esport 2021

Quali sono stati i tornei esport più visti del 2021?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Per concludere quest’anno di crescita esponenziale del settore, i sempre affidabili colleghi del noto sito Esport Charts, hanno di recente stilato una classifica finale dei tornei esport più seguiti del 2021, per capire quali sono i nomi che anche nel 2022 faranno faville e porteranno in alto gli Esports.

Un anno davvero da record che ha visto svolgersi, tra gli altri, anche i Majors di CS:GO e gli Internationals di Dota 2, due giochi almeno all’apparenza immortali, che continuano a macinare numeri su numeri man mano che il tempo passa.

Imperatore indiscusso della classifica, come era facile aspettarsi, é tuttavia League of Legends, che segna un altro anno da record staccando di quasi il doppio il secondo classificato, in quanto ad ore viste di diretta ed in differita. Per il maggior numero di viewers, tuttavia, il primo posto potrebbe sorprendervi.

Ben quattro le posizioni occupate da League of Legends in questa classifica del 2021, che in decima posizione vede anche Valorant, ultimo arrivato in casa Riot che stando ai numeri, si propone già come rivelazione del 2022. A seguire LoL, in seconda posizione troviamo un altro MOBA, Dota 2, che segna un miglioramento del 21% rispetto alla scorsa edizione con oltre 100 MILIONI di ore guardate.

Ad occupare la terza, la sesta e la nona posizione troviamo sorprendentemente un gioco mobile, Mobile Legends: Bang Bang, a tutti gli effetti una sorta di copia per dispositivi mobili del ben più noto League of Legends, arrivato sul mercato ben prima dell’uscita di Wild Rift, la versione ufficiale per cellulari del MOBA firmato Riot Games.

Decisamente da annali è anche il record annuale segnato da un altro titolo per mobile, Garena: Free Fire, che nelle fasi finali delle World Series di Singapore ha attirato la bellezza di 5 MILIONI e mezzo di spettatori connessi in contemporanea, principalmente connessi da Brasile ed Indonesia.

Insomma, un vero e proprio anno da ricordare per il settore esportivo globale, che anche grazie all’impulso del gaming da Mobile, sempre più accessibile a tutti, riesce a portare lo spirito e la competitività in tutto il mondo. Cosa ne pensate? Ve lo aspettavate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Arcane fa incetta di nomination agli Annie Awards

 

esport

Qual è il team esport più amato e seguito del mondo?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Esport – Negli ultimi anni, gli utenti che si connettono online per seguire in direttissima gli eventi esportivi di maggior prestigio, sono via via aumentati in maniera esponenziale, aiutando enormemente la crescita di un settore che già da solo muove miliardi di Dollari ogni anno.

Insieme al numero di spettatori è ovviamente cresciuto anche l’interesse delle maggiori compagnie a livello globale, come McDonald’s e Coca Cola solo per citarne due, che ogni anno sborsano centinaia di migliaia di Dollari per finanziare e sponsorizzare gli eventi esportivi maggiori.

Ma alla luce di tutto questo interesse da parte della popolazione, vi siete mai chiesti quali siano i team esportivi più amati e seguiti del mondo?

Grazie ai dati offerti da EsportCharts, abbiamo provato a stilare una piccola classifica.

La classifica delle org esport più seguite ed amate al mondo

Posizione Organizzazione Ore totali viste Match disputati Maggior numero di spettatori
#10 ONIC Esports 73.3 million 130 3,191,404
#9 Gambit Esports 76.65 million 215 1,444,851
#8 Fnatic 77.21 million 289 2,020,371
#7 Rex Regnum Qeon 84.86 million 115 3,191,404
#6 EVOS 98.56 million 227 2,392,579
#5 G2 Esports 100.09 million 423 2,748,434
#4 DWG KIA 100.95 million 210 4,018,728
#3 T1 104.57 million 281 3,540,094
#2 Natus Vincere 104.66 million 446 2,748,434
#1 Team Liquid 117.15 million 919 1,717,965

In cima alla lista troviamo prevedibilmente il Team Liquid, senza ombra di dubbio la più grande org europea che attualmente opera all’interno delle maggiori leghe di alcuni dei titoli esport sicuramente più apprezzati e seguiti dalle varie community: League of Legends, Valorant, Dota 2 e CS:GO. Per loro ben oltre 900 match disputati e 117 MILIONI di ore guardate dai fan.

Non da sottovalutare anche i Natus Vincere, che eguagliano sulla carta i numeri dei T1 di Faker, giocatore tempo fa considerato uno dei migliori (se non addirittura IL migliore) giocatori di League of Legends di tutti i tempi. Insomma, un record personale niente male per queste due org.

Notabile anche la posizione in classifica di ‘Rex Regnum Qeon’ e ‘ONIC Esports’, divenute particolarmente famose negli ultimi tempi grazie ai buonissimi risultati ottenuti nei massimi campionati di ‘‘Mobile Legends: Bang Bang”, un titolo poco in voga da noi, ma vero e proprio fenomeno del gaming in altre parti del mondo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

post malone

Post Malone rivela di amare i videogames, ma di non essere molto bravo

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il noto cantautore e rapper nordamericano Post Malone, le cui canzoni si può dire siano diventate vere e proprie bandiere delle nuove generazioni, ha recentemente rivelato ad alcuni fan di essere un grande amante dei videogiochi, ma di non cavarsela troppo bene sul campo di battaglia.

In particolare, ha spiegato brevemente Post Malone in un video di qualche secondo postato da alcuni fan nel SubReddit ufficiale, in questo periodo starebbe giocando più frequentemente ad Apex Legends, il Battle Royale di casa Respawn divenuto ormai fenomeno globale.

Non è certo un segreto che ogni gamer che si rispetti attenda trepidantemente di tornare a casa per godersi una meritata partita sul proprio gioco preferito e, a quanto salta fuori da questo video, nemmeno le superstar a livello globale possono dirsi esenti da questo piacevole rituale.

Post Malone è un vero gamer

Non solo un fan dei videogiochi dunque, ma anche e soprattutto un grande fan di Apex Legends. Questo si evince dalle parole della star della musica ”intervistata” per strada dai propri fan.

”Non lo so… sapete vivo a Salt Lake City e beh sapete per ora sto giocando ai videogames […] Apex Legends, cerco sempre di uccidere tutti, ma a quanto pare non ci riesco bene e poi c’è sempre qualche ragazzino di 16 anni che mi ‘Tbagga’, che mi distrugge ogni volta.” – ha concluso un divertito Post Malone.

In un altro video condiviso dai fan, che potrete recuperare scorrendo poco più in basso nella pagina, possiamo vedere Post Malone addirittura alle prese con il Poligono, nel quale promette, scherzando, di mostrare le sue assurde ‘skill’ con la Wingman, la pistola ”Revolver” di Apex.

Insomma cosa ne pensate? Anche voi credete sia interessante scoprire lati molto umani delle star e degli influencer più in vista del mondo? Vi aspettavate un Post Malone in stile Gamer? Come al solito non mancate di dirci la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

twitch

Twitch lancia un nuovo sistema per far guadagnare gli streamer

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con un recente comunicato, Twitch, la piattaforma di streaming più conosciuta e popolata al mondo, ha finalmente svelato i dettagli del nuovissimo sistema che permetterà agli streamer di diventare delle vere e proprie vetrine pubblicitarie, trasformando anche i canali meno in vista in vere e proprie miniere d’oro.

Il nuovo sistema verrà chiamato Programma d’Incentivi Pubblicitari (in lingua originale Ads Incentive Program) e rappresenterà per tutti i creatori di contenuti un nuovo modo di gestire la visibilità che riescono a generare durante le live per ”vendersi” al miglior offerente.

Ovviamente, nonostante tutto ciò possa sembrare solo una sorta di ennesima mossa da parte della piattaforma per arraffare l’attenzione di più aziende, questo nuovo metodo riesce veramente a venire incontro a tutti i creator, connettendoli in maniera più diretta con chi acquista la pubblicità.

L’AIP, offrirà infatti una serie non meglio specificata di offerte personalizzate per gli streamer, grazie alle quali questi ultimi potranno scegliere il modo in cui viene distribuita la pubblicità durante le loro trasmissioni live.

La nuova strategia di Twitch spiegata nel dettaglio

Ognuna delle opzioni personalizzabili che verranno messe a disposizione offrirà un incentivo economico diretto e ”diviso” dai normali pagamenti di Twitch. Per ricevere questo pagamento, tuttavia, sarà necessario raggiungere un ”monte ore” mensile. Ecco alcuni esempi:

  • Due minuti di annunci pubblicitari ogni ora, streammando 40 ore al mese: 500 $
  • Tre minuti di annunci pubblicitari ogni ora, streammando 40 ore al mese: 800 $
  • Quattro minuti di annunci pubblicitari ogni ora, streammando 40 ore al mese: 1000$

Come spesso succede in questi casi, dal momento dell’annuncio passeranno sicuramente mesi prima che queste opzioni di pagamento possano risultare disponibili per chiunque crei contenuti su Twitch, ed infatti la piattaforma ha già annunciato che a partire dalla settimana prossima inizieranno i test su un ristretto gruppo di partner ed affiliati.

Insomma, cosa ne pensate di questa decisione di Twitch? Vi sembra un buon piano? Oppure credete che sia l’ennesima mossa che avvantaggerà solo l’azienda? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: