Dan Ticktum: il pilota Williams licenziato a causa di una diretta

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dan Ticktum, ex pilota della F2 per il team Williams, è stato licenziato a causa di alcune dichiarazioni fatte durante una diretta su Twitch. L’inglese, durante una partita di Warzone, ha pesantemente offeso l’ex compagno Latifi e la squadra ha risolto il suo contratto con effetto immediato.

Il caso di Dan Ticktum

Qualche info sul pilota

Dan Ticktum è un giovanissimo pilota inglese (classe ’99), che è entrato a far parte della famiglia Williams nel 2020.

Il ragazzo è diventato subito il “pilota di sviluppo”, ma si è anche ritagliato un ruolo importante nel team di F2. Il britannico aveva un grandissimo futuro davanti a sé, in quanto rappresentava (e forse rappresenta ancora) uno dei prospetti più interessanti dell’intero panorama della Formula 1.

La diretta incriminata

Durante una recente diretta andata in onda su Twitch, mentre giocava a Warzone, il pilota avrebbe rilasciato delle dichiarazioni piuttosto pesanti nei confronti del compagno di team Latifi. Dopo essere stato stuzzicato dalla sua chat, Dan Ticktum non si è risparmiato ed ha parlato senza freni. Secondo il britannico, Latifi avrebbe pagato per arrivare ad avere un posto in Formula 1, pur non avendo talento ed essendo più vecchio di lui. A causa di questo, la scuderia ha deciso di risolvere il suo contratto con effetto immediato, senza dare una motivazione ufficiale alla stampa.

ENG

“He’s older than me, he paid to get there. Moron, f**king idiot. It’s not like divisions, it’s not like League One, and the Premier League you come up through the ranks. Just because you don’t get to Formula one in motorsport, doesn’t mean you weren’t good enough to get there.”

ITA

“E’ più vecchio di me, ha pagato per essere lì. Deficiente, fottuto idiota. Non è come i campionati, non è come la League One e la Premier League dove si può salire di posizione. Solo perché non sei arrivato in Formula 1 nel motorsport, non significa che non eri abbastanza bravo per arrivarci.”

Colpa della diretta o solo una coincidenza?

Per quanto queste dichiarazioni siano forti e chiaramente meritevoli di provvedimenti disciplinari, alcune tempistiche dei fatti non tornano. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Dan Ticktum su Instagram infatti, la scuderia avrebbe risolto il contratto prima dell’uno agosto, giorno in cui è avvenuta la diretta.

Nonostante questo, la Williams ha ufficializzato la risoluzione del contratto solo il tre di agosto, ben due giorni dopo la fine della diretta. Insomma, ci sono delle cose non chiare e forse non dette, ma entrambe le versioni sono probabili.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701