Fortnite: Il pro player Tfue chiede la rimozione di Tilted Towers

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Turner ‘Tfue‘ Tenney, forse preso dalla rabbia del momento, ha affermato come Tilted Towers debba essere rimossa dalla mappa di Fortnite al fine di avere un’esperienza migliore.

Il famoso streamer Twitch e pro player, che ha accumulato il maggior montepremi dai tornei competitivi del gioco fino ad oggi, non è di certo un personaggio qualsiasi che parla. La sua dichiarazione avviene proprio quando la mappa di Fortnite sta per essere modificata in seguito ai terremoti che affliggono da diversi giorni il campo di battaglia, come già accennato in una nostra precedente news.

Sapete come sparare voi ragazzi, o sapete solo piazzare trappole e guardare a terra?” ha detto Tfue in live dopo un combattimento che lo ha visto morire per colpa di una trappola a Tilted Towers. “Non c’è una difesa, non puoi contrastarle, è per questo che odio Tilted Towers, odio combattere all’interno degli edifici, e dare a questi giocatori troppe opportunità per ucciderti“.

Le trappole criticate da Tfue

Quando Tilted Towers è stata rilasciata per la prima volta, è stato divertente“, ha spiegato. “Ma ora è orribile, l’unica ragione per cui atterro lì è perché è l’unico posto in cui la gente atterra. Odio questa zona.

Nel video sottostante potete osservare il combattimento che lo ha portato a dire ciò, a partire dall’inizio.

Tfue ha criticato la mancanza di adeguate contromisure per le trappole nei combattimenti che si svolgono negli edifici. Da qui il suo odio per la zona.

Resta da vedere se qualcosa cambierà o meno in seguito alle critiche di Tfue sulla questione. Tuttavia, da quello che abbiamo visto in passato, i giocatori professionisti sono noti per forzare la mano dello sviluppatore diverse volte, come con il richiesto nerf al Cannone a mano. Le trappole o Tilted Towers saranno le prossime ad andare?

Immagine di copertina a cura di Dexerto

Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.