Da Reddit la proposta sulle 100 Infinity Blade che tanto piace alla community

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Recentemente un utente Reddit ha proposto una particolarissima idea che riguarda l’arma Infinity Blade, celebre spada di Fortnite di cui si è molto discusso negli ultimi mesi.
Il perché è presto etto: la spada era semplicemente troppo forte e chi aveva la fortuna di impugnarla si trasformava in un berserker quasi inarrestabile e molto, molto frustrante da “subire”. Proprio per questo Epic Games decise prima di nerfare in qualche modo l’arma per poi optare per un più brusco e risolutivo inserimento della spada nel Vault di Fortnite, sotto chiave e molto lontana dalla Battaglia Reale.
Oggi però la spada torna protagonista grazie ad un’interessante proposta giunta qualche ora fa su Reddit dall’utente TheMewZe che vede protagonista l’Infinity Blade in una nuova e potenziale Modalità a tempo limitato.
Secondo TheMewZe un’ottima variante per una LTM potrebbe essere la concept ClosER Encounters LTM, dove protagonisti sono 100 giocatori tutti armati, di base, con l’Infinity Blade… provate ad immaginare il divertentissimo caos che una situazione del genere inevitabilmente scatenerebbe…

Due to the huge support of my last idea for an LTM, I thought I would try ‘ClosER Encounters!’ (featuring The Infinity Blade) from r/FortNiteBR

Proprio perché tutti i giocatori sono dotati di spada però, la “tempesta” dovrebbe essere il doppio più rapida e potente, cosi da “bilanciare” il naturale squilibrio generato da 100 Infinity Blade tutte nella stessa mappa, nello stesso istante.
Cosa ne pensate di questa proposta LTM? Vi piacerebbe giocare in una modalità del genere, con 100 spade attive contemporaneamente?

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.