Warzone, preoccupa la situazione cheaters. I devs anticipano solo un buff alle LMG

Warzone, preoccupa la situazione cheaters. I devs anticipano solo un buff alle LMG

Profilo di Stak
 WhatsApp

Warzone Cheaters & altro – Negli ultimi giorni (specialmente quelli successivi alla patch settimanale) svariati giocatori di Warzone hanno segnalato un numero maggiore di cheater in BR e Ritorno.

Secondo la maggior parte delle segnalazioni, nel corso della settimana sarebbe cresciuto il numero di cheater meno palesi.

Parliamo di tutti quegli imbroglioni che cercano di stare attenti a non farsi beccare, e che evitano quindi situazioni di hack palese.

Questo specialmente quando i cheater vedono che ci sono dei giocatori che li stanno osservando.

Al momento non sono state rilasciate dai devs delle dichiarazioni sull’argomento, ma visto il caos generato da queste discussioni su Reddit, siamo sicuri che non tarderà ad arrivare un update di Activision o del team di Ricochet.

I devs parlano di buff alle LMG

Se c’è una cosa che i devs hanno chiarito, è che di sicuro nei prossimi giorni sarà disponibile un nuovo bilanciamento per le armi.

A differenza dei soliti update, con questo Activision andrà a potenziare le mitragliatrici leggere. Non sappiamo ancora quali saranno le protagoniste di questi interventi, anche se già oggi svariate LMG sono armi di tutto rispetto su Warzone.

Pensiamo alla MG82, alla Whitley, od alla PKM, tutte già validissime opzioni per il long range.

Vedremo comunque cosa accadrà continuando a monitorare la situazione, sia per quel che riguarda i cheaters, sia ovviamente per questi nuovi bilanciamento in arrivo.

Voi cosa ne pensate community? Soprattutto riguardo ai cheaters, avete notato qualche problema in più del solito su Warzone?

La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Ciclo infinito su Warzone con l’infestazione di cheater! Cheat seller regalano gli hack e mandano in tilt le lobby

Ciclo infinito su Warzone con l’infestazione di cheater! Cheat seller regalano gli hack e mandano in tilt le lobby

Profilo di Stak
 WhatsApp

Quella contro i cheater di Warzone sta ormai assumendo le sembianze della guerra a ciclo infinito in cui, purtroppo, gli unici a pagare le vere conseguenze sono i giocatori onesti.

Da quando è stato rilasciato il nuovo sistema anticheat Ricochet abbiamo assistito a diverse “ondate” di ban, quasi tutte però seguite da “ondate” di senso opposto, piene di nuovi cheater pronti a distruggerci le partite in BR.

Questo perché per come è stato strutturato il funzionamento di Ricochet, l’anticheat ha bisogno di “apprendere” l’esistenza di nuovi cheat per poter riuscire a contrastarli. Per sua stessa natura quindi, Ricochet sembra eternamente costretto a “rincorrere” i cheater, quando sarebbe invece molto migliore se accadesse l’esatto contrario.

Dal canto loro i venditori di cheat non sembrano affatto intenzionati a mollare la presa sul titolo Activision, con alcuni di questi che pare siano riusciti a trovare il sistema per aggirare Ricochet. Una di queste aziende criminali ha fatto partire una massiccia campagna di promozione per uno dei suoi cheat proprio lo scorso weekend, disponibile per chiunque a costo zero.

Questa promozione pare abbia scatenato una nuova mini ondata di cheater durante Sabato e Domenica, e la situazione pare anche peggiorata nei primi giorni della nuova settimana.

Più cheater nel corso del weekend su Warzone

Purtroppo al momento non sono disponibili informazioni ufficiali da parte di Activision, ma se doveste aver “avvertito” più cheater in questi ultimi 5/6 giorni, sappiate che non siete i soli ad essersene accorti. Il numero di imbroglioni è certamente aumentato. E siamo tutti in attesa che Ricochet “comprenda” questo nuovo hack, cosi da poterlo identificare e cacciare.

