s1mple

L’atleta Esportivo migliore al mondo ‘S1mple’ diventa il personaggio di un videogioco!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

I giocatori di Counter Strike conosceranno sicuramente già il nome di Oleksandr «S1mple» Kostyliev, da sempre definito come il migliore al mondo per quanto concerne gli ambienti di CS:GO, e che ora diventerà anche il personaggio giocabile di un videogioco abbastanza famoso: Raid Shadow Legends.

Tutti i nuovi giocatori potranno infatti ottenere il personaggio ”S1mple”, tra le altre cose rappresentato nella forma di un arciere dalla mira infallibile, in maniera del tutto gratuita, sebbene per soli due mesi, solamente scaricando il gioco e giocandolo per sette giorni di fila.

Un atleta esportivo che diventa a tutti gli effetti il personaggio di un videogioco é un evento che segna davvero la storia di questo campo dove molto spesso, anche se con cadenza minore negli ultimi anni, ci si scorda delle migliaia di professionisti e dei loro staff che lavorano duramente per lo sviluppo di un ambiente sempre più competitivo.

Ovviamente ogni esport ha il suo personalissimo micro-universo, quindi quando parliamo del ”miglior atleta” in circolazione negli ultimi anni, la questione diventa alquanto difficile. Tuttavia, risulta necessario notare che nessuna tra le altre leggende che ci potrebbero venire in mente, come ad esempio Faker, oppure lo stesso Shroud, hanno mai raggiunto i livelli di dominanza assoluta che S1mple ha raggiunto nel proprio campo.

S1mple in Raid: Show Legends – Lo spot di annuncio

”Questo é S1mple ed ha appena ricevuto il suo personale campione in Raid Shadow Legends. Anche tu potresti averne uno: dovresti solo vincere 10 tornei internazional, ricevere 17 MVP Awards e diventare il giocatore n°1 al mondo, semplice, giusto?”

Insomma, cosa ne pensate di questa notizia? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community, usando i tasti che troverete qui sotto!

Articoli Correlati:

ninja pokimane twitch

Ninja minaccia Pokimane di denuncia, la ”guerra” dei BIG di Twitch nata per una parola

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Negli ultimi giorni, la nota streamer Imane ‘Pokimane’ Anys ed il ben più conosciuto Tyler ‘Ninja’ Blevins, hanno iniziato a scambiarsi frecciatine su Twitch, che stando a quanto riportato dai media d’oltreoceano si sarebbero spinte, proprio in queste ore, a delle vere e proprie minacce di denuncia.

Per capire i perchè di quanto sta accedendo, dobbiamo fare tuttavia un passo indietro. Il 13 Dicembre 2021, Pokimane si era trovata costretta ad abbandonare una delle sue solite live prima del previsto, a causa di un ”hate raid” organizzato dallo streamer Jidion.

Durante ”l’attacco”, nella live di Pokiman si è riversato qualche migliaio di spettatori di Jidion che hanno iniziato ad insultarla, prenderla in giro e spammando cose irripetibili. In seguito alla vicenda il canale Twitch di Jidion è stato prima sospeso, poi permanentemente bannato nella giornata di ieri.

Il drama, come confermato anche dalla stessa Pokimane, non è finito. Esatto, perchè nella questione è infine intervenuto un nuovo personaggio, nientepopodimeno che Ninja che secondo i report avrebbe cercato di scrivere ai propri contatti interni a Twitch per aiutare Jidion ad evitare il permaban.

Non solo, perchè come spiegato da Pokimane in un video che potrete trovare poco più in alto, Ninja si sarebbe riferito (durante le sue dichiarazioni) a Pokimane ed altre streamer con il termine ”bitches” (letteralmente pu***ne, ma in questo caso da intendersi più come str***e).

Dopo la video-spiegazione di Pokimane, Ninja ha provato a difendersi, riscuotendo tuttavia ben poco successo in community. Importante è la gravità del gesto commesso, anche se Ninja dichiara di aver inteso quella parola come ”in generale” (la più vecchia delle scuse). Nelle scorse ore a mettere il carico da novanta in cima alla storia, ci ha pensato anche Jessica Blevins, moglie di Ninja, che scrive in privato a Pokimane:

”Stiamo considerando anche la denuncia per diffamazione a questo punto ed il nostro team legale è già sul caso. Racconti bugie a decine di migliaia di persone. Conosci Twitch e sai anche che Tyler (Ninja n.d.r.) non si riferiva a nessuno in particolare e che se ha detto qualcosa è stato solo per fermare l’ondata di odio nei tuoi confronti nella sua chat.”

Le vere parole di Ninja:

Insomma, per ora non è chiaro come il tutto finirà, ma siamo abbastanza certi che visto lo spessore delle figure in gioco, nessuno dei due cercherà di andare per vie legali ed è anzi molto probabile che la guerra che imperversa da ormai qualche giorno, sia destinata a spegnersi prima di quanto non ci si aspetti.

Articoli Correlati:

ubisoft videogioco vr

Ubisoft realizza un videogioco in VR sull’INCENDIO di Notre Dame

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Dopo un 2021 in cui Ubisoft è riuscita comunque a ”tenere botta” abbastanza bene rispetto ai suoi principali competitor, l’azienda con sede in Francia ha deciso in queste ore di svelare il suo prossimo progetto: un videogioco in VR in cui i player avranno l’opportunità di rivivere l’incendio della cattedrale di Notre Dame.

Stando a quanto rivelato fino ad ora, il gioco avrà una durata che si dovrebbe attestare intorno ad un’ora, in cui prevedibilmente impersoneremo il personaggio di un vigile del fuoco intento a risolvere avvincenti enigmi e combattere il fuoco, al fine di salvare il monumento nazionale dal crollo.

Il progetto sembrerebbe essere stato realizzato in collaborazione con IMAX, la nota azienda di produzioni cinematografiche che accompagnerà l’uscita dell’esperienza VR di Ubisoft con un documentario d’impatto per ricordare gli sforzi congiunti di tutto il mondo per salvare uno dei monumenti più importanti della storia europea.

In fondo alla pagina, anche un breve trailer rilasciato che ne preannuncia l’uscita, prevista per Marzo 2022, ad appena un paio di mesi da oggi.

A fare la differenza in questo progetto, hanno spiegato alcuni contatti interni ad Ubisoft, è stato il lavoro operato in Assassin’s Creed Unity per  ricreare fedelmente Notre Dame, il capitolo della serie in cui abbiamo vestito i panni di Arno Dorian, assassino operativo negli anni della Rivoluzione Francese.

Insomma, ancora una volta il mondo del gaming verrà in soccorso della storia, cercando di aiutare la memoria collettiva a sensibilizzarsi e ricordarsi di uno degli eventi che più hanno scosso il vecchio continente negli ultimi anni.

Cosa ne pensate community? Come sempre la discussione è aperta, non dimenticate di farci sapere la vostra opinione con un commento!

Articoli Correlati:

videogioco

Lite furiosa per un videogioco, uccide il fidanzato di 28 anni

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ennesima storia d’amore che finisce in tragedia, ma questa volta la ”colpa” è di un videogioco. Una star di TikTok di 28 anni viene ucciso dal fidanzato storico e la causa scatenante della lite che ha portato alla peggiore delle conclusioni, sembrerebbe essere stata Overwatch.

Prima della sua morte, Teasley si era fatto un nome su TikTok pubblicando video di balletti e sketch comici per i suoi 200.000 follower che avevano generato diversi milioni di visualizzazioni sul suo canale, lo troverete CLICCANDO QUI.

Nonostante il fatto sia avvenuto il 6 di gennaio, abbiamo preferito attendere report più certi da parte delle autorità locali, che nella notte tra ieri ed oggi hanno infatti confermato che il decesso del TikToker Rory Teasley è avvenuto per mano del suo fidanzato, Docquen Jovo Watkins, nel loro appartamento in un sobborgo di Detroit.

Secondo le fonti, gli agenti sarebbero stati contattati da Watkins stesso, che ha chiamato il 911 dichiarando di aver avuto una lite furiosa con il fidanzato poi sfociata in una grave colluttazione. Teasley sarebbe stato trovato dagli agenti in stato incosciente, poi trasportato immediatamente in ospedale, dove tuttavia è stato dichiarato deceduto.

Secondo le dichiarazioni della polizia, i due stavano facendo una normalissima partita ad Overwatch, da cui sarebbe scaturita una lite davvero furibonda che tuttavia non rimane chiaro a cosa fosse dovuta con esattezza. Di lì in poi una escalation di gesti violenti che avrebbe infine portato Watkins a stringere le sue mani intorno al collo del fidanzato ventottenne, causandone la morte per strangolamento.

Watkins è ad oggi accusato di omicidio e l’udienza per la sua condanno è stata fissata per il 18 gennaio. Lo sceriffo della contea di Oakland, ha dichiarato in merito alla vicenda: ”Vediamo troppo spesso in tutto il paese in questi giorni che le persone ricorrono alla violenza per disaccordi banali e insignificanti. Non c’è mai una ragione per cui la violenza sia accettabile rispetto a una discussione. Coloro che vi ricorrono devono essere ritenuti responsabili delle proprie azioni.”

TikToker Rory Teasley Strangled To Death By Boyfriend Of Ten Years In Argument Over Overwatch Game: Sheriff – Leak Herald

Insomma, davvero una storia triste che non avremmo mai pensato di dover raccontare ai nostri lettori. Cosa ne pensate? Conoscete altre storie simili di litigi per un videogioco? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!