CS:GO partite truccate Australia

CS:GO – Sei arresti per partite truccate!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ha dell’incredibile quanto successo in Australia, con la polizia dello Stato che ha arrestato sei uomini accusati di aver truccato delle partite di Counter-Strike: Global Offensive.

Secondo il rapporto delle forze dell’ordine, i sei accusati sono tutti ragazzi di età compresa tra 19 e 22 anni, ed il loro reato è dovuto al tentativo, riuscito o meno, di truccare almeno cinque partite del celebre fps.

Gli arresti sono stati fatti dopo un’indagine durata ben cinque mesi, avviata in seguito alla segnalazione di un’agenzia di scommesse che ha rivendicato attività sospette intorno ad alcune partite Esports.

In seguito alle indagini, sono stati poi emessi  mandati di perquisizione nei locali degli accusati, culminati con gli arresti dei sospettati. In particolare, i sei ragazzi piazzavano scommesse sui propri incontri, per poi perdere di proposito ed intascarsi la vincita.

CS:GO partite truccate Australia

Il settore degli Esports è un’industria sportiva emergente e con ciò arriverà una sempre e più massiccia richiesta di disponibilità di scommesse sugli esiti di tornei e partite“, ha affermato l’assistente commissario Neil Paterson, tramite GI.biz. “Questi warrant sottolineano anche che la polizia prenderà sul serio qualsiasi segnalazione di attività sospette o criminali all’interno degli Esports ed incoraggiamo chiunque abbia informazioni a farsi avanti“.

Gli accusati sono stati intervistati e rilasciati, ma sono soggetti a ulteriori interrogatori. Se ritenuti colpevoli, gli uomini potrebbero affrontare fino a dieci anni di carcere.

Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.