Conosciamo SMARACIS eSports, una nuova squadra austriaca con grandi ambizioni

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nella nostra rubrica dedicata alle realtà più piccole e più recenti del mondo degli esport oggi vi parliamo di SMARACIS eSports.

Nel mondo degli esport le squadre sono un bene consumabile. Per le organizzazioni esse non hanno nessun valore intrinseco al di fuori dei potenziali profitti che possono generare. Non è infatti raro vedere formazioni smembrate, abbandonate o contese sulla base di calcoli finanziari ed economici. Questa situazione è soprattutto deleteria per i giocatori, sovente dei ragazzi giovani che hanno abbandonato o sospeso gli studi per perseguire il proprio sogno e che sono in balia dei proprietari e dei manager delle varie organizzazioni.

È in un mercato con questa mentalità che SMARACIS eSports cerca di imporsi come un’alternativa credibile ai team già consolidati. La giovane organizzazione austriaca ha infatti una missione ben precisa: diventare una realtà leader del settore degli esport grazie al valore prodotto dai propri giocatori. Questi ultimi sono infatti il centro focale dell’attenzione di tutta la struttura: hanno dei contratti equi e a lungo termine, sono affiancati da allenatori, fisioterapisti, psicoterapisti e nutrizionisti, e, a carriera finita, hanno l’opportunità di continuare a lavorare nel mondo degli esport, ad esempio come coach o analisti.

Attualmente SMARACIS ha una sola squadra attiva, quella di Dota 2. Questa formazione attualmente milita nella regione russa ed è andata vicina a disputare le closed qualifier per il primo major stagionale. I giocatori sono tutti relativamente giovani e stanno iniziando a accumulare preziosa esperienza in tornei di alto livello. Ci sono quindi notevoli margini di miglioramento e la squadra potrebbe addirittura riuscire a disputare un minor entro il termine della stagione.

Questo è il roster:

  1. Rustam “Plov” Zvyagintsev
  2. Kirill “Lirik” Nikolsky
  3. Daniil “Airu” Ryabkov
  4. Petr “Petru44o” Mitrohin
  5. Misha “Fezor” Sadriev

Secondo le parole del CEO Stefan “ascernu” Weigelhofer, nel prossimo futuro verranno presentate squadre per altri esport e svelata la sponsorizzazione con una grande azienda austriaca.

I progetti di questa organizzazione sono una ventata di aria fresca in una realtà che ha forse perso di vista cos’era davvero importante e potrebbero cominciare a riportare tutto il settore sulla retta via. Per rendere partecipe il pubblico a questo tentativo di cambiamento SMARACIS ha anche dato inizio a una campagna di crowdfunding su kickstarter. Secondo il management questa raccolta fondi ha il duplice beneficio di coinvolgere i fan e di aumentare il budget per il prossimo anno.

In conclusione, la visione della società può essere riassunta dalle parole del CFO Thomas “wizzard64” Weigelhofer in cui si può notare da un lato l’entusiasmo per la novità ma anche un concreto senso pratico per non farsi sfuggire le occasioni:

The eSports market is still an unregulated market. Working in this new industry means that you have to find answers for many open issues. Answering them in an extremely booming market and building something new has a great appeal to me.