Titanfall: magnifico sistema Anti-Cheater!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Quello appena ideato dalla Respawn, è forse il miglior modo per indurre i giocatori a non usare nessun genere di cheat.
Oltre a questo, la maggior parte di voi ( gli anti-cheater) mentre leggerà l’articolo si sentirà oltre che estremamente ed eternamente soddisfatto anche molto divertito.
Il sogno di molti infatti è  finalmente divenuto realtà: i cheater saranno reclusi in “partite dedicate” insieme ai loro colleghi, un posto che assomiglierà ad un girone (videoludico) dell’Inferno dantesco

Ma procediamo con ordine, in questi mesi di Beta testing, la Respawn ha utilizzato “Fairfight” una soluzione grazie alla quale ha potuto individuare i vari cheat che gli utenti usavano.
Qualche giorno fa sono iniziati a partire i primi Ban, ed a tutti gli utenti che utilizzavano programmi vietati è apparsa la seguente schermata nella pagina della lobby:

mp_lobby0000

La novità per i cheater di Titanfall, come prima si accennava, sarà la seguente: una volta  scoperti non verranno bannati, ma saranno obbligati a giocare in alcune stanze insieme a tutti gli altri cheater loro colleghi.
La Respawn si diverte nell’augurare buona fortuna a questi giocatori (paragonando questi server al “Wimbledon degli Aimbot“) , e consigliando loro di assicurarsi che il cheat che usano sia performante, perchè gli altri player che troveranno potrebbero rendergli il gioco frustrante!
Tutto ciò è a dir poco fantastico!

I giocatori non-bannati che si ritroveranno in un party con player cheater, saranno momentaneamente estromessi dalle partite con il resto della community di Titanfall, e costretti a giocare in questi match particolari.
Una volta abbandonato il gruppo potranno tornare a giocare normalmente nelle partite ufficiali di Titanfall.

La Respawn comunica inoltre il contatto dove poter mandare richiesta di Unbanned, nel caso in cui si dovesse ritenere ingiusto il Ban ricevuto: Link per Unbanned

Non c’è che dire, i creatori di Titanfall hanno fatto centro di nuovo! Ci complimentiamo ufficialmente con loro per la brillante idea!!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701