pokèmon logan paul

Logan Paul ha speso $3.5 MILIONI in carte Pokèmon false? Collezionisti e Fan sul piede di guerra

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Secondo diversi estimatori e collezionisti da tutto il mondo, l’ultimissimo acquisto a tema Pokèmon del noto Youtuber ed Influencer Logan Paul, potrebbe non valere veramente la fortuna spesa per comprarlo, o peggio, potrebbe essere semplicemente un falso realizzato ad hoc per uno spendaccione come Logan.

Il maggiore dei fratelli Paul non é infatti nuovo ad acquisti di oggetti bizzarri a cifre folli, ad esempio, nelle ultime settimane, ha fatto molto parlare di sé l’ultimo progetto leakato dei due fratelli: l’acquisto di due lussuosissimi attici nella zona più esclusiva di Miami (CLICCA QUI per l’articolo completo).

$3.5 milioni, questa la cifra spesa da questo vero e proprio sceicco del web per acquistare un apparentemente più unico che raro BOX PRIMA EDIZIONE di carte collezionabili Pokèmon ancora sigillato, mai aperto dal 1998.

All’interno della community dei collezionisti, l’acquisto non è certo passato inosservato e tra chi critica e chi elogia il gesto di Logan Paul, c’è stato anche chi ha cercato di analizzare la veridicità di quanto affermato dal venditore, scoprendo qualche interessante (o preoccupante, dipende da come la si guarda) dettaglio.

A farsi avanti per primi sono stati gli attentissimi gestori del sito PokèBeach, che in un Tweet diventato virale in questi giorni, ha spiegato quanto secondo loro starebbe accadendo con questo acquisto milionario: ”Il Set base da 3,5 milioni di dollari di Logan Paul potrebbe essere falso: la community di Pokemon scopre prove significative”

Tutti i set base venduti nel corso degli anni sono stati registrati con il codice prodotto ‘WOC06033’, indipendentemente dal fatto che fossero 1a edizione o meno”, ha spiegato PokeBeach.La custodia acquistata da Logan Paul ha un’etichetta con il codice “WOC060331E”, che dovrebbe significare ‘1st Edition’. Tuttavia, non ci sono esempi noti di una custodia del set base della prima edizione con “1E” nel codice del prodotto.”

Le affermazioni degli estimatori, in ottica del mero valore del prodotto acquistato da Logan Paul, hanno decisamente abbassato il valore commerciale di questo Santo Graal dei collezionisti, in quanto ad oggi, l’unico modo per verificare l’autenticità del set, sarebbe aprirlo e controllare busta per busta.

Articoli Correlati:

mortal kombat 12

Mortal Kombat 12: l’uscita del nuovo capitolo svelata per errore

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ormai sono passati quasi 3 anni dall’uscita dell’undicesimo capitolo della saga di Mortal Kombat e negli ultimi mesi diversi fan si sono questionati su quando sarebbe stato possibile mettere le mani sul prossimo sanguinoso titolo sviluppato da NetherRealms Studio.

A venire incontro alle preoccupazioni dei fan, anche se apparentemente per errore, ci ha pensato Jonathan Andersen, sviluppatore di Mortal Kombat particolarmente conosciuto in community grazie alla sua capillare presenza su Twitter, social che usa principalmente per comunicare coi fan della saga.

L’ultima immagine pubblicata da Andersen che non a caso adesso risulta eliminata dai social, ha particolarmente destato l’attenzione degli utenti più curiosi, che hanno finito per scovare un dettaglio apparentemente impercettibile, ma dalla inestimabile importanza.

Se guardate infatti con attenzione l’immagine che siamo riusciti a salvare prima della sua eliminazione, noterete che nell’angolo in alto a destra è stato presa per errore anche una piccola porzione dello schermo presente sulla scrivania di Andersen, sul quale ad un’attenta analisi si può notare una cartella nominata MK12_Mast…”.

Mortal Kombat

La notizia è ovviamente diventata subito virale, attirando la curiosità di moltissimi player ed utenti che hanno iniziato ad incalzare lo sviluppatore con domande continue ed incessanti.

Alla luce di ciò, né la compagnia, né lo sviluppatore hanno rilasciato alcuna dichiarazione in merito, lasciando col fiato sospeso tutti i fan della saga accorsi per sperare di ricevere buone nuove. Dopo quest’errore, però, sarà molto difficile nascondere l’evidenza ancora a lungo.

Cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra opinione con un commento qui sotto, oppure in community, accedendovi con i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati:

esport

Qual è il team esport più amato e seguito del mondo?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Esport – Negli ultimi anni, gli utenti che si connettono online per seguire in direttissima gli eventi esportivi di maggior prestigio, sono via via aumentati in maniera esponenziale, aiutando enormemente la crescita di un settore che già da solo muove miliardi di Dollari ogni anno.

Insieme al numero di spettatori è ovviamente cresciuto anche l’interesse delle maggiori compagnie a livello globale, come McDonald’s e Coca Cola solo per citarne due, che ogni anno sborsano centinaia di migliaia di Dollari per finanziare e sponsorizzare gli eventi esportivi maggiori.

Ma alla luce di tutto questo interesse da parte della popolazione, vi siete mai chiesti quali siano i team esportivi più amati e seguiti del mondo?

Grazie ai dati offerti da EsportCharts, abbiamo provato a stilare una piccola classifica.

La classifica delle org esport più seguite ed amate al mondo

Posizione Organizzazione Ore totali viste Match disputati Maggior numero di spettatori
#10 ONIC Esports 73.3 million 130 3,191,404
#9 Gambit Esports 76.65 million 215 1,444,851
#8 Fnatic 77.21 million 289 2,020,371
#7 Rex Regnum Qeon 84.86 million 115 3,191,404
#6 EVOS 98.56 million 227 2,392,579
#5 G2 Esports 100.09 million 423 2,748,434
#4 DWG KIA 100.95 million 210 4,018,728
#3 T1 104.57 million 281 3,540,094
#2 Natus Vincere 104.66 million 446 2,748,434
#1 Team Liquid 117.15 million 919 1,717,965

In cima alla lista troviamo prevedibilmente il Team Liquid, senza ombra di dubbio la più grande org europea che attualmente opera all’interno delle maggiori leghe di alcuni dei titoli esport sicuramente più apprezzati e seguiti dalle varie community: League of Legends, Valorant, Dota 2 e CS:GO. Per loro ben oltre 900 match disputati e 117 MILIONI di ore guardate dai fan.

Non da sottovalutare anche i Natus Vincere, che eguagliano sulla carta i numeri dei T1 di Faker, giocatore tempo fa considerato uno dei migliori (se non addirittura IL migliore) giocatori di League of Legends di tutti i tempi. Insomma, un record personale niente male per queste due org.

Notabile anche la posizione in classifica di ‘Rex Regnum Qeon’ e ‘ONIC Esports’, divenute particolarmente famose negli ultimi tempi grazie ai buonissimi risultati ottenuti nei massimi campionati di ‘‘Mobile Legends: Bang Bang”, un titolo poco in voga da noi, ma vero e proprio fenomeno del gaming in altre parti del mondo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

post malone

Post Malone rivela di amare i videogames, ma di non essere molto bravo

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il noto cantautore e rapper nordamericano Post Malone, le cui canzoni si può dire siano diventate vere e proprie bandiere delle nuove generazioni, ha recentemente rivelato ad alcuni fan di essere un grande amante dei videogiochi, ma di non cavarsela troppo bene sul campo di battaglia.

In particolare, ha spiegato brevemente Post Malone in un video di qualche secondo postato da alcuni fan nel SubReddit ufficiale, in questo periodo starebbe giocando più frequentemente ad Apex Legends, il Battle Royale di casa Respawn divenuto ormai fenomeno globale.

Non è certo un segreto che ogni gamer che si rispetti attenda trepidantemente di tornare a casa per godersi una meritata partita sul proprio gioco preferito e, a quanto salta fuori da questo video, nemmeno le superstar a livello globale possono dirsi esenti da questo piacevole rituale.

Post Malone è un vero gamer

Non solo un fan dei videogiochi dunque, ma anche e soprattutto un grande fan di Apex Legends. Questo si evince dalle parole della star della musica ”intervistata” per strada dai propri fan.

”Non lo so… sapete vivo a Salt Lake City e beh sapete per ora sto giocando ai videogames […] Apex Legends, cerco sempre di uccidere tutti, ma a quanto pare non ci riesco bene e poi c’è sempre qualche ragazzino di 16 anni che mi ‘Tbagga’, che mi distrugge ogni volta.” – ha concluso un divertito Post Malone.

In un altro video condiviso dai fan, che potrete recuperare scorrendo poco più in basso nella pagina, possiamo vedere Post Malone addirittura alle prese con il Poligono, nel quale promette, scherzando, di mostrare le sue assurde ‘skill’ con la Wingman, la pistola ”Revolver” di Apex.

Insomma cosa ne pensate? Anche voi credete sia interessante scoprire lati molto umani delle star e degli influencer più in vista del mondo? Vi aspettavate un Post Malone in stile Gamer? Come al solito non mancate di dirci la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati: