilità.
E’ quindi molto probabile che, con molte risposte positive a queste specifiche domande, il team introduca ufficialmente un sistema di matchmaking diviso per skill, fatto che andrebbe certamente a favorire i nuovi giocatori che non saranno cosi più costretti a giocare contro player molto più esperti e forti di loro.

Fonte: Reddit

Cosa ne pensate community? Siete favorevoli o contrari all’eventuale aggiunta di questo sistema?

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.