Riciclaggio di denaro su Twitch: 40 in totale gli arrestati dalla polizia Turca

Riciclaggio di denaro su Twitch: 40 in totale gli arrestati dalla polizia Turca

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Twitch – Secondo quanto riportato dal quotidiano Daily Sabah, negli ultimi due giorni, sarebbero in totale 40 le persone prese in custodia dalla polizia turca con l’accusa di riciclaggio di denaro operata, pensate, in uno dei posti più insospettabili dell’Internet per un’associazione a delinquere.

I primi sospetti riguardo strani movimenti operati in bella vista sulla piattaforma, sarebbero nati, secondo le fonti, l’11 Ottobre, giorno dell’attacco hacker che portò alla rivelazione dei guadagni milionari di alcuni streamer e che fino a quel momento erano considerati dati estremamente sensibili.

A firmare i documenti per l’indagine preliminare sarebbe stato nientepopodimeno che il procuratore capo di Istanbul in persona, indagine che alla fine ha condotto alla scoperta di una serie di stranissime donazioni che hanno attirato l’attenzione degli investigatori.

Secondo le informazioni condivise online nelle ultime ore dal noto streamer Jake Lucky, i colpevoli del reato sarebbero stati colti con le mani nel sacco proprio mentre cercavano di trasformare in bit i soldi presenti nelle carte di credito dei poveri malcapitati dei quali erano riusciti a carpire le credenziali dell’account.

Queste perverse menti criminali non si sono fermate tuttavia qui ed anzi avrebbero addirittura usato dei bot creati ad hoc perchè potessero visualizzare un maggior numero di annunci pubblicitari. Nella maxi-inchiesta che ha portato agli arresti, vengono citati anche alcuni streamer, il cui ruolo sarebbe stato da tramite per un doppio passaggio di mano

Una volta acquistati i bits con le carte di credito rubate, i malfattori li avrebbero poi regalati a degli streamer sempre diversi, che a loro volta ne avrebbero guadagnato una percentuale per poi consegnare il resto del denaro, ormai ”pulito” agli ideatori di questo stravagante piano criminale.

Fonti d’oltreoceano comunicano addirittura che la faccenda avrebbe avuto una risonanza così importante in territorio turco da portare Twitch stessa a prendere seri provvedimenti contro 150 streamer rei di aver appoggiato lo svolgimento di questa incredibilmente ingegnosa macchina di riciclaggio di denaro su Twitch.

Altri dettagli purtroppo sono ancora top-secret, ma siamo abbastanza certi che dopo una retata così importante, gli organi di polizia non tarderanno a fornire dati ufficiali riguardo tutti i coinvolti. Cosa ne pensate? Come al solito non macnate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Il ”ritorno” di Dr Disrespect su Twitch prende tutti alla sprovvista, ecco cosa è successo

Il ”ritorno” di Dr Disrespect su Twitch prende tutti alla sprovvista, ecco cosa è successo

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il Dr Disrespect, una delle figure più carismatiche e allo stesso tempo estremamente controverse del mondo dello streaming, potrebbe presto tornare su Twitch, almeno stando a quanto mostrato in una pubblicità sulla piattaforma di proprietà Amazon.

Il BAN permanente da Twitch del Doc è stato sicuramente uno degli eventi più controversi degli ultimi anni. Basti pensare che allo stato attuale delle cose ancora nessuno conosce la vere motivazioni che si nascondono dietro il provvedimento che ha spedito il ”two times” su Youtube Gaming.

Inoltre, come già molti di voi sapranno, quando si viene bannati da Twitch non si ha il permesso di apparire in nessun modo sulla piattaforma, nemmeno durante le dirette streaming di altri utenti e spesso nemmeno per sbaglio, pena l’esclusione dalla piattaforma di quegli utenti.

Ritorna il Dr Disrespect su Twitch? La verità potrebbe essere complicata

Come notato da un utente Twitter sul suo account ufficiale, e poi da moltissimi dopo di lui, all’interno di una delle moltissime pubblicità riguardanti Fortnite, presenti su Twitch, sarebbe per un brevissimo lasso di tempo comparso Dr Disrespect. Il fatto ha chiaramente destato la curiosità di tutti.

Sebbene infatti in prima istanza si fosse pensato ad un errore, come notato da moltissimi, Twitch ha una politica molto severa riguardanti le pubblicità che vanno in onda. Questo significa che ogni ad viene scandagliata in maniera approfondita alla ricerca di elementi che potrebbero potenzialmente essere dannosi per gli utenti più giovani.

Difficile per ora decretare se il Doc ed i piani alti di Twitch siano riusciti finalmente ad arrivare ad un accordo, ma di certo questo episodio potrebbe finire per sbloccare la situazione. Che ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Il Guinness World Record riconosce finalmente Twitch, ecco l’incredibile storia di GeorgeNotFound

Il Guinness World Record riconosce finalmente Twitch, ecco l’incredibile storia di GeorgeNotFound

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Twitch Record – Mentre qui da noi è ancora motlo in voga il roleplay su Grand Theft Auto, oltreoceano alcuni dei maggiori streamer della categoria hanno spostato la loro attenzione su un titolo che da oltre un decennio continua ad appassionare tutto il mondo: Minecraft.

Tra questi, uno streamer in particolare è riuscito nel corso degli ultimi anni a farsi strada e diventare parte di quell’1% di creatori di contenuti su Twitch che riescono a tirare fuori dal cilindro dei numeri semplicemente fuori dal mondo. Stiamo chiaramente parlando di GeorgeNotFound.

Non solo streamer di successo, ma a partire da oggi anche possessore di un Guinness World Record, ma non certo per il Gaming, ancora abbastanza fuori portata per l’organizzazione mondiale dei Record. Ecco la storia completa!

GeorgeNotFound ora anche Record-man su Twitch

Secondo protagonista di questa storia è JackSucksAtLife, Youtuber di successo che negli ultimi tempi ha dedicato gran parte del suo tempo a far ottenere a streamer e colleghi della ”piattaforma rossa” il meritato riconoscimento per i loro Guinness dei Primati.

Come spiegato in uno dei suoi ultimi video (CLICCANDO QUI la fonte), Jack aveva da prima proposto George come detentore del record per la Hot Tub Stream più vista su Twitch, senza tuttavia ricevere una risposta positiva da parte della squadra che si occupa della verifica dei Record.

In seguito a questa delusione, Jack non si è tuttavia scoraggiato ed ha proposto al Guinness World Record di registrare GeorgeNotFound come lo streamer Twitch più visto durante una live di CUCINA. Esatto, avete capito bene, di cucina. Una Livestream dove il ragazzo stava semplicemente preparando delle patatine fritte è diventata attualmente la detentrice del record con oltre 319.000 utenti al picco della diretta.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

 

Ninja, un commento nella sua chat di Twitch costa ad un noto streamer il BAN

Ninja, un commento nella sua chat di Twitch costa ad un noto streamer il BAN

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

BAN – Chi ha vissuto l’epoca d’oro di Ninja su Twitch, conoscerà sicuramente anche il noto streamer Dr Lupo, ai tempi dell’ascesa di Tyler Blevins (il vero nome di Ninja) personalità già estremamente affermata nell’ambiente dello streaming.

Ebbene queste due leggende dello streaming sono recentemente state protagoniste di un simpatico episodio avvenuto in diretta streaming che alla fine è risultato in un BAN per il Doc.

Sebbene infatti Lupo sia da tempo passato a Youtube, dove a detta sua le condizioni lavorative sono decisamente migliori rispetto alla controparte di Amazon, lo streamer ha più volte dimostrato di essere ancora attivo su Twitch, dove passa moltissimo tempo come utente.

Ninja e Dr Lupo, ecco il commento che ha portato al BAN su Twitch

Durante la quotidiana diretta streaming di ieri, Ninja si è accorto della presenza di Dr Lupo in chat e dopo averlo salutato ha ricevuto un messaggio chiaramente ironico da parte del Doc che recitava: ”siediti sulla mia faccia” (orig. Sit on my face).

La chat di Ninja non deve aver preso troppo bene il messaggio. Poche ore dopo l’accaduto Lupo ha reso noto tramite il proprio account Twitter ufficiale (CLICCANDO QUI il post originale), di aver ricevuto per questo motivo un BAN di oltre 7 giorni. Appena un’ora dopo l’annuncio Dr Lupo ha comunicato di essere riuscito ad essere ‘sbannato’: ”Ho imparato dai miei errori e sono già squalificato. Niente più sedute in faccia per me’‘.

Insomma, sicuramente un episodio singolare che torna a ricordarci quanto fumosa e poco chiara sia la politica di Twitch in materia di sospensioni. Avremo mai delle certezze? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati: