Ancora polemiche attorno alla reale età di FaZe H1ghSky1 e Twitch banna il suo canale!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Proseguono le polemiche attorno alla figura di H1ghSky1, il “bambino prodigio” del Faze Clan per cui il team ora rischia tantissimo, e non solo a livello esportivo.

Per chi non lo conoscesse, Faze H1ghSky1 è un ragazzino di 13 anni, da poco entrato nell’orbita del Faze Clan come giocatore ufficiale del roster.
Poco dopo l’annuncio del suo ingresso nel team però, attorno alla vicenda è scoppiato un vero e proprio caso mediatico quando il celebre Tfue ha affermato che la reale età del ragazzino sarebbe di 11 anni e non di 13.

Se davvero sia la famiglia, sia il team, dovessero aver mentito sulla reale età del ragazzino questo non sarebbe solamente un problema dal punto di vista esportivo (perchè per partecipare ai mondiali di Fortnite bisogna avere almeno 13 anni, ndr) ma anche da quello legale.
In California, stato dove ha sede il Faze Clan, l’assunzione di un undicenne sarebbe una violazione della legge sul lavoro che vige nello stato, e tutto questo viene anche menzionato nella causa tra Tfue ed il Faze Clan, mossa dal primo contro i secondi per dimostrare che il suo contratto con il team è “opprimente” e sostanzialmente illegale.

A tutto questo “caos” si è poi andata ad aggiungere la decisione del 4 Giugno di Twitch di bannare l’account di Faze H1ghSky1, perchè un rapporto ha evidenziato come la reale età del bambino non possa essere di 13 anni ma di 12 (quindi 11, quando è stato preso da Faze, ndr), dato che nel 2012 la stessa famiglia di H1ghSky1 commentava e celebrava sui social i “5 anni” del ragazzino.

Una situazione sicuramente dannosa e critica, non solo per il Faze Clan ma anche per tutti i nomi celebri che sono coinvolti in questa situazione (Tfue in testa), che speriamo possa presto trovare una rapida, giusta e definitiva risoluzione.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.