Il ciclo infinito della guerra tra Ricochet ed i cheater è nel pieno del suo svolgimento, e purtroppo non vediamo altre soluzioni se non quelle ritenute più “restrittive” ovvero:

  • Rendere Warzone un gioco a pagamento (anche minimo), cosi da sfavorire il “ritorno” su Warzone di un bannato
  • Collegare in qualche modo un account di gioco ad un’identità digitale, per arrestare lo spam di nuovi account di cheater

Voi cosa ne pensate community? Quale altra soluzione pensate possa funzionare, oltre Ricochet, per arginare la tossicità di tutti questi giocatori insicuri? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Ancora protagonista il Nikita AVT: questa volta ecco la versione di Metaphor da long range

Ancora protagonista il Nikita AVT: questa volta ecco la versione di Metaphor da long range

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nikita AVT – Benvenuti in un nuovo speciale interamente dedicato alle ultimissime e più consigliate versioni delle armi da giocare su Warzone.

In questo rapido update, ci andremo a concentrare su due versioni di fucile d’assalto decisamente “alternative” rispetto alle più famose NZ41, STG44 o Vargo 52. La prima che vogliamo presentarvi è una versione dell’AS44 proposta in un recente video da JGOD.

Secondo il noto esperto di Warzone, a livello di TTK quest’arma è sorprendente, al pari delle altre top di categoria. Forse più complicato da gestire rispetto a tanti altri AR disponibili su piazza, l’AS44 si candida come una delle alternative migliori quando si parla di fucili Off Meta.

Se lo avete livellato e disponete degli accessori qui sotto consigliati, provatelo il prima possibile in BR o Ritorno.

L’altra arma protagonista in questo spot è il Nikita AVT, AR di cui abbiamo già parlato questa mattina con uno speciale dedicato. In questo però, abbiamo visto una versione midrange, mentre di seguito andremo a proporne una più performante sulle lunghe distanze.

Questa versione è proposta dal noto Metaphor, uno dei content creator più seguiti al mondo. L’affidabilità di quest’arma è quindi assolutamente certa.

Loadout consigliati per Nikita AVT e AS44

Loadout consigliato per Nikita AVT Long range da Metaphor
Loadout consigliato per AS44 da JGOD

Cosa ne pensate di queste versioni community? Quale proverete alla vostra prossima sfida in BR o Ritorno?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Modern Warfare 2: quando sarà disponibile la OPEN BETA? PlayStation avrà l’anteprima?

Modern Warfare 2: quando sarà disponibile la OPEN BETA? PlayStation avrà l’anteprima?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Modern Warfare 2 – Con un nuovo interessante leak il celebre RalphValve ha segnalato quella che dovrebbe essere la “data prescelta” dai devs per lanciare, per la prima volta, la Beta del nuovo Call of Duty.

Anche se molti esperti attendevano il rilascio della beta già dal prossimo mese, sembra che ci toccherà aspettare un pochino più del previsto. Secondo RalphValve infatti, non dovremmo avere particolari aggiornamenti sulla questione Beta di Modern Warfare 2 prima del prossimo 15 Settembre.

Dal 15, grazie all’early access del pre-acquisto del gioco, saranno i giocatori PlayStation i primi a poter accedere alla beta. Nel corso di tutto il weekend 17/19 Settembre la beta del gioco dovrebbe poi essere disponibile per i giocatori PlayStation. Tutti gli altri giocatori che disporranno dell’early access, potranno accedere a MW2 dal 22 di Settembre.

Il 24/26 Settembre è invece il weekend fissato per il rilascio generale dell’accesso alla beta, che sarà a quel punto disponibile davvero per tutti.

Un mese di beta basterà al nuovo Modern Warfare 2 per superare indenne il lancio di fine Ottobre? Vedremo, anche se sicuramente non saranno pochi i giocatori a “storcere” il naso rispetto a questo ultimo update.

Ricordiamo sempre e comunque che si parla di “leak”, ed in quanto tali, sono fortemente soggetti a rapidi cambiamenti non prevedibili. Non appena saranno disponibili delle eventuali conferme in merito a questo discorso, non esiteremo a riportare eventuali aggiornamenti qui su Powned.

Cosa ne pensate community? Avete già pre-acquistato il nuovo Modern Warfare 2? Vi incontreremo nella beta a provare questo nuovo gioiellino di casa Activision?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: