Diablo II Vicarious Visions

Diablo 2 Remastered affidato a Vicarious Visions

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Negli ultimi anni si è spesso vociferato di un Diablo II Remastered, e a quanto pare le speranze tornano con una collaborazione col il team di sviluppo Vicarious Visions. La redazione di GamesIndustry.biz è stata informata dell’accorpamento del team nello sviluppo di 200 persone “completamente dedicate ai giochi e alle iniziative Blizzard esistenti”.

Secondo il giornalista Jason Scheier di Bloomberg, uno dei portavoce di Blizzard ha già confermato che Vicarious Visions “Ha lavorato con Blizzard già da un po’ di tempo” e ciò sembrerebbe strettamente correlato al franchise di Diablo.

Le remastered di Blizzard

Fino allo scorso anno, la remastered di Diablo II era affidata al Team 1, celebre per i lavori svolti con StarCraft II, Heroes of the Storm e StarCraft Remastered nel 2017. Quest’ultima doveva essere l’inizio di un’operazione “revival” dei più celebri e storici franchise di Blizzard Entertainment, per poi concludersi con Diablo II. Tuttavia, nel gennaio 2020 arrivò il tonfo mediatico su Warcraft III: Reforged, accusato di glitch e bugs invasivi, funzioni mancanti ed una campagna pubblicitaria molto criticata. Le pressioni finanziarie dei management e l’affidamento dell’infrastruttura tecnica a team esterni si sono aggravati con l’avvio dei preorder senza informare l’intera squadra.

Da questo questo sfacelo organizzativo, Blizzard ha deciso di escludere e smantellare il Team 1 dalla remastered di Dialo II, il cui franchise era già molto stressato dalle comunicazioni di Diablo Immortal alla Blizzcon 2018. Tutt’ora ignoto il team interno che si sta occupando del mantenimento attuale di Warcraft III Reforged.

Vicarious Vision è uno studio già accorpato con Activision dal 2005, responsabile dello sviluppo di Tony Hawk’s Pro Skater 1+2 e del remake Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy. In questo momento lo studio starebbe lavorando con gli sviluppatori di Diablo IV, con lo scopo di rilasciare prossimamente la ormai nota Diablo II: Resurrected.

La lavorazione di Diablo II

Diablo II risale al 2000, ma un suo progetto per riportarlo in auge richiederebbe molto tempo ed attenzione. A confermarlo furono i creatori del titolo Max ed Erich Schaefer all’ExileCon 2019, che dichiararono una perdita degli asset originali del gioco. Quella di Diablo II si traduce in una ricreazione da zero del gioco, cercando di imitare il più possibile quella che era l’infrastruttura del titolo. Un’impresa piuttosto difficile senza avere un setting pre-impostato a cui appoggiarsi e da svecchiare.

Il “leaker di fiducia” Metro OW è famoso per aver pronosticato quasi perfettamente le varie informazioni delle Blizzcon 2018 e 2019, principalmente per Overwatch). Tra le stime non azzeccate vi fu proprio Diablo II Resurrected, probabilmente “saltata” a causa delle difficoltà organizzative di Warcraft III Reforged.

Manca ormai meno di un mese alla Blizzconline (19-20 febbraio), e non abbiamo dubbi che sarà un evento molto interessante per il franchise di Diablo (Diablo IV ed Immortal). Ma nonostante il coinvolgimento di Vicarious Visions, la cautela potrebbe portare a Blizzard a non fare alcun annuncio prematuro su Diablo Remastered.

Vito "Mefionir" Palazzolo

Nel mondo reale è un essere umano chiamato Vito Palazzolo che studia e procede nella sua vita ordinaria di Graphic Designer. Ma nel mondo digitale egli è Mefionir, un Omnic curioso delle vicende della terra tra 60 anni desideroso di raccontare le storie di Overwatch.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701